Caring

Uova di pappagallo, come tenerle: cure e attenzioni

Uova di pappagallo, come tenerle: cure e attenzioni
Ultima modifica 16.02.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come tenere e curare al meglio le uova di pappagallo
  2. Cosa bisogna fare quando un pappagallo ha deposto le uova?
  3. Come togliere le uova non fecondate?
  4. Quanto tempo ci vuole per far schiudere un uovo di pappagallo?
  5. Come far schiudere le uova in casa?
  6. Come covare un uovo senza incubatrice?
  7. Il pappagallo fa l'uovo senza il maschio?
  8. Si possono toccare le uova degli inseparabili?

Come tenere e curare al meglio le uova di pappagallo

Allevare dei pappagalli può essere un'esperienza molto gratificante, soprattutto se si sceglie di adottare una coppia. Molti proprietari però si trovano in difficoltà quando arriva il momento di prendersi cura delle uova che sono state deposte.

Scopriamo come comportarci e cosa fare se ci troviamo davanti delle uova di pappagallo, passo per passo. Prima però ti ricordiamo che puoi unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Cosa bisogna fare quando un pappagallo ha deposto le uova?

  • Assicurarsi che il pappagallo femmina sia lontano da stress;
  • Assicurarsi che abbia lo spazio per la cova;
  • Procedere con la speratura;
  • Aspettare la schiusa.

Dopo il corteggiamento e l'accoppiamento il pappagallo femmina depone le uova. Si tratta di un periodo molto stressante per la coppia, dunque è fondamentale assicurarsi che ci sia totale tranquillità e nessuna fonte di stress. Terminata la deposizione, il tuo pappagallo inizierà a covare le uova, consentendo lo sviluppo dell'embrione.

Attendi qualche giorno poi effettua la speratura, ossia una pratica che permette di capire se un uovo è fecondo o no. Nel periodo della schiusa evita assolutamente di toccare le uova, ma controlla da lontano quanto accade, assicurandoti che i piccoli vengano alimentati.

Quando i pappagallini inizieranno a spiccare i loro primi voli ricordati di togliere il nido dalla gabbia. Questa precauzione consentirà di evitare una nuova deposizione. Infine, se la gabbia è troppo piccola, sistema i nuovi pappagallini in una voliera più grande in cui potranno anche esercitarsi nel volo.

Come togliere le uova non fecondate?

La speratura è un'operazione che consente di rimuovere le uova che non sono state fecondate. Si tratta di un passaggio fondamentale perché permette di togliere le uova con embrioni morti oppure incrinate che rischierebbero di marcire o rompersi, andando a compromettere pure le uova sane.

La speratura va effettuata usando una torcia: ti servirà per illuminare, al buio, le uova e constatare le sviluppo dell'embrione. Se prosegue bene infatti noterai una sorta di ragno rosso e una distinzione fra l'uovo e la camera d'aria: ciò significa che l'embrione si è sviluppato e sono presenti i vasi embrionali.

Al contrario se l'uovo appare totalmente chiaro andrà scartato, ciò significa che non era fertile oppure che l'embrione è deceduto nei primi giorni.

Quanto tempo ci vuole per far schiudere un uovo di pappagallo?

  • Circa 3 settimane.

La femmina di pappagallo depone circa quattro o cinque uova, covandole per un periodo di tre settimane. Terminato questo lasso di tempo è essenziale che all'interno della gabbia sia presente una vaschetta per il bagnetto.

Il tuo pet infatti utilizzerà l'acqua per inumidire il nido e per favorire la schiusa delle uova. L'umidità infatti velocizza lo sfaldamento del guscio e lo rende più morbido. Un elemento importantissimo per la nascita dei piccoli pappagalli.  

Come far schiudere le uova in casa?

  • Usare l'incubatrice;
  • Ricordare la temperatura ideale;
  • Ricordare il livello di umidità;
  • Girare le uova.

Per far schiudere le uova in casa è possibile utilizzare un'incubatrice. Si tratta di una scatola in plastica in cui vengono posizionate le uova. Al suo interno la temperatura deve essere costante e sempre intorno ai 37,7 gradi, anche la temperatura esterna è essenziale e dovrà essere fra i 18 e i 25 gradi.

Infine l'umidità dovrà aggirarsi intorno al 60%. Ricordati di girare le uova quattro volte al giorno per consentire a tutta la superficie di raccogliere calore.

Come covare un uovo senza incubatrice?

È possibile covare un uovo senza incubatrice creando un sistema fai da te. Come? Per farlo ti serviranno una scatola, un termometro, una lampadina, spugne umide, del fieno e una cassetta di raffreddamento.

All'interno della scatola posizione le uova sopra il fieno e aggiungi le spugne umide. Poi accendi sulle uova la lampada termica per scaldarle. La temperatura dovrà assestarsi intorno ai 37,7 gradi, ma è importante fare attenzione: l'incubatrice infatti potrebbe surriscaldarsi.

In questo caso alza la luce per qualche istante, poi abbassala nuovamente. Un ventilatore inoltre potrebbe migliorare la circolazione dell'aria.

Non dimenticarti di girare le uova per circa cinque volte al dì, in questo modo il calore si diffonderà in modo uniforme. Assicurati inoltre che l'umidità sia sempre al 60%, arrivando al 70-75% a circa tre giorni dalla schiusa.

Il pappagallo fa l'uovo senza il maschio?

Il pappagallo femmina non ha bisogno di un maschio per poter deporre un uovo. Va però specificato che se non è presente un maschio nella gabbia le uova risulteranno sterili. La deposizione, inoltre può portare a numerose complicazioni per il tuo pet, in particolare se questo avviene ripetutamente.

Ciò è dovuto al fatto che i pappagalli che depongono delle uova non fecondate tendono a deporne in numero maggiore rispetto a quello che farebbero in natura, andando incontro a problemi di salute.

Si possono toccare le uova degli inseparabili?

È essenziale non toccare mai le uova degli inseparabili, soprattutto nei giorni della schiusa. Il pullo infatti dovrà riuscire a rompere il guscio e uscire da solo.

L'unica operazione che si può compiere è la speratura che consente di individuare le uova fecondate e quelle non fecondate, dividendole per evitare problemi.

CONDIVIDI: