Rimedi per il bruciore di stomaco: come farlo passare e cosa prendere?

Rimedi per il bruciore di stomaco: come farlo passare e cosa prendere?
Ultima modifica 04.10.2023
INDICE
  1. Video
  2. Cosa fare per il bruciore di stomaco?
  3. Cosa non fare in caso di bruciore di stomaco?
  4. Cosa mangiare per il bruciore di stomaco?
  5. Cosa non mangiare in caso di bruciore di stomaco?
  6. Cure e rimedi naturali per il bruciore di stomaco
  7. Farmaci per il bruciore di stomaco
  8. Prevenzione del bruciore di stomaco
  9. Trattamenti medici per il bruciore di stomaco

Video

Guarda il video

Guarda il Video

Il materiale pubblicato ha lo scopo di permettere il rapido accesso a consigli, suggerimenti e rimedi di carattere generale che medici e libri di testo sono soliti dispensare per il trattamento dei Bruciori di Stomaco; tali indicazioni non devono in alcun modo sostituirsi al parere del medico curante o di altri specialisti sanitari del settore che hanno in cura il paziente.

Il bruciore di stomaco (pirosi) è un sintomo causato da una sofferenza della mucosa gastrica.

La mucosa sello stomaco è responsabile della produzione di succo digestivo e della secrezione di muco protettivo.

In condizioni normali, la superficie interna dell'organo risulta protetta dal muco, che ostacola l'azione corrosiva dell'acido cloridrico prodotto dallo stomaco con finalità digestive e antisettiche.

Il bruciore di stomaco viene provocato dal contatto dell'acido gastrico con la superficie priva di muco; ciò può essere dovuto a un eccesso di succhi gastrici o alla carenza di muco protettivo.

Il bruciore di stomaco si correla spesso a varie condizioni morbose come:

Le cause più diffuse sono:

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2023/10/04/bruciore-di-stomaco-orig.jpeg Shutterstock

Cosa fare per il bruciore di stomaco?

  • Quando il bruciore di stomaco non è giustificabile da fattori dietetici o emotivi, diventa necessario consultare il medico.
  • Se l'acidità gastrica persiste, è necessario intraprendere un percorso diagnostico per identificare l'agente scatenante; questo percorso comprende quasi sempre:
  • Scegliere la cura/terapia in base alla causa specifica:
    • Fattori emozionali: ridurre lo stress generale e imparare a gestire l'ansietà o l'irascibilità. Se possibile, organizzare meglio i turni lavorativi. Possono risultare utili dei farmaci ansiolitici prescritti dal medico.
    • Età avanzata e secrezione insufficiente di muco: questo disagio può essere sostenuto dall'utilizzo di alcuni farmaci (prescritti dal medico) e dall'organizzazione minuziosa della dieta.
    • Tabagismo, alcolismo, eccesso di bevande nervine e di spezie irritanti: smettere di fumare, di bere alcolici, caffè o energy drink e di mangiare alimenti piccanti.
    • Farmaci: sostituire i farmaci responsabili del bruciore di stomaco (FANS, antibiotici ecc) o associarli con un gastroprotettore (tutto prescritto dal medico).
    • Eccesso di alimenti scarsamente digeribili: riduzione significativa dei cibi in questione e scelta di tecniche di cottura più idonee.
    • Gastrite conclamata di origine alimentare: seguire una dieta specifica e, quando necessario, assumere provvisoriamente dei farmaci (prescritti dal medico). Masticare sempre lentamente. Evitare i pasti troppo abbondanti. Frazionare la dieta in almeno 5-6 pasti al giorno.
    • Fattori comportamentali e altri che pregiudicano la digeribilità: evitare gli indumenti troppo stretti in cintura, di coricarsi subito dopo mangiato ecc.
    • Neoplasie: intervento chirurgico.

Cosa non fare in caso di bruciore di stomaco?

  • Ignorare la pirosi gastrica.
  • Posticipare o evitare il percorso diagnostico.
  • Condurre una vita stressante (turni lavorativi eccessivi, impegni familiari ecc)
  • Fumare.
  • Bere alcolici (soprattutto a stomaco vuoto).
  • Consumare molti caffè o energy drink (soprattutto a stomaco vuoto).
  • Fare un uso costante e massiccio di spezie irritanti.
  • Assumere farmaci con leggerezza, a stomaco vuoto o senza gastro protettore.
  • Consumare pasti molto abbondanti.
  • Consumare molti cibi indigesti e ripartire la dieta in maniera scorretta (vedi sotto).
  • Mangiare velocemente masticando poco.
  • Digiunare.
  • Vestire con capi molto stretti in cintura.
  • Andare a letto subito dopo mangiato.

Cosa mangiare per il bruciore di stomaco?

  • Cibi preferibilmente freschi, evitando quelli conservati con metodi differenti dalla refrigerazione o dal congelamento.
  • Cibi e pasti magri: si digeriscono meglio. In generale risultano più idonei: ortaggi freschi, frutti non troppo aciduli, cereali e derivati, legumi, carni e pesci magri, formaggi magri, albume d'uovo ecc.
  • Cibi di origine animale con poco tessuto connettivo: carni bianche o rosse ma opportunamente mondate e rifilate durante la preparazione.
  • Cibi proteici mediamente cotti: non devono essere “al sangue” ma nemmeno stracotti.
  • Cibi e pasti con la giusta quantità di fibre: tra i prodotti di origine vegetale si prestano i legumi lessi (non stracotti) e i cereali integrali (in porzioni moderate), gli ortaggi crudi a foglia, i frutti con buccia digeribile ecc. La porzione dev'essere sempre adeguata.
  • Piccole porzioni di alimenti liquidi (soprattutto di latte e yogurt, meglio se scremati).
  • Cibi e pasti privi di sale: il sale nuoce alla mucosa dello stomaco e aumenta la secrezione gastrica.
  • Alimenti tiepidi o a temperatura ambiente.

I metodi di cottura più adatti sono quelli di durata media:

Cosa non mangiare in caso di bruciore di stomaco?

Cure e rimedi naturali per il bruciore di stomaco

Le cure e i rimedi naturali per il bruciore di stomaco servono principalmente a ottimizzare la digeribilità. Si tratta di:

L'unico prodotto che sembra avere un effetto inibente e diretto sul bruciore di stomaco è la liquirizia. Vengono utilizzati anche:

Per chi soffre di bruciore di stomaco psicosomatico, vengono considerati rimedi naturali anche:

Farmaci per il bruciore di stomaco

Le cure farmacologiche per il bruciore di stomaco si suddividono in categorie:

Prevenzione del bruciore di stomaco

La prevenzione del bruciore di stomaco è fortemente correlata alla malattia di base, ovvero alla causa scatenante. Alcuni consigli universalmente utili sono:

  • Ridurre o curare lo stress nervoso.
  • Seguire una dieta idonea.
  • Evitare i digiuni.
  • Abolire alcolici e sigarette.
  • Diminuire al minino indispensabile farmaci e/o integratori che possono nuocere.

Trattamenti medici per il bruciore di stomaco

I trattamenti medici per il bruciore di stomaco risultano specifici in base alla causa scatenante; alcuni sono:

  • Chirurgia: è essenziale in caso di neoplasie e talvolta di ulcera.
  • Rimozione di impianti come il palloncino o il bendaggio gastrico: necessari per il dimagrimento dei grandi obesi particolarmente a rischio, talvolta scatenano una sintomatologia talmente forte (tra cui il bruciore di stomaco) che devono essere rimossi.

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer