Piodermite nel Cane: è contagiosa? Come si prende e rimedi

Piodermite nel Cane: è contagiosa? Come si prende e rimedi
Ultima modifica 12.02.2024
INDICE
  1. Generalità
  2. Cos'è
  3. Cause
  4. Sintomi
  5. Diagnosi
  6. Terapia e Rimedi
  7. Prognosi

Generalità

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2024/02/12/piodermite-cane-orig.jpeg Shutterstock

La piodermite del cane è un'infezione della pelle, dovuta all'azione di batteri, che colpisce prevalentemente certe razze (es: il Bulldog o il Pastore tedesco).

La piodermite del cane può essere dovuta ad allergie, infezioni parassitarie, malattie endocrine o patologie del sistema immunitario. Di solito, è una condizione secondaria ad altre affezioni.

I sintomi sono svariati e includono: arrossamento, prurito, gonfiore, croste, papule, protuberanze, perdita di pelo, chiazze di pelle secca ecc.

Per una diagnosi corretta, anamnesi ed esame obiettivo sono importanti, ma spesso servono indagini più specifiche, quali per esempio l'esame citologico, i test colturali ecc.

La terapia si fonda principalmente sull'uso di antibiotici.

Cos'è

Piodermite nel Cane: in cosa consiste?

La piodermite del cane è un'infezione della pelle di origine batterica.

La parola "piodermite" deriva da:

  • Pio: nel linguaggio scientifico, si riferisce al pus, il classico fluido cremoso che si forma in sede di infezione.
  • Dermite: nel linguaggio medico, indica un'infiammazione della pelle (da notare il suffisso -ite).

I cani sono alquanto predisposti verso questa patologia, per vari motivi; eccone alcuni:

  • La loro pelle possiede una barriera esterna più sottile;
  • Sempre la loro pelle presenta un pH più elevato rispetto ad altri animali domestici, il che vi favorisce la crescita di batteri nonché l'invasione di nuovi batteri.

Cause

Cosa provoca la Piodermite nel Cane?

Nella maggior parte dei casi, la piodermite del cane è una patologia secondaria a un'altra condizione, che può essere:

Per lo sviluppo della piodermite è fondamentale anche che sulla pelle ci sia un'abrasione o una ferita, che permetta l'ingresso dei batteri all'interno del corpo; anche le ferite dovute all'esposizione cronica all'umidità potrebbero favorire la condizione, così come le alterazioni delle popolazioni batterica della pelle o dell'apporto sanguigno in una determinata area.

Piodermite nel Cane: quali razze sono più colpite?

Tutti i cani possono sviluppare piodermite; tuttavia, il disturbo si osserva più frequentemente in determinate razze tra cui:

  • Pastore tedesco;
  • Shar-Pei cinese e altre razze similari con pelle flaccida e pieghe cutanee;
  • Pechinese, Carlino, Bulldog e Boxer, per via delle pieghe cutanee presenti sul viso;
  • Spaniel, per via delle pieghe labiali;
  • Border Collie e cane da pastore Shetland.

Fattori di rischio

Sono più a rischio di piodermite i cani appartenenti a razze dalle caratteristiche pieghe cutanee e pelle flaccida e i cani con tendenza a grattarsi e leccarsi frequentemente.

Perché le pieghe cutanee favoriscono la piodermite?

Le pieghe cutanee favoriscono la piodermite perché sono aree a rischio umidità, la quale rappresenta un fattore favorente la proliferazione batterica.
Un eccesso di batteri, combinato magari ad altre condizioni favorenti, può indurre un'infezione come la piodermite.

Quale batterio causa Piodermite nel Cane?

Il 90% dei casi di piodermite del cane è dovuto al batterio Staphylococcus pseudintermedius. Nella normalità, questo microbo colonizza abitualmente la pelle dei cani ed è innocuo; diventa responsabile di infezioni quando qualcosa altera l'equilibrio cutaneo dell'animale (es: una ferita, il sistema immunitario poco efficiente, l'instaurarsi di un ambiente favorevole ecc.) e ne favorisce la proliferazione.

Altri batteri da segnalare sono:

Piodermite del Cane: è contagiosa?

Nella maggior parte dei casi, la piodermite del cane non è contagiosa, né per gli altri cani né per l'essere umano.

