Addormentarsi sul Divano: perché poi non si riesce più a riprendere sonno?

Addormentarsi sul Divano: perché poi non si riesce più a riprendere sonno?
Ultima modifica 19.10.2022
INDICE
  1. Introduzione
  2. Addormentarsi spesso sul divano: quali rischi
  3. Le cause
  4. Perché poi è difficile riprendere sonno
  5. È una cattiva abitudine che manda in “tilt” il cervello
  6. Come rimediare

Introduzione

È una situazione molto comune, che è capitata, se non a tutti, sicuramente a molti: addormentarsi sul divano mentre si guarda la televisione, ma anche mentre si legge un libro o si naviga in internet, e poi risvegliarsi senza più riuscire a prendere sonno una volta che ci si è trasferiti nel letto. Come mai capita? E come evitarlo?

Addormentarsi spesso sul divano: quali rischi

Non riuscire più a prendere sonno dopo che ci si è risvegliati da un pisolino serale più o meno lungo sul divano è sicuramente spiacevole. Tuttavia, se questo inconveniente accade una volta o qualche volta, per quanto fastidioso, in genere non impatta in modo significativo sulla qualità della vita.

Al contrario, se succede regolarmente o comunque abbastanza di frequente può avere ripercussioni sul sonno a lungo termine, sulla produttività, sul benessere e sulla salute della persona. Per esempio, può causare cali di attenzione e concentrazione diurni, irritabilità e nervosismo, sbalzi di pressione, mal di testa, con importanti ripercussioni sulla vita quotidiana.

Non solo: se ci si addormenta in un luogo non idoneo, con la luce della tv, suoni e rumori, il cervello tende a restare sempre "sveglio" e in allerta, e questo non fa che sottoporlo a un lavoro extra che lo logora. Per questo, quello dell'addormentamento frequente sul divano è un problema da non sottovalutare.

Le cause

A volte ci si addormenta sul divano semplicemente perché si è molto stanchi. Ma alla base di questa evenienza possono esserci altre cause, che vanno affrontate nella maniera idonea, come:

Perché poi è difficile riprendere sonno

Come mai riprendere sonno dopo che ci si è addormentati sul divano e ci si è risvegliati è così difficile? Occorre sapere che il sonno si compone di fasi distinte che si alternano molte volte durante la notte; queste fasi del sonno costituiscono cicli non REM-REM.

Ebbene, quando una persona inizia a dormire mentre è distesa in poltrona o sul sofà si avvia il primo ciclo del sonno: se però si sveglia, si sposta in un'altra stanza e magari nel mentre si dedica a piccole attività, il ciclo viene interrotto bruscamente e occorre del tempo prima che riparta nuovamente. Senza dimenticare che l'addormentamento richiede un certo grado di rilassamento: una volta che ci si risveglia, dunque, può essere difficile tornare in tempi rapidi in un nuovo stato di relax.  

Non solo. Quando ci si addormenta mentre si guarda la Tv o si sta usando il cellulare, si subisce un'esposizione alla luce blu dei monitor: diversi studi hanno dimostrato che essa inibisce la produzione della melatonina, l'ormone che aiuta a mantenere e a ristabilire il corretto equilibrio tra il sonno e veglia. È anche per questo, dunque, che poi si fa fatica a riaddormentarsi.

Senza dimenticare che tv, smartphone e computer modificano i ritmi cerebrali e possono scatenare reazioni di eccitazione, che ovviamente mal si conciliano con il sonno.

 

È una cattiva abitudine che manda in “tilt” il cervello

Quando si ripresenta con frequenza, questo problema rientra nel grande capito dei problemi del sonno. Molti credono che cadere addormentati sul divano poi li aiuterà ad addormentarsi rapidamente una volta andati a letto: in realtà, non è affatto così, anzi questa cattiva abitudine può ostacolare il sonno.

Infatti, fa apprendere al cervello uno schema di comportamento errato: se un soggetto si addormenta sempre sul divano prima di coricarsi a letto, il suo cervello penserà che, trovandosi in un luogo confortevole e in uno stato di inattività, è ora di dormire.

Tuttavia, se l'individuo si alza dal divano e si trasferisce nel letto, magari guardando il cellulare o pensando alle cose da fare l'indomani, il cervello assocerà il letto a un luogo di attività e, quindi, non sarà più pronto per dormire. Questo ciclo diventa più difficile da interrompere più a lungo continua.

Capita di notte di svegliarsi per fare la pipì. Ecco perché.

Ecco perché è meglio non dormire con i vestiti che si usano a uscire.

Come rimediare

Ecco alcuni consigli utili per evitare di addormentarsi sul divano, non riuscendo più a riprendere sonno una volta andati a letto.

  • Se mentre si è stesi sul divano, ci si sente stanchi e si avvertono gli occhi pesanti, alzarsi subito e andare a letto.
  • Nelle ore che precedono la messa a letto meglio svolgere solo attività rilassanti, evitando l'uso di cellulari e computer.
  • Se non si riesce a prendere sonno, alzarsi dal letto e fare qualcosa di rilassante in un luogo rilassante (può essere il divano, ma non addormentarsi). Quando ci si sente di nuovo assonnati, tornare a letto. Ripetere questo processo finché non diventa un'abitudine.
  • Rendere la propria camera da letto un luogo che concili il sonno: vietati dispositivi elettronici, luci forti e rumori. Silenzio e buio sono i migliori amici del riposo.
  • Prima di coricarsi, si possono svolgere esercizi di rilassamento muscolare e di respirazione che aiutino il corpo e la mente a rilassarsi.