Health

Perché il nostro cane si lecca le ferite?

Perché il nostro cane si lecca le ferite?
Ultima modifica 04.10.2023
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Perché il cane si lecca le ferite?
  2. Cause
  3. Leccarsi le ferite lenisce il dolore nei cani
  4. Le proprietà della saliva del cane
  5. Dobbiamo permettere al cane di leccarsi le ferite?
  6. Segnali che un cane si lecca le ferite
  7. Cosa fare se il cane continua a leccarsi
  8. Come fermare un cane che si lecca le ferite?
  9. Cosa fare dopo una operazione
  10. Perché il cane lecca le ferite del padrone?

Perché il cane si lecca le ferite?

I cani si leccano le ferite perché è un istinto che può aiutare a lenire il dolore, pulire le ferite e persino uccidere alcuni batteri.

Si tratta di un vero e proprio istinto: i cani non sono gli unici animali che si leccano le ferite. È anche un comportamento comune nei cavalli, nei gatti, nei roditori e nei primati. Per molti animali, leccarsi le ferite è un istinto di base modellato dalla selezione naturale per migliorare le loro possibilità di sopravvivenza dopo essere stati feriti.

Cause

  • Istinto
  • Per lenire il dolore
  • Pulire una ferita
  • Uccidono alcuni batteri

Leccarsi le ferite lenisce il dolore nei cani

I cani spesso leccano parti del corpo che sono dolorose, proprio come accade a noi che ci strofiniamo la testa quando colpisce qualcosa, o come continuiamo ad accarezzare una parte del corpo che ci fa male.

Anche nei cani le ferite possono portare varie conseguenze: dolori, gonfiori e prurito. Leccare, strofinare o tenere la zampa su un'area ferita invia segnali lungo gli stessi nervi che cercano di comunicare al cervello la lesione. Competendo con questi segnali di lesione, i segnali di queste sensazioni più piacevoli possono aiutare a bloccare parte del dolore.

Le proprietà della saliva del cane

La saliva di un cane ha proprietà antisettiche. Infatti, gli studi hanno dimostrato che gli enzimi e le sostanze chimiche presenti nella saliva di un cane possono essere efficaci nell'uccidere alcuni tipi di batteri, ma non tutti. La lingua del cane è ottima per mantenere pulite le ferite. Leccare un'area ferita può eliminare eventuali detriti, come sporco, capelli e pezzetti di pelle morta.

Dobbiamo permettere al cane di leccarsi le ferite?

Nonostante i benefici del leccarsi le ferite già elencati, non è così efficace come i metodi attuali per curare le ferite. Se i cani venissero lasciati a pulirsi tagli, escoriazioni e infezioni da soli, potrebbero finire con l'irritare ulteriormente irritare le ferite, rallentare il processo di guarigione e introdurre batteri nocivi.

Anche se si tratta di un comportamento radicato, lasciare che il cane si lecchi le ferite può peggiorarle e causare un'infezione. Questo perché questa azione potrebbe fornire anche un ambiente caldo e umido perfetto per la riproduzione dei batteri.

Quindi, potremmo definire quello del leccarsi un falso mito, che ha però origini nel passato, quando la medicina veterinaria non era sviluppata quanto oggi. Prima che fossero addomesticati, il modo migliore in cui gli antenati dei nostri animali domestici affrontavano le ferite era leccarle. Sebbene la leccatura possa aiutare a pulire i tagli e abbia alcune proprietà antibatteriche, non è efficace quanto l'attuale gestione delle ferite raccomandata dai veterinari.

Segnali che un cane si lecca le ferite

  • Pelo bagnato e arruffato intorno alla ferita
  • Macchie marroni sul pelo
  • Pelle arrossata
  • La ferita non si sta rimarginando
  • Perdita del pelo

La maggior parte dei proprietari sorprenderà il proprio cane a leccare una ferita, ma questi altri segni rivelatori, meno evidenti, indicano quando lo sta facendo di nascosto. Non solo cute arrossata e pelo bagnato, ma anche perdita del pelo stesso, macchie marroni (ben visibili sui cani dalla pelliccia chiara) e poi la difficoltà della ferita di rimarginarsi.

Cosa fare se il cane continua a leccarsi

Se il nostro cane lecca ripetutamente una ferita, potrebbe essere un segno che qualcosa non va. Se si tratta di una ferita nuova, assicuriamoci di averla pulita e che non sembri rossa o infetta. Se ritiene che la lesione sia moderata o grave, il nostro amico a quattro zampe non lo lascerà in pace. Se ci sembra infiammata o infetta o se siamo preoccupati, contattiamo il veterinario per un consiglio. Se pensi che il tuo cane soffra, chiedi al veterinario se può prescriverti degli antidolorifici.

Come fermare un cane che si lecca le ferite?

Per impedire al nostro cane di leccarsi le ferite, potresti usare un collare elisabettiano, bende, indumenti per cani, spray anti leccamento o tecniche di distrazione. Attenzione però, alcune di queste soluzioni potrebbero non essere adatte al tipo di lesione del cane, quindi bisogna sempre chiedere consiglio al veterinario.

Cosa fare dopo una operazione

Dopo un'operazione, alcuni cani potrebbero diventare ossessionati dall'area trattata. Quest'area potrebbe essere dolorosa o prudere, soprattutto quando inizia a guarire. È fondamentale non lasciare che il nostro cane si lecchi le ferite, poiché ciò potrebbe causare ulteriori danni, causare un'infezione o potrebbe persino togliere le suture o riaprire le incisioni.

Questo è il motivo per cui alla maggior parte dei cani viene fornito un collare di plastica da indossare dopo l'intervento chirurgico. A seconda del tipo di intervento chirurgico a cui è stato sottoposto il nostro cane, la riapertura di una ferita potrebbe essere pericolosa per la vita. Anche se l'incisione chirurgica non era in un'area vitale, provare a ripulire una ferita riaperta e ricucirla può essere difficile.

Perché il cane lecca le ferite del padrone?

  • Istinto
  • Dimostrazione d'affetto
  • Tentativo di aiutare il padrone
  • Bisogno d'attenzione

Si tratta di istinto, e di affetto verso il padrone: come nel suo caso utilizza la propria saliva per cercare di curarsi le ferite, lo stesso il cane farà verso le nostre, utilizzando i mezzi che ha a disposizione per aiutarci. Non solo: è stato osservato che alcuni lo fanno per ottenere attenzioni dal padrone malato, e dunque meno concentrato sull'animale.

CONDIVIDI: