Tartaruga che fa la muta: cosa gli succede

Tartaruga che fa la muta: cosa gli succede
Ultima modifica 15.04.2024
INDICE
  1. Cosa accade in una tartaruga che fa la muta
  2. Perché la tartaruga perde le squame?
  3. Perché la tartaruga cambia colore?
  4. Come pulire il guscio di una tartaruga?
  5. Perché la tartaruga di terra perde pelle?
  6. La tartaruga può perdere il guscio?
  7. Cosa succede se il guscio di una tartaruga si rompe?

Cosa accade in una tartaruga che fa la muta

Le tartarughe sono animali affascianti e complessi che pochi conoscono davvero: esistono infatti alcune specie di tartaruga che fa la muta, e si tratta solo delle tartarughe d'acqua. In generale la muta è naturale in questi rettili acquatici, mentre in quelle di terra la perdita di squame può indicare la presenza di problemi e patologie. Per questo è essenziale conoscere bene questo argomento per prendersi cura al meglio del proprio animale domestico.

Prima di continuare a scoprire la muta nelle tartarughe però ti ricordiamo che puoi unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Perché la tartaruga perde le squame?

  • Ha subito un incidente
  • È stata morsa da un predatore
  • Ha avuto un trauma
  • È stata investita
  • Ha una micosi

La tartaruga di terra, diversamente da quella d'acqua che subisce una desquamazione, non fa la muta del suo guscio. Ciò significa che se il carapace perde delle squame c'è qualcosa che non va.

Se questo problema si presenta dopo il letargo invernale, l'animale potrebbe aver contratto, durante il suo lungo sonno, un fungo. In questo caso sarà essenziale contattare il veterinario per curare l'infezione.

La caduta delle squame spesso può essere legata anche a ferite causate da incidenti – ad esempio l'animale potrebbe essere rimasto incastrato in un cancello oppure potrebbe essere finito sotto la falciatrice - o dal morso di un predatore.

Perché la tartaruga cambia colore?

Alcune specie di tartaruga, come la tartaruga dalle orecchie arancioni, tendono a cambiare colore con l'età. Questi animali da giovani hanno un carapace di colore verde acceso che si scurisce con il tempo, diventando marrone o nero.

Con l'età inoltre i maschi perdono le striature colorate che si trovano sugli scudi, mentre il piastrone, ossia la zona posizionata sotto il carapace, è giallo con delle macchie scure che tendono ad aumentare di dimensione con il tempo.

Come pulire il guscio di una tartaruga?

Pulire il guscio della tartaruga è utile quando in questa zona si creano sedimenti di sporco che, depositandosi, possono dare fastidio all'animale. Gli esemplari nati in cattività infatti non hanno le difese immunitarie alte per questo è essenziale proteggerle occupandosi sia del loro igiene personale che della pulizia dell'habitat in cui si trovano.

Pulire il guscio di una tartaruga è molto semplice. Per farlo ti servirà dell'acqua a temperatura ambiente in un secchio d'acqua poco profondo, uno spazzolino con le setole morbide e un bicchiere per effettuare il risciacquo.

Prima di iniziare le operazioni di pulizia è essenziale ricordare che le tartarughe non amano molto essere maneggiate, dunque è importante seguire alcuni accorgimenti per evitare di causare stress. Ricordati di prendere il guscio da sopra, evitando di rovesciare l'animale a pancia in su. Durante la spazzolatura tieni la tartaruga con una mano e ad una inclinazione di 45°, sempre con la testa rivolta versa l'alto.

Perché la tartaruga di terra perde pelle?

Nelle tartarughe d'acqua e in quelle semi-acquatiche avviene la muta, in particolare del guscio. Gli scuti infatti vengono sostituiti con regolarità attraverso un processo naturale. Questo non accade nelle tartarughe terrestri che non sperimentano la muta.

La tartaruga può perdere il guscio?

Le tartarughe sono gli unici rettili viventi che possiedono delle piastre dorsali e ventrali. Queste strutture costituiscono il guscio, ossia un sistema che serve a proteggere dall'attacco dei predatori le parti molli di questo animale.

Queste piastre non sono costituite tutte dallo stesso materiale, ma da vari tessuti, collagene e cheratina. Troviamo inoltre 38 ossa dermiche che sono disposte a mosaico e che sono divise nelle due zone che costituiscono il guscio ossia il carapace, che costituisce il dorso, formando una cupola, e il piastrone, ossia il fondo piatto che si trova sul ventre.

Da ciò è facile comprendere quanto il guscio sia essenziale per la sopravvivenza di questo animale. Sia nelle specie terrestri che in quelle marine infatti lo scheletro interno è integrato con il guscio. Le vertebre e le costole infatti sono connesse anatomicamente con tutto lo scheletro, inoltre si trovano nella struttura portante del carapace e del piastrone, costituendo un sostegno per le ossa dermiche che creano il guscio.

Cosa succede se il guscio di una tartaruga si rompe?

Il guscio di una tartaruga può rompersi in caso di traumi (che siano dovuti a incidenti o aggressioni di predatori) ed è essenziale, quando accade, intervenire subito.

Le fratture del carapace infatti possono provocare infezioni e successivamente anche la morte dell'animale. La tempestività dunque è d'obbligo: se noti delle rotture nel carapace contattata immediatamente il veterinario per effettuare una visita e scongiurare delle possibili infezioni.

Oltre alle cure immediata sarà poi necessario effettuare una ecografia per scongiurare traumi agli apparati interni. La corazza infatti, come ben sappiamo, poggia sugli organi molli e sullo scheletro.