Come mai il mio gatto non dorme più con me?

Come mai il mio gatto non dorme più con me?
Ultima modifica 13.02.2024
INDICE
  1. Come capire perché il mio gatto non dorme più con me
  2. Il gatto non dorme con noi: possibili motivazioni
  3. Quante ore dorme un gatto tra giorno e notte?
  4. Dove ama dormire il gatto?
  5. I ritmi del sonno del gatto
  6. Il gatto non dorme con noi: disturbi e stress
  7. Perché il gatto anziano non dorme più con me?
  8. Perché il mio cane non dorme più con me?
  9. Dormire con il gatto fa bene o male?

Come capire perché il mio gatto non dorme più con me

Perché il mio gatto non dorme più con me? Molti proprietari di animali domestici amano che il loro cucciolo si rannicchi di notte accanto a loro. Dopotutto, chi ha bisogno di una borsa dell'acqua calda quando hai un simpatico gattino pronto per una calda coccola prima di andare a dormire?

Ad alcuni gatti piace stare a letto con i loro umani tutta la notte, ma altri preferiscono il proprio spazio di notte per molte ragioni. Se pensi che al tuo gatto possa piacere condividere il tuo letto, ci sono alcune strategie che puoi provare per incoraggiarlo a dormire lì, anche in caso prima lo facesse e ora ha improvvisamente smesso.

Ma perché non dorme con te? Prima di scoprirlo, ti ricordiamo che puoi anche unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Il gatto non dorme con noi: possibili motivazioni

  • Non ha voglia di stare in compagnia
  • Ha bisogno del proprio spazio
  • Non si sente al sicuro se dorme con gli uomini
  • Preferisce dormire in luoghi alti
  • Le vostre abitudini di sonno non sono sincronizzate
  • Qualcosa lo turba
  • Stress o dolore fisico

Quante ore dorme un gatto tra giorno e notte?

  • 12-16 ore

Il gatto domestico dorme mediamente dalle 12 alle 16 ore tra giorno e notte, ma alcuni studi affermano che il 40% dorma oltre 18 ore. Se decide di non farlo più con te, tieni presente che ogni tanto, anche il più socievole dei gatti, può aver bisogno del suo spazio, e non avere voglia di stare in compagnia.

È normale e non ti devi allarmare, fa parte della natura del tuo amico felino. Sono tanti i gatti che hanno bisogno delle loro sicurezze e del loro angolo della casa preferito per dormire, specie nelle ore notturne. Infatti, alcuni felini domestici si sentono esposti a maggiori pericoli e insicuri se dormono con le persone.

Se al tuo gatto semplicemente non piace dormire con te, rispetta il suo desiderio di non avere compagnia o di avere un certo posto dove dormire. Non tutti i gatti si sentono allo stesso modo e alcuni preferiscono il proprio spazio durante la notte.

Hai un gatto a cui piace nascondersi in scatole di cartone o dormire nella lettiera? Non preoccuparti, è del tutto normale. Spesso, la sensazione di essere chiusi e nascosti può farli sentire più rilassati e sicuri. Uno studio ha scoperto che i gatti con nascondigli dormono meglio, sono meno ansiosi e, di conseguenza, sono più socievoli con le persone nelle ore diurne.

Dove ama dormire il gatto?

Il sonno solitario non è l'unico tratto evolutivo che potresti notare nei gatti domestici, che non abbandonano mai quell'istinto del gatto selvatico. Alcuni gatti sembrano "costretti" dal loro cervello a dormire in posti alti. Se hai un letto basso, il tuo gatto potrebbe preferire sdraiarsi sopra un armadio alto o un tiragraffi.

Anche in questo caso si tratta di un comportamento felino che può essere osservato nelle specie di gatti selvatici che potrebbero scegliere di dormire sugli alberi in ambienti specifici. Da questo punto di vista elevato, c'è tutto il tempo per individuare e reagire alle minacce. Inoltre, si spera, possa passare completamente inosservato e dormire in pace tutta la notte. Sì, anche se è in casa completamente al sicuro.

I ritmi del sonno del gatto

Il tuo gatto è a casa a godersi la pace e la tranquillità, anche quando tu sei fuori sempre impegnato. Per questo, per lui, anche Il giorno è il momento perfetto per recuperare un po' di sonno prima dell'azione serale.

I gatti selvatici europei, gli antenati selvatici viventi più prossimi del nostro gatto, sono noti per il loro comportamento notturno solitario. Ma, contrariamente alla credenza popolare, i gatti domestici non sono notturni. Sembrano invece essere in grado di adattare i loro schemi di sonno a seconda dell'ambiente in cui vivono. Ma, ovviamente, non è sempre così, e sono tanti i mici che la notte girano per la casa, guardano fuori dalla finestra, e hanno voglia di giocare. Insomma, non sempre i vostri ritmi del sonno coincidono.

Il gatto non dorme con noi: disturbi e stress

Sono tanti i motivi che possono spingere un gatto che solitamente dormiva con il padrone a non farlo più. Solitamente è stress (come l'arrivo di un nuovo cucciolo, di un neonato, un cambiamento in casa), ma anche circostanze psicologiche o mediche.

A volte una solida associazione negativa può condizionare i nostri gatti a mostrare comportamenti di evitamento. Se è successo qualcosa di terribile quando il tuo gatto ha dormito nel tuo letto l'ultima volta, potrebbe provare ansia nel riprovare.

Forse c'era stato un forte rumore o qualcos'altro lo ha spaventato. Se hai altri animali che condividono la zona notte, anche questo potrebbe risultare stressante per il tuo gatto. I gatti possono essere territoriali con gli altri e i cani potrebbero essere inclini a inseguire i gatti.

Perché il gatto anziano non dorme più con me?

  • Artrosi;
  • Artrite;
  • Invecchiamento cerebrale;
  • Problemi di vista;
  • Irrequietezza.

I gatti anziani soffrono di molti disturbi che le persone sperimentano. L'artrosi è un grosso problema per i gatti anziani. L'artrite può causare dolori articolari, rigidità e un calo dell'agilità del tuo gatto. Arrampicarsi sui mobili, in particolare sui letti, può essere impegnativo e potrebbe persino provocare cadute.

I gatti possono anche soffrire di invecchiamento cerebrale (noto anche come disfunzione cognitiva) e problemi di vista, che possono compromettere gravemente la loro mobilità e sicurezza. Alcune condizioni, come l'ipertensione e l'ipertiroidismo, possono lasciare il tuo gatto irrequieto o chiedere continuamente cibo. Il tuo gatto potrebbe miagolare per dirti che qualcosa non va e dormire con te potrebbe essere l'ultimo dei suoi pensieri.

Perché il mio cane non dorme più con me?

Cambiamo un attimo specie e diciamo che quasi tutto ciò che è stato detto vale anche per il cane. Qualora Fido non dormisse più con noi, anche per lui vanno tenute in considerazione età, salute, condizioni generali e problemi comportamentali. Il consiglio resta sempre quello di osservare i nostri animali, tenerli d'occhio e cercare di comprenderli. 

Dormire con il gatto fa bene o male?

Dormire con il gatto non fa sostanzialmente male, ma presenta alcuni contro: con le zampette sporche, specie se esce in giardino o in balcone, costringe infatti infatti a farci entrare in contatto con germi, batteri o addirittura zecche e pulci pericolose per la salute. Un problema che si può risolvere facilmente curando con attenzione l'igiene dell'animale.

Invece, per quanto riguarda i pro, sembra che dormire con il gatto migliori la salute mentale. Riposare con il pet infatti ha degli effetti benefici sulla salute. La vicinanza dell'animale consente di rilassarsi e di sentirsi amati: un toccasana contro ansia e stress.