Bici: Consigli per Una Maggiore Sicurezza e Visibilità in Strada

Contenuto sponsorizzato

Introduzione

Andare in bici è uno dei modi migliori per fare esercizio fisico, vedere posti nuovi e ridurre l'impatto ambientale.

Non per nulla, il numero degli amanti della bicicletta è in continua crescita in Italia, con oltre due milioni di bici vendute nel 2020 e quasi il 30% di italiani appassionati in più.

Tuttavia, i ciclisti affrontano quotidianamente una serie di pericoli che potremmo definire tutt'altro che trascurabili. Non sempre è possibile circolare sulle tanto amate piste ciclabili e spesso risulta indispensabile condividere la carreggiata con altri veicoli a motore - come automobili, motociclette, bus, camion ecc.

Il numero dei sinistri avvenuti per collisione o che implicano generalmente il coinvolgimento di cicli e altri mezzi su strada è in aumento, ragione per la quale si rende necessaria una maggiore sicurezza e visibilità su strada da parte dei ciclisti – che, ovviamente, sono più a rischio.

In questo articolo parleremo di alcune precauzioni utili, soffermandoci in particolare sull'impiego di Curve Bike light & GPS tracker di Vodafone, un dispositivo di sicurezza specifico per ciclisti dotato di numerose funzioni.

Lo Sapevi che…

Giovedì 3 giugno si celebra la giornata mondiale della bicicletta.

L'obbiettivo è di consapevolizzare la popolazione sui benefici sociali derivanti dall'uso dei cicli come mezzi di trasporto e per il tempo libero.

Detto questo, secondo le stime di Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori), nel 2020 sarebbero state vendute 2 milioni e 10 mila biciclette, il che implica una crescita del +17% sul totale.

Cos’è Curve Bike light & GPS tracker

Curve Bike light & GPS tracker è un dispositivo all-in-one comprensivo di tutte le caratteristiche necessarie a pedalare in totale tranquillità:

  • fanalino posteriore con segnalatore di frenata;
  • sensore di rilevamento impatti;
  • localizzazione della bici ecc.

Esatto, questo dispositivo non solo è dotato di funzioni altamente tecnologiche, ma ha la capacità di interagire direttamente con i telefoni cellulari – grazie ad una sim dedicata e a una semplicissima app – per aumentare ai massimi termini il livello di sicurezza generale.

A Cosa Serve Curve Bike light & GPS tracker

Curve Bike light & GPS tracker, grazie al fanalino posteriore con segnalatore di frenata, permette di essere facilmente visibile sia di giorno, sia di notte, e anche in caso di foschia o intemperie.

Non di meno, grazie al suo sensore di impatto e alle notifiche di emergenza, il dispositivo informa i tuoi contatti di una possibile necessità, riducendo così esponenzialmente i rischi legati all'assenza di comunicazione. Infine, la funzione trova la mia bici permette di sapere sempre dove si trova il tuo mezzo, utile in caso di qualsivoglia smarrimento.

La durata della batteria arriva fino a 10 giorni, garantendo una copertura sufficiente fino al successivo ripristino – anche in caso di lunghe tratte.

Curve Bike light & GPS tracker

Curve Bike light & GPS tracker

Chi può Trarre Vantaggio da Curve Bike light & GPS tracker

Curve Bike light & GPS tracker è un prodotto che si rivolge a tutti gli appassionati di ciclismo, così come a tutti coloro che usano la bicicletta come mezzo di trasporto.

In entrambi i casi infatti, aumentare la soglia di sicurezza è un aspetto di importanza cruciale. Si pensi a tutte le mamme che utilizzano la bici con i propri figli; oltre alle normali precauzioni, utilizzare un dispositivo altamente illuminante e che può interagire autonomamente con una lista di contatti in caso di possibile incidente è un vero e proprio sollievo.

Come Aumentare la Sicurezza

Poiché la casistica più frequente tra gli incidenti prevede la collisione tra un'auto e un ciclista, e senza dimenticare che anche le bici sono considerate veicoli ai quali riconoscere la precedenza, il primo accorgimento utile per aumentare la sicurezza su strada è quello di assicurare le distanze di sicurezza.

Questo vale lato ciclista, che dovrà rispettare scrupolosamente il codice stradale (ad esempio, usando le piste ciclabili dove predisposte), ma anche e soprattutto lato automobilista, che avrà cura di:

  • Superare le bici usando la freccia e solo dove consentito;
  • Non tagliare la strada ai ciclisti nelle svolte o nell'esecuzione di parcheggi;
  • Dare la precedenza a chi transita sulle piste ciclabili e sugli attraversamenti;
  • Monitorare attentamente gli specchi retrovisori prima di aprire le portelle ecc.

Da quanto riportato finora, emerge chiaramente che uno dei problemi fondamentali alla base di tutto sia la scarsa visibilità dei ciclisti agli occhi dei conducenti di veicoli a motore.

Al di là delle normative, esistono vari accorgimenti che possono contribuire a salvaguardare la sicurezza di chi ama pedalare addirittura con ridotta visibilità globale (dopo il crepuscolo o in caso di nebbia o durante le intemperie).

Questi prevedono sia l'abbigliamento del ciclista in sé (con colori fluorescenti e rifrangenti ecc.), sia alcune dotazioni da applicare o installare sulla bici (luci di posizionamento, catarifrangenti e addirittura luci di frenata). Come abbiamo già descritto sopra, scegliere un dispositivo illuminante di qualità – vedi le caratteristiche tecniche di Curve Bike light & GPS tracker – può fare la differenza.

La prevenzione non si ferma qui. In caso di collisione infatti, un abbigliamento adeguato e un caschetto di protezione possono fare nettamente la differenza. Allo stesso modo, la disponibilità di apparecchi di comunicazione (come un cellulare) e anche di geolocalizzazione (come un gps), aumentano drasticamente la soglia di sicurezza totale dello sportivo su due ruote.

Perché scegliamo di distinguere il cellulare dal gps? Semplicemente perché l'avaria di un singolo dispositivo annullerebbe entrambe le funzioni.

L’attrezzatura del Ciclista

È sempre buona norma ispezionare la bicicletta prima della guida, assicurandosi che:

  • indossa il casco;
  • il sellino sia regolato e bloccato;
  • i freni funzionino correttamente;
  • gli pneumatici siano gonfi;
  • i catarifrangenti siano posizionati correttamente dietro, davanti, sui pedali e sui raggi;
  • sarebbero molto utili un dispositivo di avviso acustico e uno specchietto retrovisore;
  • Predisponi un buon impianto di illuminazione anteriore e posteriore, come Curve Bike light & GPS tracker.

Il casco dovrebbe essere indossato da tutti – adulti e bambini – ad ogni uscita in bicicletta, indipendentemente dalla lunghezza della tratta. È bene assicurarsi che il casco sia certificato.

Transitare in Maniera Sicura

Per transitare in maniera sicura, oltre agli accorgimenti di cui abbiamo parlato sopra, un ciclista modello seguirebbe queste semplici regole:

  • Conoscere il codice stradale. Spesso si ignora l'importanza di una buona educazione; ignorando una regola, difficilmente la si potrà rispettare;
  • Tra ciclisti, si rimane sempre in fila indiana, mai in parallelo;
  • Quando si guida si guida; bando al cellulare e prestare molta attenzione all'ambiente circostante – soprattutto alle portiere delle automobili;
  • Utilizzare segnali manuali quando si svolta e prestare molta attenzione alla manovra di sorpasso – anche tra ciclisti;
  • Prestare particolare attenzione agli incroci e al diritto di precedenza.

Lo Sapevi che… Maggio è il Mese delle Biciclette!

Durante il National Bike Month, gli appassionati di ciclismo di tutto il paese americano celebrano i numerosi vantaggi del ciclismo.

La League of American Bicyclists, che sostiene un'America "amica della bicicletta", sponsorizza ogni anno il Bike Month.

Per saperne di più, magari per una vacanza all'insegna del ciclismo, consulta la National Bike Month Guide.

Scopri di più Contenuto sponsorizzato