Perché non devi accarezzare i cani per strada (non solo i randagi)

Perché non devi accarezzare i cani per strada (non solo i randagi)
Ultima modifica 26.02.2024
INDICE
  1. Perché non devi accarezzare nessun cane che incontri per strada?
  2. Rispettare lo spazio del cane
  3. Non tutti i cani reagiscono allo stesso modo
  4. Può essere considerato una forma di maltrattamento
  5. Come approcciare un cane che non si conosce per strada

Perché non devi accarezzare nessun cane che incontri per strada?

Ti è mai capitato di incontrare un cane per strada, al guinzaglio o magari un randagio, e sentire l'impulso di accarezzarlo anche se non lo hai mai incontrato prima? Naturalmente è un comportamento che teniamo in buona fede, ma che non sempre cani e padroni registrano nel modo giusto.

Se vuoi sapere perché non devi accarezzare i cani che incontri per strada, continua a leggere. Prima di continuare, però, ricordati di seguirci su Whatsapp per non perdere alcun aggiornamento su salute, animali e benessere.

Rispettare lo spazio del cane

Tutte le volte che incontri per strada un cane, per quanto possa sembrare bello e socievole, è importante imparare a non avvicinarsi senza pensarci per accarezzarlo. Molte persone seguono l'istinto, spesso dettato dall'amore per gli animali, di avvicinarsi per accarezzarlo e fargli i complimenti. Tuttavia, sarebbe sempre buona regola evitare questo comportamento.

Prima di avvicinarci a un animale che non abbiamo mai visto e di cui non sappiamo assolutamente nulla è importante tenere conto di alcuni accorgimenti, come il rispetto per lo stesso e la nostra sicurezza. Non tutti i cani, infatti, reagiscono all'attenzione ricevuta nello stesso modo, e alcuni di loro possono avere reazioni impreviste. Inoltre, anche il padrone potrebbe non essere particolarmente entusiasta dell'attenzione rivolta al cane da un estraneo, anche solo per il fatto che qualsiasi cosa accada, se il cane dovesse mordere la colpa ricadrebbe su di lui.

Insomma: la questione dell'accarezzare il cane è sempre molto delicata, ed è bene seguire un certo protocollo o, in generale, astenersi dall'accarezzare l'animale che non si conosce prima di aver approcciato il padrone.

Per prima cosa, bisogna dire che ogni cane ha la sua identità e la sua personalità. È un errore molto umano, ma molto naïve, quello di pensare che ogni cane possa gradire l'essere accarezzato. Se i cani di casa magari non amano le coccole, riescono in qualche modo a tollerarle solo attraverso la fiducia che hanno nei confronti dei loro padroni. Quando una persona sconosciuta si avvicina per accarezzarli, la questione della fiducia viene meno. E la reazione può non essere sempre quella che ci si aspetta quando ci si avvicina in buona fede e con le migliori intenzioni.

Non tutti i cani reagiscono allo stesso modo

Un cane che non abbiamo mai visto può avere una storia anche molto complessa, e di cui siamo completamente all'oscuro. Non è raro che i cani al guinzaglio abbiano reazioni imprevedibili davanti a uno sconosciuto che prova ad accarezzarli.

Il problema è che spesso queste reazioni imprevedibili, dettate soprattutto da uno stato di stress o di paura, possono risolversi in aggressioni o morsi.

È inoltre fondamentale evitare di abbracciare un cane che non si conosce. Se il nostro cane reagisce all'abbraccio con affetto ed entusiasmo, un cane sconosciuto potrebbe intenderlo invece come un gesto di prevaricazione, e naturalmente tentare di difendersi e farsi rispettare.

Può essere considerato una forma di maltrattamento

Quando incontri un cucciolo al guinzaglio per strada, il tuo primo impulso è quello di avvicinarti per accarezzarlo. Questo comportamento, sollecitato dal cosiddetto impulso epimeletico per il quale abbiamo l'istinto a prenderci cura dei cuccioli, anche appartenenti ad altre specie, ci induce a manipolare e accarezzare i cuccioli.

Contrariamente a quanto si possa pensare, non è vero che un cucciolo manipolato da tutti diventerà un cane adulto socievole. La socializzazione non passa solo per le carezze e la manipolazione e, in generale, ci sono tanti fattori che vanno a costruire il carattere equilibrato dell'animale.

Se un cucciolo viene manipolato troppo in tenera età, dunque, può sviluppare comportamenti restii durante l'adolescenza o il periodo adulto, col risultato di volersi sempre ritrarre dalle carezze. Capire quando "il troppo stroppia" non è facile, perché difficilmente un cucciolo mostrerà insofferenza per le attenzioni. Tuttavia, troppe attenzioni possono destabilizzarlo.

Come approcciare un cane che non si conosce per strada

  • Mantieni una distanza rispettosa
  • Osserva il linguaggio del corpo del cane
  • Fai in modo che sia lui ad avvicinarsi
  • Fagli annusare il palmo delle mani
  • Chiedi il permesso al padrone di accarezzarlo

Non bisogna mai forzare il rapporto con un cane che non si conosce, randagio oppure no. Anche davanti al cane più bello del mondo, dobbiamo seguire una serie di regole per dimostrare all'animale che rispettiamo la sua decisione, mostrare al padrone che siamo in buona fede e fare in modo che la carezza, se proprio dev'esserci, avvenga per volontà dell'animale e sotto la supervisione del padrone.

In caso di cani randagi, a meno che non si voglia contattare un'autorità competente per il prelievo dell'animale, è importante mantenere una certa distanza, specie se non si ha particolare esperienza con animali che hanno sofferto l'abbandono o che non sono mai stati addestrati o a contatto con l'essere umano.