Perché il gatto mi dorme addosso?

Perché il gatto mi dorme addosso?
Ultima modifica 22.09.2023
INDICE
  1. Perché il gatto dorme addosso al padrone
  2. Perché il gatto dorme sulla pancia?
  3. Perché il gatto dorme sulle gambe
  4. Il gatto sceglie con chi dormire
  5. Perché il gatto mi sta sempre attaccato
  6. Perché il gatto mi sale addosso?
  7. Il gatto sceglie con chi dormire

Perché il gatto dorme addosso al padrone

Conoscere il linguaggio del gatto e le ragioni per cui fa una cosa piuttosto che un'altra è alla base di una convivenza pacifica, sana e che rispetti tutti gli attori in gioco. In quest'ottica, sapere perché il gatto mi dorme addosso può tornare utile e far piacere. Sicuramente è un atto di affetto e di fiducia, ma è bene saperne di più.

Se alcuni umani pensano di essere campioni di sonnellini non hanno considerato i record che sono in grado di raggiungere i felini. La maggior parte della giornata di un pet, infatti, passa sul letto, nella cuccia, per terra, sì, ma a dormire.

Oltre a giocare, cacciare (veramente o simulando), attaccare varie parti del corpo della famiglia bipede e quadrupede, Micio adora poltrire. Non solo ricarica le batterie, ma sogna avventure incredibili (ed è anche buffo notare come a volte mugoli e si muova come se stesse protestando e correndo all'impazzata.

Perché il gatto dorme sulla pancia?

Tuttavia, ci sono "posti", o meglio, parti di noi che sembrano anche calmarlo. Per esempio, quando il gatto ci dorme sulla pancia sembra incredibilmente tranquillo. Ma come mai sceglie proprio questa collocazione? Semplice: replica un comportamento appreso alla nascita, quando dormiva, anche dopo l'allattamento, addosso alla mamma e ai fratelli.

Sul nostro ventre, a contatto con i rumori che emette, il gatto sente tutta la protezione propria di un "branco di apparentenza". Questo modo di dormire dimostra profonda fiducia e simbiosi, oltre che una forte connessione.

Perché il gatto dorme sulle gambe

  • Rapporti e sicurezza;
  • Calore corporeo;
  • Socialità;
  • Fiducia.

Anche qui sostanzialmente è perché si fida e il legame bipede-quadrupede è saldo e profondo. Esistono però ragioni e contesti correlati che spiegano meglio determinate scelte dei felini che, contrariamente a quanto si pensi, sono tutt'altro che indipendenti e diffidenti (o, perlomeno, lo sono solo quando ne hanno motivo). Se micio dorme sulle gambe le motivazioni sono da ricondurre a:

Insomma, si tratta di questioni che riguardano l'affetto che il quattro zampe nutre nei confronti di chi lo ha adottato, bisogni e attitudini caratteriali. Conoscere il linguaggio del gatto è fondamentale per accudirli e rispettare la loro natura il più possibile.

Il gatto sceglie con chi dormire

I felini, se hanno una vita attiva e salutare, corrono in lungo e in largo, giocano e incanalano la loro energia. Riguarda l'istinto del cacciatore, che si portano nel Dna a prescindere da quanto siano domestici. Dormire, ovviamente, gli consente di recuperare le forze per poter ricominciare non appena si sentono abbastanza carichi. Come e dove farlo, però, fa la differenza e dice tanto su come si sentono, sul loro grado di sicurezza in un determinato ambiente e sulla fiducia che nutrono in coloro con cui dividono gli spazi.

I gatti scelgono i luoghi dove sono più comodi, ma anche quelli dove sanno di non dover stare allerta, quelli dove pensano di potere abbassare le difese. Ecco allora che, se la pancia di mamma e papà umani è uno dei loro posti preferiti, stanno comunicando affetto e gratitudine, si stanno mostrando vulnerabili e senza paure.

Perché il gatto mi sta sempre attaccato

Non è solo una questione di amore, ma anche di temperature e di esigenze. Perché il gatto mi dorme addosso? Potrebbe ricercare calore. Succede soprattutto d'inverno, ma anche d'estate non è detto che rinunci completamente al contatto. Il principio fisico dell'equilibrio termico, per cui due corpi a contatto si scambiano calore sino a quando le temperature non si equivalgono, è ben radicato – anche se magari inconsapevolmente – nella testa brillante e intelligente del felino.

Il petto, il collo, la pancia, le gambe e il viso (sì, anche quello) sono le parti che il quattro zampe preferisce per riscaldarsi e potersi godere al massimo il tanto agognato sonnellino. Non è raro che i proprietari si trovino ad assumere posizioni e a non cambiarle per ore soltanto per non disturbarlo e dimostrargli tutto il suo affetto.

Perché il gatto mi sale addosso?

I gatti sono molto più socievoli di quanto si possa immaginare, ed è il motivo per cui ci saltano anche addosso. Il bisogno di contatto è un istinto atavico, riconducibile al periodo che passano a stretto contatto con la mamma e i fratellini appena nati. La condivisione degli spazi avviene allo stato brado, fra le colonie, ma anche in casa (sia con altri animali che con gli umani).

Succede per una questione termica, ma anche di sicurezza. I randagi, infatti, si devono proteggere dai predatori e questo istinto lo conservano anche fra le quattro mura di casa. Inoltre i felini si tranquillizzano sentendo il battito cardiaco altrui, il ritmo del respiro: sono rumori, ma funziona anche con gli odori, che classificano come familiari e quindi sicuri.

Il gatto sceglie con chi dormire

Assolutamente no. Perché il gatto mi dorme addosso? Un'altra ragione è legata alla fiducia reciproca. Non è un traguardo facile da raggiungere, il legame si crea giorno dopo giorno, con cure, gesti e attenzioni che Micio registra, ricorda e apprezza. Quando succede è una gioia, un modo per dirsi "ti voglio bene" vicendevolmente.

Se i felini dormono su qualsiasi parte del corpo del proprietario o di un altro membro della famiglia scelgono di essere vulnerabili e si affidano completamente. Fondamentale è tenerlo a mente e non fare nulla per spaventarli o rovinare questo patto accordato. I gatti sono estremamente abitudinari e se si sentono traditi non lo dimenticano facilmente.