Quali sono le razze di gatti più strane al mondo

Quali sono le razze di gatti più strane al mondo
Ultima modifica 06.02.2024
INDICE
  1. Gatti strani: i più particolari al mondo
  2. Le 10 razze di gatti più strane al mondo
  3. Gatti: le razze pregiate più costose
  4. Qual è la razza di gatto più rara?
  5. Razze di gatti giganti: quali sono
  6. Quali sono i gatti più coccolosi?
  7. Qual è la razza di gatto più tranquilla?
  8. Qual è il gatto più buffo al mondo?

Gatti strani: i più particolari al mondo

Rispetto ai cani, i gatti possono sembrare molto simili tra loro: sono tutti più o meno della stessa dimensione, il loro pelo non presenta quasi mai caratteristiche particolari e anche in termini di comportamento non sembrano esserci grandi differenze tra una razza e l'altra. Chi conosce bene i gatti, però, sa che ogni gatto è un mondo a parte e che i piccoli felini possono essere piuttosto strani: esistono gatti dal pelo riccio, gatti bassotti, con le orecchie arricciate e addirittura razze create esclusivamente in laboratorio.

Prima di scoprire quali sono le razze di gatti più strane al mondo, però, non dimenticate di unirvi al nostro Canale Whatsapp e di seguire il nostro profilo Instagram per non perdere neanche una notizia sui nostri amici pelosi.

Le 10 razze di gatti più strane al mondo

  • Selkirk Rex, il gatto dal pelo riccio;
  • Sphynx, il gatto senza pelo;
  • Scottish Fold, che è anche tra i gatti più intelligenti;
  • Ashera, il gatto più grande e costoso del mondo;
  • Gatto Munchkin, o gatto bassotto;
  • LaPerm, dal pelo riccio e lungo;
  • Peterbald, noto come "il Siamese nudo";
  • American Curl Cat, il gatto con le orecchie arricciate all'indietro;
  • Devon Rex;
  • Japanese Bobtail, il micio con la coda mozza.

Tra le razze di gatti più strane al mondo, non possono mancare quelle con il pelo più particolare: a cominciare dal Selkirk Rex, rarissimo gatto dal pelo riccio, e dal LaPerm, il "gatto con la permanente", una razza di origine statunitense originata da una cucciolata nata in una fattoria dell'Oregon. A proposito di pelo, non si possono non citare il Devon Rex e lo Sphynx, il gatto senza pelo più famoso. Da quest'ultimo origina un'altra razza tra le più particolari: il gatto Peterbald, nato in Russia dall'incrocio di un Don Sphynx e di un Siamese.

Tra le razze di gatti più strane al mondo c'è sicuramente il Gatto Munchkin, o gatto bassotto, caratterizzato da zampe estremamente corte che gli permettono di assumere posture a dir poco originali. Un altro campione delle pose è lo Scottish Fold: il micio con le orecchie piegate in avanti, infatti, preferisce sedersi con la schiena dritta e le zampe stese in avanti.

Il gatto più strano del mondo, però, che è anche quello più raro e costoso, è l'Ashera: un enorme gatto ipoallergenico creato in laboratorio da una società di biotecnologie statunitense incrociando il gatto domestico con felini selvatici non meglio specificati.

Gatti: le razze pregiate più costose

  • Ashera, il gatto più costoso del mondo;  
  • Savannah: le prime generazioni costano fino a 20mila euro;
  • Caracat, dai 3mila ai 20mila euro;
  • Bengala, fino a 10mila euro;  in media per acquistare un esemplare di Bengala si parte dai 1000-1200 euro;
  • Toyger, dai 1.500 ai 5mila euro;
  • Sphynx, può costare fino a 3mila euro; 
  • Sokoke,  o "African Shorthair", costa almeno 1.500 euro.

Il gatto più raro e costoso del mondo è l'Ashera, razza ibrida creata in laboratorio nel 2006 e che, in quanto sterile, viene riprodotta esclusivamente in laboratorio. Un esemplare di questa razza costa circa 22mila dollari, ma può arrivare a superare i 120mila dollari.

