Caring

Tartarughe d'acqua dolce: quanto crescono?

Tartarughe d'acqua dolce: quanto crescono?
Ultima modifica 01.03.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Quanto crescono le tartarughe d'acqua dolce e perché è importante saperlo
  2. Cosa sapere sulle tartarughe d'acqua dolce?
  3. Quanto può diventare grande una tartaruga di acqua dolce?
  4. Crescita delle tartarughe d'acqua dolce più comuni
  5. Come crescono le tartarughe d'acqua dolce?
  6. Cosa mangia una tartaruga d'acqua dolce?
  7. L'acquario per le tartarughe d'acqua dolce
  8. Quanto ci mette una tartaruga d'acqua a crescere?
  9. Come allevare una tartaruga d’acqua dolce durante la sua crescita

Quanto crescono le tartarughe d'acqua dolce e perché è importante saperlo

Vi siete mai domandati quanto crescono le tartarughe d'acqua dolce? È molto importante saperlo se le allevate in casa, vi occupate di loro e dovete organizzare il loro spazio vitale in un acquario.

La dimensione che possono raggiungere le tartarughe acquatiche (di acqua dolce e non) dipende dalla specie, come per molti altri animali considerati domestici. E proprio a questo proposito va ricordato che non tutte le tartarughe di acqua dolce si possono tenere in casa, non solo per le dimensioni, ma per il rispetto del loro habitat naturale e della conservazione di alcune specie.

Prima di entrare nel dettaglio sulla crescita di questi rettili, vi ricordiamo che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Cosa sapere sulle tartarughe d'acqua dolce?

Prima di scendere nel dettaglio della crescita delle tartarughe d'acqua dolce, è bene che sappiate alcune cose fondamentali. La prima riguarda la loro aspettativa di vita: sono animali longevi e si adeguano anche la vita in cattività, vivendo fino a 30 anni. È fondamentale però che siano tenute con la dovuta cura e che vengano tenute sotto controllo, perché non hanno un linguaggio esplicito come quello di cani e gatti.

Poi, è sicuramente possibile tenerle in casa, ma è essenziale che abbiano tutto ciò di cui hanno bisogno: proprio riguardo questo scenderemo poi nel dettaglio, parlandovi della loro alimentazione e dell'habitat in cui è necessario che vivano.

Quanto può diventare grande una tartaruga di acqua dolce?

  • 20-30 cm per le tartarughe dalle orecchie rosse;
  • 10-18 cm per la testuggine palustre dipinta;
  • 8-25 cm per le tartarughe geografiche;
  • 8-13 cm per le tartarughe muschiate.

Tenute presenti le condizioni che abbiamo citato nel paragrafo precedente, andiamo alla dimensione che possono raggiungere le tartarughe d'acqua dolce, specificando ancora una volta che la loro grandezza dipende dalla specie. È importante notare che gli intervalli di dimensioni indicati sopra sono approssimativi e possono variare da animale ad animale.

Inoltre, il tasso di crescita e le dimensioni possono essere influenzati da altri fattori. Fornire cure adeguate, tra cui un acquario adeguato, una dieta equilibrata e pratiche di allevamento idonee alla specie specifica, possono contribuire alla crescita e allo sviluppo sani delle tartarughe di acqua dolce.

Crescita delle tartarughe d'acqua dolce più comuni

Come abbiamo già accennato, la crescita della tartaruga dipende anche dalla specie a cui appartiene. Di seguito elencheremo le più comuni e popolari e il loro livello di crescita. 

Tartarughe dalle orecchie gialle (Trachemys scripta scripta)

Tartaruga dalle orecchie gialle Shutterstock

Le tartarughe dalle orecchie gialle sono una delle specie di tartarughe domestiche più popolari. Da adulti possono raggiungere una dimensione media di 20-30 cm di lunghezza del guscio, con le femmine più grandi dei maschi. Tuttavia, in alcuni casi, possono raggiungere dimensioni fino a 30-38 cm o poco più. Va ricordato che le tartarughe dalle orecchie rosse, invece, sono una specie protetta, e in Italia la loro importazione è vietata dal 1997.

Testuggine palustre dipinta (Chrysemys picta)

Testuggine Dipinta Shutterstock

La testuggine palustre dipinta, detta anche tartaruga dipinta, (Chrysemys picta) è una specie molto comune. Generalmente raggiungono una dimensione da 10 a 18 cm di lunghezza del guscio, con le femmine più grandi dei maschi anche in questo caso. Alcune tartarughe dipinte possono diventare leggermente più grandi, da 20 a 23 cm.