Tipi di Piodermite del Cane

Esistono vari tipi di piodermite del cane; ecco le varie tipologie:

  • Piodermite di superficie;
  • Piodermite superficiale;
  • Piodermite profonda.

Piodermite di superficie

Colpisce lo strato più superficiale della pelle del cane (epidermide).
L'infezione si manifesta con pelle rossa, irritazione e perdita di peli.
Esistono vari sottotipi di piodermite di superficie:

  • Dermatite piotraumatica. A rapida insorgenza, si caratterizza per forte prurito.
  • Intertrigine. L'infezione riguarda le pieghe della pelle. È una variante comune per esempio nei Bulldog.
  • Sindrome da eccessiva crescita batterica. In presenza di questa forma dell'infezione, la pelle si presenta grassa, pruriginosa e puzzolente. Interessa soprattutto la parte inferiore del corpo.

La piodermite di superficie è la variante più facile da curare.

Piodermite superficiale

Forma più comune di piodermite, colpisce l'epidermide e parte dei follicoli piliferi.
L'infezione si manifesta con arrossamenti, croste circolari, protuberanze e perdita di peli.
Esistono vari sottotipi di piodermite superficiale:

  • Impetigine. Si associa tipicamente alla presenza di un sistema immunitario immaturo, come quello dei cuccioli. Interessa solitamente le aree con pochi peli. Se in forma lieve, richiede un semplice trattamento topico.
    Anche i cani adulti con un sistema immunitario indebolito (immunodepressione) possono svilupparla.
  • Follicolite batterica superficiale e piodermite a diffusione superficiale. Causa una perdita di pelo caratteristica, come se il manto fosse stato "mangiato dalle tarme".
    Si manifesta anche con irritazioni e arrossamenti.
  • Piodermite mucocutanea. Questo variante induce una sovraproduzione di muco dalla pelle. Le aree più colpite sono: labbra, naso, pelle attorno agli occhi, vulva, prepuzio e area intorno all'ano. Tra le razze più colpite, figurano i pastori tedeschi.

Piodermite profonda

Colpisce gli strati più profondi della pelle (derma e sottocute). In genere, questa variante si sviluppa in caso di mancato trattamento di una piodermite superficiale o quando si rompono i follicoli cutanei infetti.
Si manifesta tipicamente con gonfiore, aree dall'aspetto viola, arrossamento, croste e perdita di peli.
Esistono vari sottotipi di piodermite profonda:

  • Foruncolosi. Ha sede tipica tra le dita dei piedi, ma può svilupparsi anche in altre sedi.
    A questo sottotipo appartiene anche la foruncolosi da toelettatura, che compare generalmente 24-48 ore dopo un bagno o una spazzolatura intensa (causa dolore e febbre).
  • Acne. È più comune tra i cani giovani e comporta l'infiammazione dei follicoli piliferi (intorno al mento e alla bocca) infetti.
  • Piodermite profonda del Pastore tedesco. In genere, ha sede su: esterno coscia, inguine e tronco.
  • Granuloma da leccatura. Scaturisce da un'altra infezione e si sviluppa quando il cane lecca l'area infetta. In genere, ha sede sulla superficie superiore della parte inferiore delle zampe.
  • Piodermite del callo. Interessa le zone di pressione del corpo e si manifesta tipicamente come un'area di pelle scura e ispessita

Sintomi

Come si manifesta la Piodermite del Cane?

Nel cane, la piodermite può manifestarsi con:

  • Pelle arrossata;
  • Prurito;
  • Papule o pustole, rosse e in rilievo, con un centro bianco, come i classici brufoli che colpiscono l'essere umano;
  • Croste circolari;
  • Chiazze di pelle secca o squamosa;
  • Perdita di pelo (il manto può sembrare mangiato dalle tarme);
  • Chiazze di pelo sporgente (nelle razze a pelo corto);
  • Strato umido sulla pelle;
  • Odore di muffa (in particolare quando l'infezione risiede tra le dita dei piedi).

I cani con una piodermite profondo possono presentare anche:

Quando rivolgersi al veterinario?

È consigliabile rivolgersi al veterinario se il cane lamenta aree di pelle arrossata e pruriginosa, perdita di pelo, croste, papule o protuberanza all'aspetto insolito.

Da tenere in considerazione anche la tendenza a grattarsi e leccarsi, perché potrebbe essere una conseguenza del prurito.

Da non dimenticare, infine, che ci sono razze più a rischio di altre.

Diagnosi

Come riconoscere la Piodermite del Cane?

La diagnosi di piodermite del cane comincia tipicamente dall'anamnesi e dall'esame obiettivo.

Poi, a seconda dei casi, prosegue con esami più specifici, tra cui:

  • Citologia cutanea. Prevede la raccolta di una striscia di cellule dall'area colpita e la sua successiva analisi microscopica. È un test meno invasivo della biopsia, che consente di individuare batteri e funghi.
  • Raschiamento della pelle. Serve quando c'è il sospetto che la piodermite sia dovuta a un'infezione parassitaria (es: acari della specie Demodex).
  • Test colturali e di sensibilità. Prevedono un tampone dell'area cutanea colpita dall'infezione e la loro analisi in laboratorio al fine di individuare con esattezza i tipi di funghi o batteri che hanno provocato l'infezione.
    Queste indagini sono fondamentali nella prescrizione del farmaco più idonea a contrastare l'agente infettivo individuato.
  • Biopsia cutanea. Consiste nella raccolta di un campione di tessuto cutaneo dall'area colpita dall'infezione e nella sua analisi istologica in laboratorio. Trova impiego in presenza di infezioni ricorrenti o quando la pelle ha un aspetto anomalo.
  • Esami del sangue. Sono importanti quando occorre verificare se il cane soffre o meno di una patologia endocrina (es: sindrome di Cushing del cane).
  • Test allergologici. Sono indicati quando c'è il sospetto che la causa della piodermite sia un'allergia. I test possono verificare, per esempio, la presenza di allergie alimentari.

Terapia e Rimedi

Piodermite del Cane: i rimedi

Antibiotici

Poiché la piodermite è dovuta a un'infezione batterica, il trattamento principale consiste una terapia antibiotica mirata a eliminare l'agente infettivo responsabile della condizione.
La durata canonica della terapia antibiotica è di 3-4 settimane.

In caso di recidive o piodermiti ricorrenti, il veterinario dovrà ricorrere a test colturali e di sensibilità, per individuare l'esatto agente infettivo coinvolto e prescrivere l'antibiotico più efficace contro di esso.
In tali frangenti, la durata della terapia antibiotica si allunga e può arrivare a 8-12 settimane.

Gli antibiotici più impiegati sono:

Nelle piodermiti ricorrenti, un antibiotico molto usato è l'enrofloxacina.

Terapia antipruriginosa

Contro il prurito intenso, potrebbero trovare impiego farmaci a base di oclacitinib maleato o di lokivetmab.
Sempre contro il prurito, sono utilizzabili anche i corticosteroidi.
Chiaramente, spetta al veterinario indicare e prescrivere questi medicinali.

Terapia antistaminica

Nei cani con piodermite da allergia, il veterinario potrebbe prescrivere una terapia a base di antistaminici, associata all'uso di corticosteroidi.

Igiene

È importante che il cane abbia sempre la cuccia pulita e asciutta.
Inoltre, è buona norma attuare un trattamento topico, da attuare in occasione del bagno con shampoo medicati contenenti perossido di benzoile, zolfo con acido salicilico o clorexidina.
Infine, nei cani con molte pieghe cutanee, è consigliabile asciugarle con salviette a base delle sostanze appena menzionate.

Chirurgia

I cani con molte pieghe cutanee e soggetti a piodermite cronica sono canditati ideali all'intervento chirurgico di riduzione o rimozione delle pieghe.

Prognosi

Nella maggior parte dei casi, la piodermite ha una prognosi eccellente. Perché ciò accade, sono fondamentali una terapia antibiotica adeguata e un'attenzione particolare verso l'igiene del cane.

Diverso è il caso della piodermite croniche o recidivanti: in tali frangenti, bisogna indagare approfonditamente quale condizione favorisce la piodermite nel cane e agire anche su quella con una terapia mirata.

Autore

Antonio Griguolo
Laureato in Scienze Biomolecolari e Cellulari, ha conseguito un Master specialistico in Giornalismo e Comunicazione istituzionale della scienza