Dove hanno le orecchie le tartarughe?

Dove hanno le orecchie le tartarughe?
Ultima modifica 25.01.2024
INDICE
  1. Le tartarughe hanno le orecchie oppure no?
  2. Dove si trovano le orecchie delle tartarughe di terra?
  3. Che funzione ha la placca cutanea nelle orecchie della tartaruga?
  4. Come funzionano le orecchie delle tartarughe?
  5. Com'è l'udito della tartaruga?
  6. Quanto sentono le tartarughe?
  7. I sensi delle tartarughe

Le tartarughe hanno le orecchie oppure no?

Sono la quintessenza della vita lenta e della pazienza, sono animali molto più tosti di quanto si pensa e hanno carattere da vendere... ma le tartarughe hanno le orecchie? A guardarle da fuori non si direbbe, più che altro perché non sembra ci siano delle "forme" che coincidano con il nostro concetto d'orecchio, ma in realtà le cose non stanno così.

Oggi vi condurremmo in un affascinante viaggio nel sistema uditivo delle tartarughe, ma prima vi ricordiamo di unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e di seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Dove si trovano le orecchie delle tartarughe di terra?

  • Lati della testa;
  • Ricoperte da placca cutanea.

Dunque, sì: le tartarughe hanno le orecchie. O meglio, hanno delle orecchie interne, mentre sono prive delle orecchie esterne. È per questo che c'è chi pensa che non ne abbiano, perché appunto non ci sono "protuberanze" o forme che possano far immaginare la loro presenza chi non ha un occhio ben allenato. 

Per la precisione, le orecchie delle tartarughe sono composte da alcune parti distinte e separate. All'esterno, precisamente ai lati della testa, si trovano dei lembi di pelle (chiamati placche cutanee) che catturano le onde sonore e che coprono l'orecchio interno e l'orecchio medio.

Che funzione ha la placca cutanea nelle orecchie della tartaruga?

  • Cattura le onde sonore
  • Funge da scudo
  • Protegge l'orecchio medio e interno.

La placca cutanea è molto simile al resto della testa della tartaruga, ma se si osserva con più attenzione si potrà notare che la pelle è più sottile e delicata. Questo perché tecnicamente, questo strato di pelle ha il compito di catturare le onde sonore. C'è però da dire che la mancanza di orecchie esterne ha un effetto negativo sulla gamma di suoni che possono sentire.

In ogni caso, le onde sonore catturate dalle placche cutanee vengono trasmesse all'orecchio interno per mezzo dell'orecchio medio, e uno dei compiti di questo piccolo strato di pelle è proprio fungere da scudo, proteggendo il canale uditivo.  

Come funzionano le orecchie delle tartarughe?

Abbiamo parlato di placche cutanee, orecchie interne e orecchie medie... ma come funziona tutto il processo? In sostanza, le placche conducono il suono verso una catena ossiculare a due elementi: da una parte c'è la columella mediale e dall'altra l'extracolumella periferica. La catena porta le onde sonore verso la capsula otica, dove si trovano le terminazioni labirintiche e una papilla uditiva.

Qui si trova anche una piccola apertura che ricevendo il suono provoca un piccolo cambiamento di pressione e permette alla tartaruga di associare i rumori. L'orecchio interno è responsabile dell'elaborazione delle onde sonore e della loro trasmissione al cervello per l'interpretazione. 

Com'è l'udito della tartaruga?

  • Sordo alle alte frequenze;
  • Sensibile alle basse frequenze;
  • In grado di percepire suoni vicini;
  • Non in grado di distinguere rumori lontani.

L'assenza di orecchio esterno e la presenza delle placche cutanee modellano, naturalmente, l'udito della tartaruga. Sia la tartaruga di terra che la tartaruga d'acqua dolce sono sorde alle alte frequenze ma, invece, percepiscono quelle basse con estrema chiarezza, cosa che permette loro di proteggersi dai predatori. 

Le tartarughe sono anche in grado di percepire i suoni vicini e, in qualche modo, di riconoscerli: è per questa ragione che potrebbero associare la nostra voce a qualcosa di positivo e non mostrare segni di paura o d'allarme. Non sono però in grado di percepire rumori troppo lontani.

Quanto sentono le tartarughe?

  • Sentono tra 200 e 750 Hz;
  • Non rispondono ai suoi superiori a 1000 Hz.

Come abbiamo già detto, le tartarughe sono sensibili alle basse frequenze e non alle alte e il loro udito è decisamente diverso rispetto a quello degli esseri umani, che possono invece percepire frequenze comprese tra 20 Hz e 20.000 Hz. Occorre anche precisare che le tartarughe ci sentono meglio quando sono immerse e ciò vale sia per quelle di terra che d'acqua dolce. Le placche cutanee in acqua, infatti, diventano ottime conduttrici del suono 

 

I sensi delle tartarughe

L'udito delle tartarughe non è dei più sensibili e alcuni suoni non vengono percepiti, ma attenzione: non immaginatevi che questi rettili siano del tutto abbandonati a loro stessi. Non potendo contare su un sistema d'ascolto particolarmente sviluppato o articolato, infatti, le tartarughe fanno più affidamento su altri sensi come la vista e l'olfatto.

In particolare la loro vista è spaventosamente acuta: consente loro di vedere colori, forme e motivi, di fare associazioni immediate e di percepire il movimento in maniera accurata. Per ciò che concerne l'olfatto, è proprio questo senso ad aiutarle in particolare a evitare i predatori (che riconoscono proprio per la combinazione di odori).

Non solo: tramite l'olfatto le tartarughe capiscono a distanza dove si trova il cibo, se è commestibile o se è ormai in procinto di marcire e percepiscono quando i/le loro simili sono pronti ad accoppiarsi.