Caring

Perché non si deve lasciare il cane in balcone, specie con il caldo?

Perché non si deve lasciare il cane in balcone, specie con il caldo?
Ultima modifica 01.07.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come tenere il cane in balcone?
  2. Che pericoli corre il cane se lo lasciamo in balcone?
  3. Quali temperature possono raggiungere balconi e terrazze in città?
  4. A che ora il cane non dovrebbe stare in balcone?
  5. Quali sono i sintomi del colpo di calore nel cane?
  6. Tenere il cane in balcone è reato?
  7. Cane chiuso in balcone, chi chiamare?
  8. Cane in balcone, perché fa male?

Come tenere il cane in balcone?

Il cane può essere tenuto in balcone solo per poco tempo e in assoluta sicurezza. Specie in estate, infatti, l'animale rischia colpi di calore e ustioni. Se vogliamo che questo spazio sia sicuro per lui, assicuriamoci di fornirgli punti riparati e in ombra e lasciamo a sua disposizione abbondante acqua fresca.

Che pericoli corre il cane se lo lasciamo in balcone?

Posto che un cane non dovrebbe mai essere lasciato da solo in balcone e dovrebbe sempre avere la possibilità di rientrare in casa, è importante tenere in considerazione una serie di conseguenze che possono verificarsi se, per errore o disattenzione, il nostro animale domestico si trova a permanere a lungo in quest'area della casa.

I primi rischi sono quelli legati all'esposizione a temperature estreme: sia il caldo torrido che il freddo rigido possono provocargli problematiche serissime e condurlo anche alla morte. C'è poi da considerare che se, per qualsiasi ragione, il cane rimane a lungo chiuso fuori, lontano dai membri della famiglia, può soffrire di ansia da separazione

Infine, lo stesso balcone può essere pericoloso nel caso in cui tra le grate della ringhiera passi molto spazio, con il cane che potrebbe quindi scappare via o che rischierebbe di precipitare giù.

Quali temperature possono raggiungere balconi e terrazze in città?

  • Da 0° a sottozero d'inverno;
  • 40-42° d'estate.

Le temperature su balconi e terrazze delle città possono raggiungere livelli estremi sia d'estate che d'inverno. La pavimentazione può raffreddarsi e ghiacciarsi o surriscaldarsi a velocità decisamente sostenute, mettendo a rischio la salute dei nostri animali domestici.

Durante la stagione calda il calore all'esterno della casa, a causa di numerosi fattori tra i quali lo smog e la presenza di materiali che possono trattenerlo, può facilmente superare i 40-42 gradi centigradi.

Le superfici come il cemento, il ferro delle ringhiere e le piastrelle dei balconi possono riscaldarsi notevolmente sotto il sole cocente, contribuendo ad aumentare ulteriormente la temperatura percepita, creando un ambiente estremamente pericoloso per i cani.

Inoltre, all'aumento delle temperature percepite possono concorrere ulteriori fattori come l'inquinamento atmosferico o l'assenza di vegetazione e ombra. È quindi fondamentale tenere conto di questi aspetti quando si valuta se lasciare o meno il nostro cane sul balcone.

A che ora il cane non dovrebbe stare in balcone?

  • 11.00-14.00;
  • 14.00-17.00.

Ovviamente i rischi maggiori nel lasciare il nostro cane in balcone si corrono principalmente in estate, quando il sole è più forte. Bisogna quindi fare attenzione specialmente in alcune fasce orarie, che potrebbero essere le più pericolose per la salute del nostro animale.

Di norma, i raggi UV sono più forti per alcune ore intorno a mezzogiorno e meno forti durante la prima mattinata e il tardo pomeriggio/sera. Per stare quindi al sicuro, dobbiamo considerare la fascia oraria che va dalle 11 del mattino alle 17 del pomeriggio come la meno indicata per lasciare il nostro cane da solo in balcone o in terrazza.

Quali sono i sintomi del colpo di calore nel cane?

Il colpo di calore, esattamente come negli umani, è una condizione potenzialmente letale per i nostri amati cani. È importante considerare che normalmente la temperatura interna di questi animali è leggermente inferiore ai 40°C, e già superando questa soglia si può parlare di ipertermia, il sintomo più frequente del colpo di calore.

Inoltre, il cane potrebbe iniziare a salivare copiosamente in risposta al calore e alla difficoltà nel regolare la temperatura corporea, e il suo respiro potrebbe accelerare e diventare affannoso.

Nel caso in cui il cane non riesca a trovare riparo, restando in balìa del calore, i sintomi potrebbero peggiorare fino a causare vomito, debolezza e difficoltà a muoversi. Nei casi più gravi, potrebbero sopraggiungere confusione e perdita di conoscenza,

Se sospettiamo che il cane stia sviluppando un colpo di calore, è fondamentale intervenire tempestivamente e portarlo in un luogo riparato, dargli acqua fresca e contattare immediatamente un veterinario.

Tenere il cane in balcone è reato?

  • Sì, se sussiste il maltrattamento.

Tenere il cane in balcone costituisce reato se ne è accertato il maltrattamento. L'unico modo per capire se l'animale è vittima di maltrattamento è quello di osservare se la sua sistemazione all'esterno è adeguata al suo benessere: spazio di movimento, protezione dalle intemperie e dal calore, cuccia e ciotole a disposizione sono solo alcuni elementi che possono farci capire come viene trattato l'animale.

Inoltre, il cane non può restare rinchiuso in balcone o in terrazza 24 ore su 24, perché ha bisogno di uscire, di muoversi, di correre e di passeggiare. In generale però, il primo punto da considerare è quanto il cane sia rumoroso, vale a dire quanto stia cercando di attirare l'attenzione altrui perché vive una condizione di malessere.

Cane chiuso in balcone, chi chiamare?

Una volta appurato che il cane è vittima di maltrattamento, occorre avvisare le Forze dell'Ordine affinché possano intervenire per mettere al sicuro l'animale e scongiurare il rischio di problemi per il suo benessere.

Una cosa che però possiamo fare prima di allertare le autorità è quella di parlare direttamente con il proprietario dell'animale, ammesso ce ne sia la possibilità. Nel caso in cui questi non si dimostri attento o comprensivo, non ci resta altra scelta che affidarci a Vigili Urbani, Polizia o Carabinieri.

Cane in balcone, perché fa male?

  • Esposizione alle intemperie;
  • Possibilità di fuga o di caduta;
  • Isolamento sociale;
  • Sviluppo di ansia da separazione;
  • Rischi per la salute.

In conclusione, lasciare un cane in balcone può arrecare gravi danni alla salute e al benessere dell'animale, per numerosi motivi, primo fra tutti probabilmente è l'esposizione alle condizioni climatiche, specialmente per il troppo caldo, che può mettere a rischio la salute del nostro amico.

Anche i pericoli di caduta dal balcone o di fuga, così come l'isolamento sociale dovuto al troppo tempo passato da solo in balcone o in terrazza, sono elementi da prendere in considerazione prima di lasciare il nostro animale domestico per molto tempo da solo.

In generale, tenere un cane in balcone può quindi comportare alcuni rischi per il benessere e la sicurezza dell'animale, ed è pertanto fondamentale evitare questa pratica il più possibile. In caso contrario, è bene assicurarsi di poter garantire al nostro amico un ambiente sicuro e confortevole.

Se volete saperne di più sull'argomento e su questi animali, vi ricordiamo che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

CONDIVIDI: