Quando cambiano i denti i cani?

Quando cambiano i denti i cani?
Ultima modifica 05.02.2024
INDICE
  1. Cambio denti nei cani: quando e come accade?
  2. Come capire se il cane ha cambiato i denti?
  3. Quanto dura il cambio denti cane?
  4. Cosa fare quando il cane cambia i denti?
  5. Cambio denti del cucciolo: i sintomi

Cambio denti nei cani: quando e come accade?

Chiunque abbia mai avuto un amico a quattro zampe sa bene che i cani cambiano i denti. Questa non è infatti una prerogativa degli esseri umanai nel mondo animale, anzi. Vediamo nel dettaglio quando ciò si verifica, rispondendo alle principali domande dei proprietari.

Un processo che per alcuni cuccioli può essere fastidioso. È dunque preferibile farsi trovare ben preparati per questa situazione inevitabile. Di seguito troverete tutte le informazioni del caso ma sappiate, però, che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Come capire se il cane ha cambiato i denti?

  • Mucose rosse e gonfie;
  • Salivazione aumentate;
  • Nervosismo;
  • Alito cattivo.

I cani cambiano i denti, come detto, ma ciò non avviene di colpo e senza alcun preavviso. Occorre prestare attenzione ai sintomi, che di fatto annunciano questa fase di maturazione nell'animale. Cambiare i denti vuol dire perdere i denti da latte. Questi hanno già inciso le gengive, certo, ma l'infiammazione si scatena comunque anche per la dentatura definitiva. Ciò si traduce in sensazioni di dolore in alcuni esemplari e di semplice fastidio in altri.

Mucose rosse e gonfie, con l'animale che potrebbe perdere più saliva del solito. In generale, si riscontrerà nel cane un certo livello di nervosismo insolito. Si potrebbero anche notare delle macchie di sangue sui giochi che usa di solito, così come nella cuccia. Meglio affidarsi a tali indizi, perché la ricerca di denti da latte in giro per casa potrebbe essere infruttuosa. Molti cani infatti li ingoiano.

Altro sintomo ben chiaro è dato dal cattivo alito. Si avverte un odore molto forte quanto i denti da adulto iniziano a spuntare. Ciò a causa del proliferare dei batteri. Si consiglia dunque di mantenere la zona pulita, evitando oggetti come sassi, bastoni e cose dure, che potrebbero danneggiare le gengive.

Quanto dura il cambio denti cane?

  • Da 2 a 8 mesi.

I cani cambiano i denti quando sono ancora cuccioli. Con questo non si intende la fase in cui risultano essere di fatto dei neonati. Nascono senza denti, è importante saperlo, per poi averne 28 da latte una volta raggiunta la terza settimana di vita, circa.

Sono dentini molto aguzzi, che cadono in maniera graduale a partire dalla dodicesima settimana d'età, circa. Si tratta di un processo generalmente graduale, che varia da razza a razza ma, a dire il vero, anche da soggetto a soggetto. I tempi massimi, alquanto rari, sono di otto mesi per la totale sostituzione della dentatura.

Nella maggior parte dei casi, infatti, verso il settimo mese il tutto può dirsi completato. In questo periodo crescono anche gli ultimi molari. Col passare degli anni, ovviamente, si assisterà a una nuova caduta dei denti, parziale. Fa parte del processo di invecchiamento.

Verso i dieci anni potrebbero cadere i picozzi, ovvero i denti davanti. Ciò dipende anche dall'usura o scarsa igiene orale. Tra i 12 e i 16 anni, invece, potrebbero cadere gli incisivi. I canini sono fondamentali per la sopravvivenza dell'animale, per questo sono gli ultimi a cadere. Ciò avviene intorno ai 20 anni dell'animale.

Cosa fare quando il cane cambia i denti?

  • Ammorbidisci il cibo;
  • Congela del cibo e faglielo masticare;
  • Tieni d'occhio lo stato delle gengive.

Come detto, si tratta di un processo naturale. Nella maggior parte dei casi i denti da latte vengono ingeriti e ciò vuol dire che non c'è neanche bisogno di occuparsi di ricerche approfondite in giro per casa. Per favorire la transizione, se il cucciolo sembra particolarmente agitato, è possibile ammorbidire il cibo.

Si può anche congelarne un po' (snack alla carne, per esempio), in modo che Fido possa masticarlo e trovare un po' di sollievo per il freddo. È sempre bene tenere d'occhio lo stato delle gengive e valutare tutto il processo di caduta, perché in alcuni casi potrebbero però esserci delle complicazioni.

Alcuni cani possono sperimentare grandi problemi e forti dolori. Il caso più comune è la mancata caduta. Ciò vuol dire che i denti definitivi spingono per uscire ma sono impossibilitati. Non c'è spazio per loro. Crescono dunque storti nei pressi di quelli da latte. Ciò avviene spesso in casi di traumi e disturbi dello sviluppo della mascella. Particolarmente soggette a problemi sono le razze di piccola taglia. In caso di problemi di caduta per i denti da latte, rivolgersi a un veterinario di fiducia. Sarà lui a procedere con l'estrazione manuale.

Cambio denti del cucciolo: i sintomi

  • Rifiuto del cibo;
  • Difficoltà di masticazione;
  • Diarrea;
  • Svogliatezza;
  • Nervosismo o irritabilità.

Il cambio dei denti può tanto arrivare silenzioso quanto mostrarsi con svariati sintomi. Occorre in primis prestare attenzione al rifiuto dei cibi che generalmente l'animale adora, in particolare quelli secchi. Si potranno anche notare difficoltà di masticazione, con piccoli guaiti, e in alcuni casi della diarrea.

Non è però finita qui. Come detto, molto cambia da cane a cane. Non è da escludere una certa svogliatezza in alcuni esemplari. Quelli che accusano dolore alle gengive, tra infiammazione e arrossamento, soffriranno probabilmente anche di mal di denti in questo caso. Condizioni preoccupanti, di certo, se al dolore si aggiunge un innalzamento della temperatura, così come un prolungato dolore addominale. L'ultimo simbolo evidente è una generale irrequietezza del cucciolo.

Per supportare l'animale in questa fase delicata si consiglia di rendere il mangiare un'esperienza non dolorosa. Ciò vuol dire evitare qualsiasi sorta di trazione, che potrebbe generare dolore o danni alla dentatura. Alcuni cani potrebbero apprezzare enormemente un massaggio lieve alle gengive. Sarebbe il caso di effettuare un test, con molto attenzione. In generale, concludendo, si consiglia di proporre all'animale del cibo umido. In assenza, sarebbe consigliabile immergerlo in un po' d'acqua fredda per facilitare l'animale.