Tra i possibili progenitori dell'Ashera, il Savannah rientra a pieno titolo tra le razze più costose: se è vero che per un esemplare di quarta generazione raramente costa più di 3mila euro, uno di prima generazione (cioè servalo al 50%) può costare anche 20mila euro. Seguono altre razze ibride: il Caracat, problematico incrocio di gatto e lince, e il Bengala, che può arrivare a costare 10mila euro per gli esemplari "migliori".

Altre razze piuttosto costose sono il Toyger (noto come la "tigre in miniatura"), il Sokoke e l'amatissimo Sphynx, con prezzi che partono da 1.500 euro. Sulla fascia appena inferiore, troviamo Maine Coon, British Shorthair, Kanaani e Balinese, con prezzi che si aggirano attorno ai 1.000-1.500 euro.

Qual è la razza di gatto più rara?

  • Ashera

La razza di gatto più rara è l'Ashera, un ibrido felino ipoallergenico creato in laboratorio dalla società statunitense di biotecnologie Lifestyle Pets incrociando il gatto domestico con i felini selvatici. L'Ashera, un gatto gigante che pesa mediamente 15 chili, è sterile e viene riprodotto solo in laboratorio: per ottenere un esemplare di questa razza ci sono addirittura dei tempi d'attesa, che possono arrivare a diversi mesi.

Data la sua natura selvatica e la mole piuttosto imponente l'Ashera è considerato un animale pericoloso, e in quanto tale rientra tra gli animali che non è possibile detenere in Italia ai sensi del Decreto del Ministero Ambiente 19/04/1996.

Razze di gatti giganti: quali sono

Non tutti i gatti sono propriamente definibili "piccoli" felini: escludendo gli ibridi giganti come Savannah e Bengala, tra le razze di gatti più grandi troviamo l'adorabile e coccolone Maine Coon, un micione che può superare tranquillamente i 10 chili di peso, e il Turco Van, un bestione a volte scontroso e molto amante dell'acqua che può arrivare a 9 chili.

Sono gatti piuttosto grandi anche i Chausie, che infatti provengono dall'incrocio di un gatto della giungla con un gatto domestico, e il dolce Ragdoll, che può pesare anche più di 9 chili.

Quali sono i gatti più coccolosi?

  • Siamese;
  • Ragdoll;
  • Scottish Fold;
  • Maine Coon;
  • Sacro di Birmania.

La lista delle razze di gatti più affettuose non può aprirsi che con il Siamese, il gatto che forse più di ogni altro manifesta un costante bisogno di coccole e attenzioni, tanto che alcuni esperti consigliano di adottarli in coppia se non si è certi di potergli dedicare una sufficiente dose di baci e carezze.

Anche il Ragdoll, il cui nome significa "bambola di pezza", adora gli umani: il suo temperamento docile e coccolone lo rende una delle razze più adatte a crescere in compagnia di bambini piccoli. Un altro gatto che vive in aperta simbiosi con il suo inseparabile padrone è lo Scottish Fold: lo abbiamo visto di recente a London Leicester Square, quando la modella Claudia Schiffer si è presentata sotto i riflettori con Chip, il suo Scottish Fold, all'interno di uno zainetto.

Affettuosi e coccoloni sono anche i Maine Coon, tra i gatti che che dimostrano in maniera più palese vicinanza e affetto, e il Sacro di Birmania, da sempre sinonimo di fedeltà e affetto nei confronti degli umani.

Qual è la razza di gatto più tranquilla?

Nonostante sia impossibile determinare la razza di gatto più tranquilla in assoluto, esperti e possessori di gatti sembrano concordare sul fatto che Ragdoll, Certosino e Persiano siano razze particolarmente docili e adatte alla vita d'appartamento. Il temperamento di un gatto però dipende da diversi fattori, che non sono soltanto genetici: le esperienze vissute e gli stimoli ambientali hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo della personalità del gatto.

Qual è il gatto più buffo al mondo?

Secondo i social, sembrerebbero non esserci dubbi: i gatti arancioni sono i più buffi in assoluto, e i più propensi a fare cose sciocche e molto divertenti da guardare. Tra le razze più buffe, però, vanno citati anche l'Abissino e il Certosino, gatti che adorano essere al centro dell'attenzione - che si conquistano spesso con pose e comportamenti buffi.

Anche lo Sphynx, tra le razze di gatti più strane del mondo, può essere una fonte inesauribile di scenette esilaranti e pose in grado di farci rivalutare l'idea di gatto come creatura elegante.