Perché il cane non riesce a saltare?

Perché il cane non riesce a saltare?
Ultima modifica 25.03.2024
INDICE
  1. Perché il cane non riesce a saltare: i motivi
  2. Perché il mio cane non riesce a saltare?
  3. Quando il cane non riesce più a salire sul divano?
  4. Come capire se il cane ha problemi alle gambe?
  5. Come capire se il cane ha dolore alle anche?
  6. Il mio cane non sale più sul letto: che significa?
  7. Cosa fare se il cane ha dolore alle zampe posteriori?
  8. Blocco improvviso zampe posteriori cane

Perché il cane non riesce a saltare: i motivi

Quando il cane non riesce a saltare molti padroni si preoccupano e si chiedono cosa ci sia dietro questo comportamento. Che sia durante una passeggiata o semplicemente per salire sul letto o sul divano, spesso il cane è costretto a saltare. Se non effettua questo gesto – che compie abitualmente – c'è probabilmente una causa specifica.

Prima di cominciare, però, ti invitiamo a unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti e a seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Perché il mio cane non riesce a saltare?

  • Trauma pregresso
  • Obesità
  • Problemi auricolari
  • Traumi
  • Lesioni
  • Fratture
  • Displasia dell'anca
  • Osteoartrosi

Dunque, andiamo per ordine: il cane potrebbe avere un trauma subito in passato, ad esempio un salto finito con una lesione alle zampe, che potrebbe impedire al cane di saltare. In questo caso l'animale associa al salto una sensazione di dolore, evitando quindi di muoversi.

Poi, i cani molto sedentari e che seguono una dieta scorretta spesso soffrono di obesità. Un peso eccessivo dunque impedisce all'animale di saltare. Oltre a questi aspetti ci sono altre possibili cause dietro l'impossibilità del cane di saltare.

Per esempio problemi auricolari: nell'orecchio interno infatti è presente l'endolinfa che regola l'equilibrio. Se viene compromessa il cane potrebbe avere difficoltà a svolgere alcune azioni come saltare.

Un altro organo essenziale per l'equilibrio è il cervelletto, se subisce lesioni o problemi l'animale potrebbe non avere più dei punti di riferimento spaziali per muoversi. Vanno poi segnalati i disturbi ai legamenti degli arti e alla colonna vertebrale come la tenosinovite del bicipite brachiale, l'ernia del disco oppure la spondilite.

Eventuali traumi, lesioni o fratture. Ma anche la displasia dell'anca e l'osteoartrosi. La prima patologia colpisce il femore, causano una debolezza nella zona delle zampe posteriori, mentre la seconda malattia colpisce i cani anziani e provoca una decadenza dei tessuti articolari.

Quando il cane non riesce più a salire sul divano?

Hai notato che il tuo cane non riesce più a salire sul divano? Potrebbe essere il segnale che soffre di un problema alle zampe posteriori. Fra le patologie più diffuse troviamo l'artrosi, una malattia degenerativa che colpisce le articolazioni e che si può manifestare anche in cani giovani.

Spesso è una diretta conseguenza di altre patologie come displasie, traumi oppure rottura dei legamenti. L'articolazione infatti subisce una lesione e la cartilagine che riveste le ossa sviluppa un'infiammazione. Col tempo questa infiammazione diventa cronica e le cartilagini si consumano, provocando dolore.

Come capire se il cane ha problemi alle gambe?

  • Rifiuta di muoversi o di giocare
  • Ha difficoltà ad alzarsi e muoversi
  • Zoppica
  • Ha un comportamento irritabile
  • Appare stanco e provato
  • Si lecca e morde spesso le zampe
  • Ha perso massa muscolare

Come capire se il cane ha dolore alle anche?

La displasia dell'anca è un disturbo che provoca dolore nel cane e può compromettere la sua qualità della vita. Per questo motivo è importante monitorare i sintomi e chiedere immediatamente aiuto al veterinario.

Come capire se il cane prova dolore? Solitamente l'animale ha difficoltà a salire sul divano o sul letto. Spesso zoppica e la sua andatura non è stabile proprio a causa del dolore. Infine appare riluttante al movimento.

Il mio cane non sale più sul letto: che significa?

I cani, come ben sappiamo, amano dormire sul letto. Si tratta di un comportamento istintivo, legato alla discendenza di questo animale dai lupi e alla tendenza a rispettare le cosiddette regole del branco. Il capobranco infatti di solito dorme in alto rispetto agli altri lupi, il cane dunque percepisce il letto dell'umano come una postazione da capobranco, dunque ambisce ad essa.

Questa abitudine dunque è piuttosto difficile da eliminare. Proprio per questo se il cane non sale più sul letto potrebbe esserci qualcosa che non va. L'animale potrebbe evitare di compiere questo gesto perché avverte del dolore alle zampe. Dunque sarebbe preferibile contattare il veterinario ed effettuare una visita per scoprire se le cause del suo comportamento sono fisiche o psicologiche.

Cosa fare se il cane ha dolore alle zampe posteriori?

Se il tuo cane zoppica oppure cammina in modo insolito potrebbe avvertire dolore e rigidità alle zampe. Si tratta di un sintomo tipico di alcune malattie che colpiscono le zampe dei cani, come l'artrite o l'artrosi, dunque sarebbe preferibile contattare uno specialista per scoprire le cause del problema.

Nel frattempo evita di far stancare l'animale, piuttosto aiutalo se vuole scendere o salire le scale oppure se desidera accedere – come ha sempre fatto – al divano o al letto.

Blocco improvviso zampe posteriori cane

Il blocco improvviso delle zampe posteriori del cane è legato ad alcune patologie. Se l'animale smette inaspettatamente di camminare e muoversi potrebbe avere una lussazione della rotula congenita.

Il blocco di una zampa infatti è il sintomo più frequente di questa patologia che non presenta dolore, ma impedisce all'animale di estendere la zampa posteriore, costringendolo a tenerla sempre piegata.

Dietro questo avvenimento inoltre potrebbero esserci cause neurologiche. Per questo motivo sarebbe preferibile intervenire prontamente e contattare il veterinario per effettuare i controlli necessari.