Tartaruga geografica (Graptemys)

Tartaruga geografica Shutterstock

Le tartarughe geografiche, meno diffuse in Italia, sono un gruppo eterogeneo di specie e le loro dimensioni possono variare. In media, la lunghezza del guscio può variare da 8 a 25 cm, a seconda della specie specifica. Come sempre le femmine sono generalmente più grandi dei maschi.

Tartaruga muschiata (Sternotherus odoratus)

Tartaruga muschiata Shutterstock

La tartaruga muschiata o tartaruga del muschio comune, nota anche per il suo forte odore a volte sgradevole, è ufficialmente tra le tartarughe acquatiche più piccole. In genere raggiunge dimensioni da 8 a 13 cm di lunghezza del guscio.

Come crescono le tartarughe d'acqua dolce?

  • Corretta alimentazione;
  • Spazio necessario.

Nei precedenti paragrafi abbiamo più volte battuto sul fatto che le tartarughe d'acqua dolce necessitano anche di specifiche cure, perché la loro crescita dipende anche da fattori esterni. I fattori in questione sono il tipo di nutrimento che forniremo loro e lo spazio in cui possono muoversi e vivere.

Cosa mangia una tartaruga d'acqua dolce?

Un'alimentazione adeguata, dunque, è fondamentale per far crescere forti e sane le nostre tartarughe d'acqua dolce. Certo, per indicazioni più precise sui cibi che la specie di tartaruga d'acqua dolce che adotterete deve mangiare è sempre bene chiedere consiglio al veterinario, ma in generale possiamo dirvi che questi rettili possono consumare pesci (come latterini, alborelle, cefaletti e occasionalmente anche salmone, sardine e alici).

Ancora, possono mangiare insetti (larve di zanzara, grilli, camole) e possono anche consumare alimenti di origine vegetale (radicchio, ortica, malva, fiori di hibiscus e cicoria) e in piccole quantità e di rado anche carni bianche come il pollo e frutta.

L'acquario per le tartarughe d'acqua dolce

Riguardo allo spazio necessario per far crescere la tartaruga d'acqua dolce, è fondamentale che questo rettile abbia un acquaterrario, un habitat indispensabile che le fornisce la quantità d'acqua corretta per farle nuotare e immergersi completamente se lo desiderano.

Man mano che la tartaruga cresce, inoltre, l'acquaterrario va sostituito con uno di dimensioni idonee. Attenzione che l'habitat abbia anche delle zone emerse, necessarie per fare in modo che la tartaruga faccia basking, ossia si riscaldi al sole assorbendo i suoi raggi UV, altra cosa che ne favorisce la crescita.

Quanto ci mette una tartaruga d'acqua a crescere?

  • Circa 5 anni.

Le tartarughe d'acqua dolce hanno una crescita molto veloce, per questo è importante comprare una vasca o acquario grande sin da subito. Vivendo più di 30 anni, alcune specie possono raggiungere (e persino superare) i 30 cm di dimensioni. In soli cinque anni, se le acquistiamo da cuccioli, possono raggiungere le dimensioni massime, o comunque il doppio di quelle originali. Di regola, sono gli esemplari femminili in grado di raggiungere le dimensioni maggiori.

Come allevare una tartaruga d’acqua dolce durante la sua crescita

  • Vasca lunga almeno 10 volte la lunghezza del carapace
  • Piccolo rifugio nella vasca
  • Giusta quantità d'acqua
  • Temperatura dell'acqua

Come abbiamo visto, a seconda delle specie le tartarughe di acqua dolce possono assumere dimensioni differenti. Per questo sarà importante garantire loro l'adeguato spazio.

Se si decide di comprare una tartaruga d'acqua dolce dobbiamo pensare a ricreare l'habitat giusto per questo animale, adoperandoci con una vasca della grandezza opportuna. Ma qual è la grandezza opportuna? In linea di massima bisogna garantire una vasca della lunghezza minima uguale a circa dieci volte la lunghezza del carapace della tartaruga. L'acqua dev'essere alta più del doppio della lunghezza della tartaruga. Infine, per mantenere la temperatura dell'acqua costante e idonea al nostro animale, è bene munirsi di un termoriscaldatore, facendosi consigliare nei negozi specializzati.

CONDIVIDI: