Unghie

Come cambiano le unghie con l'età e come mantenerle sane

Come cambiano le unghie con l'età e come mantenerle sane
Ultima modifica 01.02.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Cambiamenti più comuni delle unghie
  2. Impiegano più tempo a crescere
  3. Diventano più fragili
  4. Quelle dei piedi si ispessiscono
  5. Come contrastare l’invecchiamento delle unghie
  6. Fortificarle
  7. Assumere integratori per unghie
  8. Assumere più collagene
  9. Fare attenzione alla manicure
  10. Quando consultare un medico

Con l'avanzare dell'età i cambiamenti fisiologici sono diversi. Tra i meno noti ci sono quelli che riguardano le unghie, che hanno caratteristiche molto simili ai capelli e per questo vanno incontro a processi di invecchiamento paragonabili.

Entrambe infatti sono ricchi di proteine cheratiniche e crescono in modo simile, quindi non c'è da sorprendersi se anche le unghie iniziano ad avere un aspetto diverso man mano che il tempo passa.

Anche se il naturale processo di invecchiamento è impossibile da contrastare completamente, esistono alcune azioni che possono mitigarlo e rendere i cambiamenti meno rapidi ed evidenti.

Cambiamenti più comuni delle unghie

  • Impiegano più tempo a crescere
  • Diventano più fragili
  • Quelle dei piedi si ispessiscono

Impiegano più tempo a crescere

La crescita delle unghie rallenta con l'avanzare dell'età. In particolare, in gioventù le unghie possono crescere di circa tre millimetri al mese, che diminuiscono a due quando si è più anziani.

Diventano più fragili

Proprio come la pelle può diventare più sottile nel tempo, le unghie subiscono processi simili di atrofia, che li rendono più sottili.

Questo porta con sé altri eventi poco piacevoli come la maggiore propensione delle unghie a spezzarsi, il fatto che diventino ruvide, opache o che si formino sulla loro superficie linee verticali o orizzontali simili a piccole rughe.

Quelle dei piedi si ispessiscono

Si verifica invece la situazione opposta alle unghie dei piedi, che con il passare del tempo tendono a diventare più spesse e ruvide. La causa è semplicemente il fatto che ogni volta che l'unghia del piede colpisce la parte anteriore della scarpa, subisce un microtrauma al letto ungueale che lo porta a ispessirsi sempre più negli anni per difendersi.

Come contrastare l’invecchiamento delle unghie

Fortificarle

Più le unghie sono sottili più sono vulnerabili. Usare regolarmente lo smalto può aiutare a proteggerle, a patto però che i prodotti siano delicati e abbiano la formula arricchita con sostanze nutritive che supportano la salute delle unghie.

Gli ingredienti migliori sono la vitamina B o le proteine della seta, che rinforzano la cuticola dell'unghia.

Anche i rinforzanti per unghie sono molto utili per migliorare screpolature e increspature, soprattutto se contengono calcio, un ingrediente che aumenta la forza e la resistenza.

Anche fare impacchi con gli oli può essere molto utile, soprattutto sulle unghie dei piedi che hanno necessità di essere ammorbidite. Il trattamento è molto semplice: basta versare un po' di olio su un dischetto o un batuffolo di cotone e tamponarlo leggermente sull'unghia. In commercio esistono tanti validi prodotti ma sono ottimi anche oli naturali di oliva, cocco o Argan.

Ecco come trattare le unghie incarnite.

Come tagliarle per evitare le unghie incarnite.

Assumere integratori per unghie

Gli integratori per unghie possono fare un ottimo lavoro ma benché raramente presentino controindicazioni, prima di prenderli è sempre bene consultarsi con il proprio medico, che possa anche indirizzare su dosi e modalità di assunzione.

Assumere più collagene

Il collagene aiuta le unghie a svilupparsi in modo sano, per questo aggiungere alla propria dieta alimenti che lo contengano è un'ottima idea.

Il migliore sotto questo punto di vista è il brodo di ossa ma esistono anche diverse alternative sotto forma di bevande o integratori.

Usare il collagene con regolarità non aiuta solo le unghie a fortificarsi ma offre lo stesso effetto anche su pelle e capelli.

Fare attenzione alla manicure

Avere le unghie in ordine è un desiderio legittimo ma sottoporle sempre alla ricostruzione in gel potrebbe danneggiarle, causando fragilità e accelerando il processo di invecchiamento.

Allo stesso modo, anche lo smalto semi permanente può creare danni, soprattutto per la tecnica di rimozione e per la limatura dell'unghia necessaria prima di applicare il prodotto. Entrambe le azioni, infatti, indeboliscono e assottigliano la struttura dell'unghia.

Per questo, oltre a rivolgersi a professionisti che siano in grado di stressare il meno possibile le unghie, è una buona idea fare ogni tanto delle pause da questo tipo di manicure.

Inoltre, se si è anziani è bene scegliere saloni che sappiano come approcciarsi a unghie che, proprio a causa dell'età, sono più fragili rispetto a quelle di persone più giovani e che per questo meritano attenzioni maggiori e uso di tecniche e prodotti meno aggressivi.

Cos'è e cosa comporta l'artrite alle unghie.

Quando consultare un medico

Non tutti i cambiamenti delle unghie sono da considerare normali eventi legati all'invecchiamento. Per questo è meglio rivolgersi a un medico in caso le proprie siano particolarmente scolorite, spesse, fragili o screpolate perché potrebbe trattarsi di infezioni fungine che necessitano trattamenti specifici.

Attenzione anche alle infezioni batteriche, che possono apparire di colore nero verdastro.

Ammaccature, unghie che si curvano verso l'alto o verso il basso possono invece indicare condizioni specifiche come l'anemia, la psoriasi, la broncopneumopatia cronica ostruttiva o una malattia infiammatoria intestinale.

Infine, una striscia scura sull'unghia, pelle scura intorno, un'unghia che si separa dal letto ungueale, che si spezza o che sotto presenta una protuberanza può essere un segno di melanoma.

CONDIVIDI: