Pesce rosso maschio o femmina? Ecco come capirlo

Pesce rosso maschio o femmina? Ecco come capirlo
Ultima modifica 17.11.2023
INDICE
  1. Pesce maschio o femmina: come riconoscerlo?
  2. Come ci si prende cura del pesce rosso?
  3. Come capire se il pesce è maschio o femmina?
  4. Come distinguere pesci maschi e femmine?
  5. Come si riconosce un pesce femmina?
  6. Come si riconosce un pesce maschio?
  7. Come capire se un pesce è incinta
  8. Il pesce rosso è incinta o è ammalato?

Pesce maschio o femmina: come riconoscerlo?

Avete mosso i vostri primi passi nell'acquariofilia iniziando da quelli che sono ritenuti i pinnuti più facili da gestire, ma adesso avete dubbi sul loro sesso? Niente paura, oggi cercheremo di scoprire insieme come capire se un pesce rosso è maschio o femmina dandovi una risposta accurata. Voi però non dimenticate di unirvi al nostro canale Whatsapp per avere sempre aggiornamenti su benessere, salute e... animali, naturalmente.

Come ci si prende cura del pesce rosso?

Prima di entrare nel vivo del riconoscimento di pesce rosso maschio o femmina, dobbiamo fare un breve appunto: se state, appunto, muovendo i primi passi nel mondo dell'acquario di acqua dolce e avete deciso di iniziare con questi pinnuti, tenete presente che se da una parte è vero che sono i più semplici da gestire, è altrettanto vero che il Carassius Auratus (nome scientifico del pesce rosso) ha molte esigenze specifiche che vanno tenute in considerazione per garantirgli una vita lunga, sana e felice.

Nonostante sia resistente e adattabile, questo pesce deve seguire un'alimentazione sana, vivere a precise temperature vivere a precise temperature (tra i 18° e i 20°C) e non essere disturbato a oltranza da bambini o altri animali. Se poi state pensando a farli riprodurre, attenzione a ogni piccolo cambiamento che introdurrete e non dimenticate mai che il vostro principale alleato sarà l'osservazione degli esemplari.

Come capire se il pesce è maschio o femmina?

  • Tenere presente la razza di pesce rosso;
  • Assicurarsi che i pesci siano in salute;
  • Assicurarsi che i pesci siano ben nutriti;
  • Osservare esemplari maturi (circa 1 anno);
  • Fare un'analisi del DNA.

Dobbiamo essere quanto più possibile onesti: capire il sesso di un pesce rosso non è l'impresa più facile del mondo. In primis perché occorrerebbe avere presente qual è sua la razza e a quale tipologia appartiene, cosa abbastanza complicata considerando che il Carassius Auratus conta su più di 125 varietà che hanno colori e forme diverse in base a incroci e genetica.

Poi, ma questa dovrebbe davvero essere la prassi, è fondamentale essere certi che il pesce rosso che si sta osservando sia sano, in salute e ben nutrito: anche il più piccolo malessere o disagio può infatti alterare forme e colori e rendere inutile qualsiasi tipo di osservazione.

Osservazione che, per altro, deve essere fatta solo su esemplari maturi perché sui pesciolini appena nati o giovani, non è possibile effettuare. L'alternativa è fare un'analisi del DNA del pesce, ma si tratta davvero di un stress e a meno che non sia un'informazione di vitale importanza per il vostro allevamento è consigliabile lasciare perdere.

Come distinguere pesci maschi e femmine?

  • Osservare la dimensione;
  • Osservare la forma del corpo;
  • Osservare i tubercoli;
  • Osservare l'area anale;
  • Osservare il comportamento durante la stagione degli amori;
  • Osservare come agisce durante la stagione delle uova.

L'osservazione è alla base di tutto ciò che riguarda il pesce rosso. Se i cani hanno un loro particolare linguaggio, comprensibile e abbastanza chiaro, così come ce lo hanno i gatti (che sono per altro coadiuvati da moltissime espressioni facciali), il pesce rosso può davvero essere enigmatico se non viene guardato e studiato a dovere.

Sia per capire se ha fame, sia per capire se vive disagio, sia per capire il suo sesso bisogna passare non pochi minuti, ma ore a prendere in esame qualsiasi minuzia. Bisogna specificare, come abbiamo detto prima, che capire senza ombra di dubbio qual è il sesso del pesce è un'impresa davvero difficile, ma i punti che abbiamo osservato sono quelli che ci dicono di più. E adesso li esploreremo, capendo le differenze tra un genere e l'altro.

Come si riconosce un pesce femmina?

  • Piccole dimensioni;
  • Forma tondeggiante;
  • Assenza di tubercoli;
  • Ano sporgente e pinna anale più spessa;
  • Comportamento passivo durante la stagione degli amori;
  • Deposizione di uova.

Partiamo dalle caratteristiche che rendono "riconoscibile" un pesce rosso femmina, ancora una volta puntualizzando che non è un'impresa facile e che, in realtà, le cose possono cambiare tra una varietà di pesce rosso e l'altro. In linea di massima, comunque, le femmine sono di dimensioni più piccine rispetto ai maschi e sono anche leggermente più lunghe.

La loro forma è tondeggiante e non presentano tubercoli, ovvero i piccoli puntini di colore bianco che si trovano sul corpo e sul volto dei maschi. La zona anale si caratterizza per un orifizio più sporgente e una pinna più affusolata e spessa.

Durante la stagione degli amori tende a essere tranquilla, passiva, e al più a cercare punti dove deporre le uova. In corrispondenza con la deposizione (che è poi il segnale più evidente del sesso), infine, il corpo diventerà ancora più tondo in corrispondenza dei fianchi.

Come si riconosce un pesce maschio?

  • Medie-grandi dimensioni;
  • Forma affusolata;
  • Presenza tubercoli sulle pinne pettorali, sulla testa e sulle squame;
  • Ano concavo e tondo, pinna anale sottile;
  • Inseguimento della femmina nella stagione degli amori;
  • Fecondazione delle uova.

Seguendo le stesse linee generali che abbiamo fornito per la femmina, il pesce rosso maschio tende a essere di medie-grandi dimensioni. Accanto a una femmina di uguale età, dunque, sembrerà decisamente più imponente. Avrà anche una forma meno tonda e più affusolata, che lo renderà anche più agile durante la stagione degli amori.

Sul suo corpo possono essere presenti diversi tubercoli: li troviamo sulla testa, ma anche sulle pinne pettoriale e sulle squame a seconda della specie. Riguardo all'area anale, noteremo un orifizio più concavo e tondo e una pinna sottile e lunga, diversa da quella della femmina. 

Tutto, comunque, diventa più evidente durante la stagione degli amori: come abbiamo detto, le femmine sono passive mentre non si può dire lo stesso per il maschio, che invece tende a essere più agile e attivo tendendo addirittura all'aggressività. Tampina la femmina, la insegue e può addirittura prenderla a testate o spingerla con forza per "convincerla" a deporre. Infine, una volta deposte le uova, le feconderà.

Come capire se un pesce è incinta

  • Ventre gonfio;
  • Mobilità ridotta;
  • Appetito leggermente ridotto;
  • Tendenza a nascondersi tra le piante per fare il nido;
  • Deposizione di uova bianche e gelatinose.

Partendo dal presupposto che non è corretto parlare di "pesce incinta", perché si tratta di un animale oviparo, possiamo capire se il nostro pesce rosso femmina è nella stagione della riproduzione/della deposizione di uova da una serie di segnali. Innanzitutto, come abbiamo detto, nella fase degli amori la pesciolina rossa sarà passiva e tranquilla.

Poi, quando inizierà ufficialmente la fase della produzione di uova (che dura circa 20-40 giorni) inizierà a gonfiarsi in corrispondenza del ventre/dei fianchi. Il resto del suo corpo rimarrà immutato, ma potrebbe essere leggermente più lenta e avere meno appetito. Più le sporgenze diventeranno visibili, più sarà possibile notare che si nasconde fra le piante, intenta a "fare il nido".

Infine, la femmina deporrà delle uova, piccole, bianche e gelatinose, che verranno poi fecondate dal maschio. Dopo la fecondazione passeranno da 3 a 7 giorni prima della schiusa e da 2 a 3 giorni prima che le larve inizino a muoversi. A questo punto saranno indipendenti: non aspettatevi, dunque, alcun comportamento "materno".

 

Il pesce rosso è incinta o è ammalato?

  • Corpo macchiato o squamato
  • Occhi ingranditi
  • Nuoto irregolare
  • Pinne serrate
  • Pinne tenute molto vicino al corpo
  • Pinne sfilacciate
  • Pinne con macchie bianche
  • Pinne macchiate
  • Posizione sul fondo
  • Perdita d'appetito
  • Presenza di parassiti sul corpo
  • Respiro affannoso in superficie
  • Tendenza a strusciarsi sulle piante dell'acquario

Se vedete uno dei vostri pesci rossi essere gonfio ma non siete sicuri del fatto che sia una femmina e non sapete se attribuire questo gonfiore al fatto che sia incinta o a un eventuale patologia, tenete presente che un pesce malato presenta spesso i sintomi che vi abbiamo appena elencato.

Dunque, se il vostro pesciolino rosso è gonfio solo nell'area dei fianchi ma per il resto sembra stare benissimo e non mostra anomalie, cercate di mantenere la calma e avere pazienza. Se invece notate altri comportamenti strani, correte subito ai ripari e curate il pesce malato, prima che sia in pericolo e che l'intero acquario ne risenta.