Caldo e ciclo mestruale: consigli e rimedi

Caldo e ciclo mestruale: consigli e rimedi
Ultima modifica 25.05.2022
INDICE
  1. Introduzione
  2. Ciclo mestruale: Squilibri dovuti al caldo
  3. Ciclo mestruale e caldo: aumento del flusso
  4. Ciclo più doloroso in estate
  5. Irritazione da assorbenti
  6. Ciclo mestruale e caldo: rimedi

Introduzione

Il ciclo mestruale durante la stagione estiva può rappresentare un vero disagio: può arrivare in ritardo, variare in durata e flusso, ed essere anche più doloroso, senza dimenticare le irritazioni provocate dall'utilizzo di assorbenti a contatto con la pelle già provata dal sudore. I disturbi legati al flusso aumentano con il caldo e le energie calano drasticamente per le alte temperature, sino a debilitare la donna nei giorni del ciclo.

Ciclo mestruale: Squilibri dovuti al caldo

I cambiamenti del ciclo mestruale, l'intensità del flusso, la presenza di dolore più o meno invalidante sono fattori correlati al ritmo biologico di ogni donna, che di conseguenza variano per ogni singolo soggetto. Ad influire ulteriormente sono poi le diverse fasi del ciclo di una donna, la sfera emotiva (stress, stati depressivi ecc), la cattiva alimentazione, i cambiamenti di temperature. Il caldo caratteristico della stagione estiva, ad esempio, può influire sulla regolarità del ciclo mestruale, causando un ritardo nelle pedite ematiche. 

In estate, come è noto, alcuni fattori che caratterizzano il periodo possono alterare il ciclo mestruale. Al netto di cause specifiche come l'ovaio micropolicistico, la menopausa, la gravidanza o i disturbi tiroidei, che possono creare squilibri indipendentemente dalla stagione e dalle temperature del periodo, esistono condizioni prettamente estive in grado di alterare il ciclo mestruale. Esse sono, ad esempio: il forte caldo, gli sbalzi termici, lo stress, il cambio di abitudini alimentari, diete, allenamento intenso, riduzione delle ore di sonno. Tutti fattori che possono influire sul normale equilibrio ormonale, che sta alla base del regolare ciclo mestruale. 

 

Ci sono persone che soffrono di più il caldo

Il caldo provoca ritardo del ciclo mestruale?

Gli esperti sono concordi nell'affermare che non esiste correlazione diretta tra il caldo e il ritardo delle mestruazioni, bensì un insieme di cause concatenate che hanno a che fare più con la sfera emotiva, che fisica, e con le abitudini di vita. Lo stress, su tutti, ad esempio, può influenzare il ciclo mestruale: la produzione eccessiva cortisolo – l'ormone dello stress – interferisce direttamente sull'ovulazione alterando la regolarità mestruale. 

Va ricordato che non necessariamente il ciclo mestruale deve comparire entro i 28 giorni, ma in un periodo compreso tra e 21 e 35 giorni, nella totale condizione di normalità.

Ciclo mestruale e caldo: aumento del flusso

Con l'avvio della stagione estiva e i primi caldi intensi, sono diverse le donne ad evidenziare un cambiamento del ciclo mestruale soprattutto nel flusso, che diventa più abbondante. Gli esperti considerano questa alterazione come normale e diretta conseguenza della dilatazione dei vasi sanguigni dovuta al caldo, che aumenta la portata del flusso mestruale, e la congestione venosa causa dolore. Qualora il flusso dovesse essere decisamente abbondante, a livello emorragico, è necessario consultare il proprio ginecologo per escludere eventuali cause patologiche correlate.  

Ciclo più doloroso in estate

Spesso diverse donne lamentano un aumento del dolore addominale, pelvico, al seno e lombare associato al ciclo mestruale durante la stagione estiva. Con l'aumento delle temperature si tende ad essere più irritabili: si verifica un calo ormonale di serotonina, melatonina, endorfina e dopamina che provoca l'insorgenza di stati ansioni e nervosi. Alcune oscillazioni ormonali di testosterone e prolattina, inoltre, influiscono sul dolore. 

Lo sapevi che...

La prolattina, un ormone secreto dall'ipofisi anteriore tipicamente femminile che in epoca puberale partecipa insieme agli estrogeni allo sviluppo del seno, subisce variazioni causate dalle temperature elevate, ma anche dalle lunghe giornate di sole e luce tipiche della stagione estiva. Se il livello di questo ormone aumenta, si verifica uno squilibrio nell'ovulazione che può ovviamente interferire con l'intensità del flusso mestruale e la sua puntualità.

Irritazione da assorbenti

L'uso dell'assorbente tradizionale, quindi esterno, durante i mesi caldi può provocare irritazioni alla pelle nella zona inguinale e tutto attorno alla vulva. Le cause sono da ricercare nell'abbondante sudorazione dovuta alle alte temperature associata allo sfregamento. Gli assorbenti più indicati, in questo caso, sono quelli in cotone organico, oppure i tamponi interni. La soluzione più ecologica e meno irritante, tuttavia, risulta quella della coppetta mestruale (da provare con anticipo prima di andare in vacanza per capire se è un metodo adatto alle proprie esigenze).

Per mantenere in ordine questa zona è utile anche la skincare vaginale.

Ciclo mestruale e caldo: rimedi

Alcuni rimedi durante il ciclo mestruale in estate per evitare un aumento del dolore e del flusso, includono:

 

Esistono strategie anche per avere meno caldo in casa

Attenzione anche alla relazione idratazione e ciclo