Come prendersi cura del corpo e della mente con lo sport e una dieta bilanciata

Contenuto sponsorizzato

Prendersi cura del corpo e della mente è, soprattutto in questo periodo di rientro dalle vacanze, una vera e propria necessità.

Avere un buon equilibrio psico-fisico ci permette di mantenere la giusta "prestanza generale" utile a fronteggiare i periodi più duri.

L'autunno è proprio uno di questi; forse a causa di una pausa estiva troppo breve o comunque insufficiente a "ricaricare le batterie".

Esistono tuttavia dei piccoli accorgimenti che possono risultare di grande aiuto, rendendo questa transizione meno impegnativa; in particolare:

In questo articolo parleremo del frangente mattutino, offrendo alcuni spunti utili per "partire" correttamente e fronteggiare la giornata lavorativa al massimo della forma.

Fare una colazione bilanciata, ad esempio con cereali gustosi e nutrienti della linea Special K, è infatti determinante per poter usufruire di tutte le energie necessarie.

Non hai fame? Potrebbe essere un problema di "risveglio". Nel paragrafo dedicato ti suggeriremo un micro-workout utile a migliorare lo stato di lucidità nelle primissime ore, rendendo più efficaci li stimoli fisiologici dell'organismo – come l'appetito.

Colazione Bilanciata: Perché?

In che modo una colazione bilanciata favorisce il benessere?

Uno stato di pieno benessere generale è fondamentale ad ogni ripartenza mattutina e, in particolare, nei periodi più duri come il rientro dalle vacanze.

Alla maggior parte dei gentili lettori tutto ciò potrebbe sembrare quasi un'ovvietà. Eppure, sono ancora molti a commettere i "soliti" sbagli.

Questo perché si reputa "erroneamente" che, per modificare la propria alimentazione e iniziare a praticare sport, vadano fatte grosse rinunce. Assolutamente no!

Si rivelano molto più efficaci i piccoli cambiamenti come:

  • fare una colazione bilanciata, senza sacrificare il gusto della propria dieta;
  • creare un "appuntamento fisso quotidiano" con l'esercizio fisico, anche di pochi minuti.

Al giorno d'oggi, sono davvero molti a saltare la colazione. Non è un caso che le stesse persone lamentino una certa difficoltà nell'ingranare bene la marcia prima di iniziare a lavorare.

Ritagliarsi pochi minuti per consumare una colazione equilibrata offre invece numerosi vantaggi:

  • primo fra tutti la maggior disponibilità di energia per il cervello e per i muscoli;
  • secondo, ma non meno importante, il "riequilibrio" dell'intake energetico giornaliero; la statistica dimostra infatti che, chi tende a saltare la colazione, introducendola riesce a gestire meglio l'assunzione calorica degli altri pasti.

Quale Colazione?

Esempio di colazione bilanciata

La colazione sana "per antonomasia" è certamente a base di cereali (1 porzione corrisponde a circa 30-45 g) e una tazza di latte o yogurt (normali o delattosati) o di un'analoga bevanda vegetale (di soia, riso, avena, mandorla ecc.).

È pur vero che i cereali non sono tutti uguali. Analizzando le etichette nutrizionali pare ovvio che alcuni prodotti rispondano meglio ai crismi di "bilanciamento nutrizionale" rispetto ad altri.

La linea Special K di Kellogg's ad esempio, oltre all'intramontabile prodotto classico a base di riso, frumento integrale e orzo schiacciati e tostati, propone molte altre versioni arricchite con ingredienti gustosi, sani e nutrienti quali:

La categoria Speciali K Protein contiene inoltre avena e segale, e un coefficiente proteico superiore agli altri.

Ma perché scegliere Kellogg's Special K?

 

Proprietà Nutrizionali

Proprietà nutrizionali di una colazione equilibrata a base di cereali

La funzione "immediata" della colazione è di fornire energia per il cervello e per i muscoli.

Tutti i cereali Special K, nella porzione adeguata, vantano un buon carico di carboidrati ma – complice la fibra in essi contenuti – con un indice glicemico idoneo. Accompagnandoli con una porzione di latte o di yogurt o analoghi vegetali, questo parametro si riduce ulteriormente.

Non è finita qui. I prodotti della linea Kellogg's Special K sono inoltre una preziosa sorgente di:

  • vitamina D (calciferolo);
  • alcune vitamine idrosolubili del gruppo B: niacina (vit. PP), riboflavina (vit. B2), tiamina (vit. B1), vitamina B6 (piridossina), acido folico, vitamina B12 (cobalamina);
  • minerali quali ferro e zinco.

La linea Special K Protein ha inoltre, come suggerisce il nome, un livello superiore di proteine.

Se non hai fame…

Se non hai fame, prova a "muoverti" prima di colazione!

Talvolta la buona volontà non basta.

Se lamenti inappetenza appena sveglio, puoi adottare uno o più dei seguenti accorgimenti:

  • Consuma cene più leggere o anticipa l'orario di quei pasti; evita inoltre di coricarti subito;
  • Per il mattino, punta la sveglia mezzoretta prima; il tuo cervello può richiedere qualche minuto in più per avviarsi;
  • Prima di colazione, metti in pratica un "risveglio muscolare" – che ha anche un effetto nervoso cerebrale.

Non stiamo parlando di "allenamento a digiuno", ma un mini-workout utile ad "accendere e riscaldare" la macchina-uomo, della durata massima di 10'.

Molti trovano utilissimo lo yoga di base; in effetti è estremamente efficace, e soprattutto non richiede grossa esperienza o prestazioni.

Il protocollo standard è quello dei 5 riti tibetani; in ordine: la ruota, l'angolo, il cammello, il ponte, il cane.

Lo yoga non è tuttavia l'unico sistema. Alcuni trovano proficuo muoversi di più, eseguendo 20-30'' di esercizi per la mobilità articolare seguiti da blocchi di esercizi aerobici della stessa durata:

  • Rotazioni interne ed esterne delle cosce, alternate;
  • Circonduzioni delle braccia;
  • Torsioni del busto;
  • Flesso-estensione e rotazione del bacino;
  • Jumping-jack;
  • Burpees senza balzi e senza push-up (rimanendo in posizione di plank);
  • Front jumping jack ecc.

Per questa seconda soluzione, consigliamo di procedere con estrema cautela e lentezza. Ribadiamo che non si tratta di un allenamento metabolico, ma di un risveglio vero e proprio.

Bene, ora abbiamo tutto ciò che serve per diventare la "versione migliore di noi stessi". È sempre bene ricordare che ogni buon proposito, per diventare "abitudine", andrebbe ripetuto con sistematicità e diligenza ogni giorno.

Scopri di più Contenuto sponsorizzato