Caring

Quando si dovrebbe addestrare il cane?

Quando si dovrebbe addestrare il cane?
Ultima modifica 13.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. A quale età si può addestrare il cane?
  2. Quando si inizia l'addestramento di un cane?
  3. Quando iniziare a dare i comandi al cucciolo?
  4. Quando i cani iniziano ad obbedire?
  5. Quando è troppo tardi per addestrare un cane?
  6. Quanto costa addestrare un cane?
  7. Come educare un cucciolo di cane a fare i bisogni?
  8. Come educare un cucciolo di cane a non mordere?

A quale età si può addestrare il cane?

La risposta alla domanda su quando addestrare il cane è piuttosto semplice: i cani possono essere educati a tutte le età. Curiosi e attivi per natura, diventano recettivi alle nostre richieste già a partire dai due mesi, e lo restano per tutta la vita.

D'altronde il rapporto che sviluppa con il suo umano di riferimento è molto profondo, e vivere in armonia con il branco è una delle priorità assolute nella vita di un cane.

Quando si inizia l'addestramento di un cane?

  • 2-4 mesi (primi comandi);
  • 4-6 mesi (ulteriori regole e trucchi).

Quando un cucciolo di cane arriva in casa, è fondamentale indirizzarlo verso i comportamenti che gli permetteranno di avere una vita felice e rilassata insieme alla sua nuova famiglia. Il cucciolo deve imparare a non fare i bisogni in casa, a non abbaiare senza motivo e soprattutto deve capire che mordere e mordicchiare non è la giusta forma di comunicazione da utilizzare con gli umani.

Parliamo dell'educazione del cane, una pratica costante che inizia con l'introduzione alle regole di base della convivenza e che durerà per tutta la vita, acquisendo un ruolo importante anche nella costruzione del rapporto tra cane e padrone. Questo tipo di addestramento dovrebbe iniziare non appena in cucciolo arriva in casa: i primi comandi possono essere recepiti già a partire da 2-4 mesi di età.

Ogni cane avrà i suoi tempi, e anche la razza può avere la sua importanza, ma in linea generale si può dire che tra i 4 e i 6 mesi d'età sarà particolarmente propenso ad imparare nuove cose dal suo umano di riferimento, quindi questo è il momento migliore per iniziare l'addestramento base (stare seduto, non mordere, non tirare il guinzaglio, fare i bisogni fuori, etc.).

Quando iniziare a dare i comandi al cucciolo?

  • 6-7 mesi.

Il cane è in grado di comprendere i comandi già a tre mesi di età, imparando a rispondere a richieste semplici come "seduto" e "resta". Per un'educazione più avanzata è necessario aspettare che il cane raggiunga i 6-7 mesi di età: quando è molto piccolo, infatti, è pronto ad imparare ma può distrarsi molto facilmente.

Superati i 6 mesi di età, il cucciolo può essere introdotto a comandi ed attività più complesse, come le discipline sportive o l'obedience. In ogni caso, è bene ricordarlo, educare ed addestrare un cane è un lavoro che richiede dedizione e una buona dose di pazienza: con i cuccioli, l'addestramento deve essere collegato quanto più possibile al gioco e potrebbe necessitare di più tempo del previsto.

Non bisogna demordere, ma continuare a presentare al cucciolo una routine e dei comandi ben definiti, in modo che possa orientarsi senza confusione tra le nostre richieste.

Quando i cani iniziano ad obbedire?

I cani iniziano ad obbedire agli umani intorno ai due mesi, età a cui possono essere separati dalla cucciolata: fino a quel momento, il compito educativo spetta a genitori e fratelli del cucciolo. A partire dai due mesi, il cane può essere esposto a diversi stimoli e contesti, incluse le attività con gli umani.

Tra i 2 e i 4 mesi di età, il cucciolo potrebbe avere difficoltà a seguire i comandi e fare qualche guaio in giro per casa: ciò non significa che non sta imparando, ma soltanto che sta mettendo a punto gli strumenti che gli permetteranno di vivere in armonia nella sua nuova casa.

Quando ha all'incirca 5 mesi, il cucciolo entra in quella che alcuni chiamano la fase dell'"adolescenza", caratterizzata dal cambio dei denti e dalla socializzazione con umani e altri cani. A quest'età, il cucciolo inizia a capire come obbedire e a distinguere cosa fare e cosa non fare. Ci vorrà del tempo per prendere le misure, ma l'avventura è ufficialmente iniziata.

Quando è troppo tardi per addestrare un cane?

Non è mai troppo tardi per addestrare un cane: questi animali sono in grado di essere educati a qualunque età. D'altro canto, l'educazione del nostro amico è un percorso costante che va rinnovato ogni giorno: il cane impara ogni giorno qualcosa osservando il proprio umano di riferimento, e questo durerà per tutta la sua vita.

L'educazione e l'addestramento di un cane adulto potrebbe essere leggermente più complessa rispetto a quella di un cucciolo: esattamente come avviene con noi umani, infatti, i giovani apprendono molto più velocemente e con maggiore facilità rispetto agli individui più avanti con gli anni. Ci vorrà quindi molta pazienza, soprattutto se il cane ha già una routine e delle abitudini radicate, ma lo sforzo sarà certamente ripagato.

Quanto costa addestrare un cane?

Se per addestrare il nostro cane vogliamo rivolgerci a un professionista, dovremmo preventivare un costo che va dai 200 ai 700 euro al mese circa. Le singole lezioni costano tra le 30 e le 60 euro, e per un addestramento di base sono necessarie almeno 7-12 sessioni con l'addestratore cinofilo.
I prezzi possono comunque variare in base al tipo di lavoro richiesto e al professionista scelto.

Come educare un cucciolo di cane a fare i bisogni?

Innanzitutto offrendo al cane il maggior numero possibile di occasioni per uscire e fare i suoi bisogni (idealmente al risveglio, prima di andare a dormire e dopo ogni pasto, almeno finché è piccolo).

Educare il cucciolo a non fare i bisogni sul pavimento è fondamentale perché, come si scopre ben presto, i cuccioli possono fare la pipì anche più di 10 volte al giorno, motivo per cui è importante affrontare il problema sin dai primi giorni. Come? 

È molto utile stabilire un'area pipì anche in casa, magari aiutandosi inizialmente con dei tappetini igienici: se proprio non si può uscire dopo ogni pasto, è bene accompagnare il cucciolo nell'area toilette, in modo che inizia a riconoscerla e distinguerla dal resto della casa. Affinché questo funzioni, è importante premiarlo ogni volta che fa la pipì nel punto giusto e fare in modo che la zona dei bisogni sia sempre pulita.

Come educare un cucciolo di cane a non mordere?

  • Farlo giocare;
  • "Guaire" quando morde;
  • Ritrarsi.

Tra le prime cose da insegnare al cucciolo appena arrivato c'è l'uso del morso: finché vive con la mamma e i fratelli, il cane comunica anche mordicchiando i suoi simili, perciò quando arriva in casa è importante fargli capire che quello non è il modo per esprimersi con la sua nuova famiglia.

Educare il cane a non mordere non è difficile: innanzitutto bisogna insegnargli a non stringere, senza punire i morsi delicati tipici del gioco e della comunicazione. Per farlo, è sufficiente emettere un guaito ogni volta che il cucciolo morde con troppa intensità: capirà di aver fatto qualcosa di sbagliato (e doloroso per il suo amico), e inizierà a lavorare sul controllo della forza. La stessa strategia funziona per educarlo a non usare i denti sulla pelle.

Se volete sapere tutto sul mondo dei nostri amici animali non dimenticate di seguire il nostro profilo Instragram e di unirvi al nostro canale Whatsapp, una fonte inesauribile di notizie e consigli su salute e benessere di tutta la famiglia.

CONDIVIDI: