Caring

Come comportarci se il cane non mangia d'estate

Come comportarci se il cane non mangia d'estate
Ultima modifica 20.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Cane non mangia d'estate: dobbiamo preoccuparci?
  2. Perché il cane non mangia con il caldo?
  3. Pericoli del caldo per il cane d'estate
  4. Cosa fare se il cane non mangia per il caldo?
  5. Quando preoccuparsi se il cane non mangia?
  6. Come far mangiare il cane d'estate?

Cane non mangia d'estate: dobbiamo preoccuparci?

Le belle giornate, i cieli tersi, prati e aree per sgambare a disposizione: l'estate è una stagione sicuramente perfetta per passare più tempo all'aria aperta insieme ai nostri cani, che beneficiano di questi momenti per scoprire un po' di più il mondo. Come ogni momento dell'anno, però, anche la bella stagione ha i suoi aspetti negativi e uno di questi è il fatto che il nostro animale domestico possa iniziare a non mangiare, facendoci preoccupare non poco.

Partiamo dal presupposto che se il cane non mangia d'estate è sempre meglio fare attenzione: infatti se da una parte, come noi, avverte meno bisogno di nutrirsi o di fare pasti abbondanti, dall'altra parte un digiuno continuativo potrebbe essere il segnale che qualcosa non va.

Prima di scendere nel dettaglio, però, vi ricordiamo che potete unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo pet, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Perché il cane non mangia con il caldo?

  • Meno movimento;
  • Cambiamenti ormonali;
  • Disagi per il caldo;
  • Non è abbastanza idratato.

Come abbiamo già detto i cani, proprio come gli esseri umani, possono essere influenzati dai cambiamenti stagionali e proprio il caldo estivo può ridurre il loro livello di appetito. Numerosi studi (fra cui Drivers of Palatability for Cats and Dogs) affermano che i nostri animali mangiano circa il 15% in meno nei mesi più caldi e i ricercatori ritengono che ciò dipenda dal cambiamento delle temperature e delle ore diurne.

Il cambiamento della temperatura porta a una leggera sensazione di fiacchezza, cosa che a sua volta porta il cane a consumare meno energie e di conseguenza a non aver bisogno di ricavare tanto sostentamento dal cibo e dalle calorie, specie durante le giornate più afose.

Non solo: sempre secondo gli studi, la maggiore quantità di luce durante il giorno e (ancora una volta) le temperature più elevate potrebbero causare cambiamenti ormonali nel tuo cane: il suo metabolismo può rallentare e potrebbe digerire il cibo più lentamente, il che lo porta a stancarsi e a mangiare di meno.

C'è infine da considerare che, sempre come noi esseri umani, durante l'estate i cani hanno bisogno di restare idratati e potrebbero dunque respingere un cibo troppo complesso, dal sapore pastoso o particolarmente impegnativo.

Pericoli del caldo per il cane d'estate

Al netto di ciò che abbiamo detto, ricordiamoci che l'estate presenta anche diversi pericoli che non vanno sottovalutati e che possono anche essere la causa del ridotto appetito. Per esempio, se da una parte è vero che una passeggiata al parco o in spiaggia possono sembrarci una bella idea, dall'altra parte è fondamentale ricordare che il cane percepisce le temperature in modo molto diverso rispetto a noi.

In generale è sicuro uscire con il cane d'estate quando le temperature arrivano sino a 19-20 gradi: se la temperatura sale è essenziale sapere che l'animale potrebbe subire un colpo di calore perché il suo corpo non è in grado di autoregolarsi. Sarebbe dunque bene far uscire l'animale solo nelle ore più fresche.

Attenzione anche irritazioni, scottature, dermatiti ed eritemi. Potremmo non accorgercene per via del pelo, ma il cane potrebbe soffrire e di conseguenza risultare inappetente. Ancora, attenzione agli avvelenamenti da processionaria, da cycas o alle punture d'insetto: se l'inappetenza si prolunga o è accompagnata da altri sintomi, chiamate subito il veterinario.

Cosa fare se il cane non mangia per il caldo?

  • Raziona le porzioni;
  • Offri alimenti idratanti;
  • Proponigli proteine leggere;
  • Giuste quantità d'acqua.

Se il nostro animale domestico sta bene e la sua è una semplice "inappetenza da caldo", possiamo ovviare così: innanzitutto offriamo porzioni piccole ma frequenti, distribuendo i pasti in più porzioni e offrendoli al cane a intervalli regolari durante la giornata, nelle ore più fresche. In questo modo non metteremo a dura prova lo stomaco e la digestione del cane.

Successivamente, è importante che il cane assuma alimenti idratanti e rinfrescanti. Non è necessario modificare la sua dieta, soprattutto se sta già mangiando cibi crudi completi e bilanciati. Teoricamente, infatti, la dieta più "rinfrescante" resta in assoluto quella cruda casalinga, perché i cibi crudi contengono buone quantità di acqua.

Ricordatevi però che se non siete esperti, prima di somministrare qualsiasi tipo di cibo crudo al cane, è meglio sentire un veterinario che potrebbe consigliarci, invece, di idratare leggermente le crocchette o che potrebbe farci optare per specifiche tipologie di cibo umido. Teniamo poi bene a mente che quando fa caldo, tutti i cani che non assumono una quantità adeguata di acqua diventano vulnerabili. La ragione? Rischiano la disidratazione.

Quindi, assicurati che il tuo fedele amico abbia sempre a disposizione acqua fresca ma mai ghiacciata (per evitare altre conseguenze come una congestione). E ancora, cambia l'acqua più volte durante la giornata e sciacqua la ciotola per evitare che rimangano residui di calcare.

Quando preoccuparsi se il cane non mangia?

  • Quando l'inappetenza si prolunga;
  • Quando il cane non vuole compiere nessuna attività;
  • Eccessiva perdita di peso.

L'inappetenza indotta dal calore nei cani non è un sintomo preoccupante di per sé purché si protragga per un breve periodo. Se invece la diminuzione dell'appetito persiste in modo anomalo, vi consigliamo di far visitare il vostro cane dal veterinario per determinare quali siano le reali cause di questa situazione, soprattutto nel caso di cuccioli o cani anziani. Ci potrebbero essere altre cause per il suo digiuno non legate al caldo.

Dobbiamo allarmarci anche quando l'inappetenza spinge il nostro cane a non voler compiere nessuna delle attività che esegue sempre, o peggio ancora non risponde a nessuno dei nostri stimoli. Infine, il suo peso va tenuto sotto controllo, poiché se scende troppo dovrete chiedere consiglio al veterinario su come invogliare l'animale a mangiare nuovamente in modo regolare e sano.

Come far mangiare il cane d'estate?

  • Rendi il pasto un momento divertente;
  • Riduci snack e premi;
  • Passeggiata prima del pranzo.

Se i suggerimenti finora valutati non hanno portato risultati è sempre meglio rivolgersi al proprio veterinario di fiducia, ci potrebbero essere altre motivazioni per le quali il cane non mangia. Ma cosa possiamo fare noi nel nostro piccolo e cosa ci potrebbe consigliare l'esperto?

Nutri il tuo animale domestico regolarmente, di solito almeno due volte al giorno. Rendi l'ora del pasto un momento divertente per il tuo animale domestico, ad esempio giocando con un giocattolo che distribuisce cibo o premiando il tuo cane con del cibo per il suo impegno.

Anche portare il cane a fare una passeggiata prima del pasto può essere d'aiuto, perché proprio l'inattività a causa del caldo è motivo di inappetenza. Nei casi più gravi, il veterinario può prescrivere farmaci che stimolano l'appetito, raccomandare una dieta liquida tramite siringa o inserire una sonda per l'alimentazione.

CONDIVIDI: