Come tagliare le unghie al coniglio

Come tagliare le unghie al coniglio
Ultima modifica 28.11.2023
INDICE
  1. Come tagliare le unghie al coniglio
  2. Come tagliare le unghie al coniglio nano
  3. Come tagliare le unghie al coniglio da soli?
  4. Come tagliare le unghie al coniglio che non sta fermo?
  5. Come immobilizzare un coniglio?
  6. Cosa fare se il coniglio non si fa tagliare le unghie
  7. Chi può tagliare le unghie al coniglio?
  8. Tagliare unghie coniglio, costo
  9. Ogni quanto tagliare unghie coniglio
  10. Quando tagliare le unghie al coniglio
  11. Taglio unghie coniglio: cosa fare se esce sangue
  12. Infezione unghia coniglio: come riconoscerla e trattamenti

Come tagliare le unghie al coniglio

Tagliare le unghie al coniglio domestico è importantissimo. Prendersi cura di un amico a quattro zampe è una precisa responsabilità che inizia dal momento dell'adozione e dura tutta la vita. Non solo coccole e carezze, quindi, ma attenzioni alla sua salute a 360 gradi.

La toelettatura delle zampe è fondamentale perché altrimenti Bunny rischia di graffiare sé stesso, gli altri animali presenti in casa e gli umani che convivono con lui. Se in natura, infatti, questo processo avviene in automatico attraverso il contatto con il terreno e la vita selvatica, non è così immediato fra le quattro mura di un appartamento.

Come tagliare le unghie al coniglio nano

  • Gli artigli hanno una forma inclinata, che va considerata quando si decide di tagliare le unghie al coniglio;
  • Sono delicati come quelli dei felini e bisogna conoscere la loro conformazione prima di procedere (la procedura è simile a quella per tagliare le unghie al gatto);
  • Ogni artiglio ha una parte bianca e una rossa che non va toccata per non arrivare alla carne viva.

Individuata la parte oltre la quale si può incidere, è importante sapere quali sono gli accessori giusti. Se si è alla prima esperienza si può chiedere consiglio al veterinario per non sbagliare nell'acquisto del tagliaunghie per conigli.

Fondamentale, per non alterare lo stato d'animo di Bunny è rimanere tranquilli e rilassati. Se si può avere l'aiuto di almeno una persona per gestire l'imprevedibilità dell'animale, è sicuramente meglio.

Questa può iniziare ad accarezzarlo per fargli capire che non c'è nulla da temere. Per tenere la situazione sotto controllo lo si può prendere in braccio e poggiare al petto o tenerlo fermo su un piano comodo per procedere.

L'importante è non fare troppa pressione: il coniglio è un animale estremamente delicato e potrebbe procurarsi delle lesioni interne. La schiena, in tal senso, non va sollecitata, se no si rischia la rottura.

Mentre qualcuno lo tiene fermo secondo le modalità appena indicate, una seconda persona prende il dito per bloccare l'unghia e togliere i peli che le crescono attorno. In questo modo è più facile individuare la parte bianca ed evitare di incidere in corrispondenza della carne viva.

Come tagliare le unghie al coniglio da soli?

  • Appoggiare il coniglio su un tavolo e accarezzalo;
  • Tenerlo con il dorso della mano e prendere la zampa;
  • Con l'altra mano, procedere con il taglio.

Se non ci fosse nessuno disposto ad aiutare nella delicata operazione necessaria per tagliare le unghie al coniglio, ci sono dei piccoli accorgimenti da mettere in atto per farlo da soli ma in sicurezza. Questo si può fare anche con il pet sulle proprie ginocchia, tenendo la testa vicino al gomito e coprendola con il braccio.

Come tagliare le unghie al coniglio che non sta fermo?

Se, nemmeno con i consigli sopracitati si riesce nell'intento, si può ricorrere al metodo dell'asciugamano. Il coniglio, testa esclusa, va avvolto in un telo di spugna per evitare che faccia male a sé stesso o agli altri. Prendendo una zampa per volta, si può procedere con il taglio delle unghie.

Come immobilizzare un coniglio?

  • Tenere il coniglio fermo al petto;
  • Immobilizzarlo con una leggera pressione tenendolo ancorato a un piano,
  • Avvolgerlo in un asciugamano, avendo cura di tenere libere testa e orecchie.

Qualsiasi metodo si scelga per tenere fermo il proprio coniglio, fondamentale è non farlo spaventare. Se vive negativamente questa esperienza, infatti, sarà difficile che si presti una seconda volta senza opporre resistenza e senza rischiare che si faccia male.

Cosa fare se il coniglio non si fa tagliare le unghie

Se, nonostante tutti gli accorgimenti, risulta impossibile tagliare le unghie al coniglio è bene chiedere l'intervento di un esperto che sappia come intervenire senza mettere in pericolo l'incolumità del pet. Soprattutto se si è alla prima esperienza, questa prassi è consigliata anche per vedere all'opera un professionista e vedere dal vivo il procedimento che poi si dovrebbe mettere in pratica a casa.

Chi può tagliare le unghie al coniglio?

La figura più idonea è quella del proprio veterinario di fiducia. Non solo lo ha fatto altre volte, ma ha dimestichezza con Bunny visto che lo avrà già visitato conquistando la sua fiducia in termini clinici. In alternativa, si può chiedere aiuto a un toelettatore esperto in conigli, che sa anche come fare il bagno al coniglio.

Tagliare unghie coniglio, costo

Generalmente si decide di tagliare le unghie al coniglio contestualmente a una visita di controllo, per evitare di stressare inutilmente il coniglio con sedute apposite. In questi casi è altamente probabile che il servizio rientri nei costi del controllo periodico ma, se non si ha già esperienza in merito con il professionista in questione, è sempre meglio informarsi prima per non farsi cogliere impreparati.

Ogni quanto tagliare unghie coniglio

In natura il coniglio scava, fa le buche, corre e conduce uno stile di vita per il quale la manutenzione delle zampe avviene in automatico. Un po' come succede alle unghie dei cani randagi o che stanno spesso fuori a scorrazzare e le limano da soli. Questo però è difficile che avvenga in casa con un roditore che certamente non avrà delle abitudini atletiche di chissà quale tenore.

Gli artigli anteriori crescono più velocemente di quelli posteriori e quindi vanno tagliati molto più spesso. La velocità di ricrescita dipende dalla razza e dallo stile di vita condotto. Per essere sicuri sulle tempistiche bisogna osservare il proprio amico a quattro zampe.  

Quando tagliare le unghie al coniglio

Di norma, gli esperti consigliano di tagliare le unghie al coniglio una volta al mese, un mese e mezzo. Se i tempi di ricrescita sono più lunghi. Ma, al di là delle linee guida, è fondamentale intervenire se si nota che sono piegate o se fanno rumore quando Bunny cammina sul pavimento: vuol dire che sono troppo lunghe.

Taglio unghie coniglio: cosa fare se esce sangue

Tagliare le unghie al coniglio è un processo delicato e che richiede attenzione. Se, nonostante tutte le precauzioni prese, si lacera la parte viva è importante fermare subito il sangue con un laccio emostatico. In assenza di questo, si può usare - a mo' di cicatrizzante istantaneo – della farina di frumento.

Infezione unghia coniglio: come riconoscerla e trattamenti

Intervenire presto evita di incorrere in successive infezioni. Ma se si dovessero notare gonfiori, ferite con pus o uno stato di salute anomalo è bene contattare lo specialista e fare visitare il coniglio per capire cosa succede e quali sono le terapie idonee in base alla situazione specifica.