Caring

Adottare un cane: perché è meglio rispetto al comprarlo?

Adottare un cane: perché è meglio rispetto al comprarlo?
Ultima modifica 07.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Perché adottare un cane invece di comprarlo è meglio?
  2. Perché è meglio adottare un cane?
  3. Che differenza c'è tra adottare e comprare un cane?
  4. Perché è meglio prendere un cane dal canile?
  5. Come si comporta un cane appena adottato?

Perché adottare un cane invece di comprarlo è meglio?

Adottare un cane invece di comprarlo è meglio per una questione prettamente etica: togliere un cane dalla dimensione di rifugi e canili, per quanto i volontari si impegnino sempre al massimo, è un atto di generosità e restituisce all'animale una vita dignitosa, lontana dalle sbarre e ricca di comodità.

In più, ci sono molti buoni motivi per cui il canile e un nuovo animale domestico hanno bisogno di te in questo momento.

Perché è meglio adottare un cane?

  • Dai un'opportunità felice a un cucciolo
  • Dai una seconda chance a un cane che ha sofferto l'abbandono
  • Il canile, per quanto gestito da esperti amorevoli e protettivi, non è una pensione per cani
  • I volontari ti aiuteranno a scegliere l'esemplare perfetto per te
  • I meticci sono cani dalla salute generalmente più robusta
  • Il cane che salvi ti sarà grato per sempre di averlo tirato fuori dal canile
  • Puoi adottare tramite canile o tramite associazioni (rifugi)

Quello tra adozioni e acquisto è un tema molto delicato e molto dibattuto tra gli amanti degli animali. In linea generale ci teniamo a precisare che non dovrebbe esistere la guerra tra chi compra e chi invece adotta: l'unica cosa che vale la pena prendere in considerazione è il benessere del cane, e la consapevolezza che un cane intero può fare i cuccioli, ed è necessario conoscerne taglia, temperamento e casa di destinazione prima di permettere ai propri animali domestici di riprodursi.

Insomma: un controllo più consapevole delle nascite potrebbe drasticamente ridurre il numero dei cani in canile, aiutando sia gli allevamenti che quegli esemplari che trascorrono anni preziosi della loro vita rinchiusi in una gabbia poiché, per una famiglia, si sono rivelati poco gestibili o magari diversi dalle loro aspettative.

I volontari del canile sono spesso amanti tenaci degli animali che combattono per i loro diritti e, se ti possono sembrare severi, non ti spaventare. È il loro compito quello di proteggere i cani e i gatti, e fare in modo di valutare la famiglia affinché il cane non si ritrovi a fare i conti con un potenziale secondo abbandono.

Adottare un cucciolo significa dargli l'opportunità di una vita felice, ma non sottovalutiamo mai la gratitudine, e la gioia, di un cane adulto o anziano che vengono tirati fuori dal canile. Bastano davvero pochi mesi in questi luoghi per lasciare un segno nella personalità dell'animale: un problema che si può curare solo con una casa e tanto amore. A volte, occorrerà anche l'aiuto di un veterinario comportamentalista.

Che differenza c'è tra adottare e comprare un cane?

Partiamo con il dire che in Italia è legale la compravendita di cani senza pedigree, e che nella maggior parte dei casi la vendita di un animale "di razza" senza questo documento viene fatta a prezzi molto più bassi rispetto a quelli di un allevamento serio.

Il pedigree è un documento gratuito, rilasciato senza costi aggiuntivi, che sancisce la salute della linea di sangue dell'animale domestico. È una forma di tutela non solo che il tuo sia un cane di razza sano, ma che anche i genitori abbiano ricevuto il rispetto che meritano (un numero controllato di cucciolate, con partner non consanguinei), ed evitare così l'insorgere di malattie o tare ereditarie.

Ciò detto, acquistare un cane non è uno stigma né una colpa, e gli amanti dei cani dovrebbero lottare per combattere contro il randagismo e l'abbandono tanto quanto gli allevamenti di frodo che sfruttano gli animali. Si tratta di problemi separati, eppure assimilabili in un singolo concetto: per molte persone il cane è ancora considerato un oggetto, qualcosa di cui ci si può liberare in caso di problemi.

Al contrario, un cane è un membro attivo e partecipe della famiglia, e dovrebbe essere trattato come tale.

Perché è meglio prendere un cane dal canile?

  • Troverai ogni genere di cani;
  • I controlli dei volontari sono più serrati;
  • Darai un futuro a cani sfortunati.

In canile troverai ogni genere di cane: di ogni taglia, ogni razza, di ogni età e anche cuccioli, ovvero "tele bianche" che puoi plasmare e addestrare a tuo piacere. Non solo: troverai anche cani anziani che sono stati amati, e i cui padroni ormai vecchi non possono più occuparsi di loro. Troverai anche cani cosiddetti "problematici", con caratteristiche caratteriali che li rendono più esigenti.

Per quanto i volontari facciano del loro meglio per dare ai cani un futuro, farli adottare in fretta e, soprattutto, riabilitarli alla vita libera, talvolta facendogli intraprendere percorsi di addestramento, è importante sapere che il canile non è un posto dove il cane può essere davvero felice. Non è una pensione per animali e, soprattutto, il cane ha bisogno di una casa, di una famiglia e non di vivere in una gabbia.

I volontari si presenteranno ciclicamente, per una serie di mesi dopo l'adozione, a casa tua, per assicurarsi che il cane abbia trovato davvero una famiglia adeguata.

Chi adotta tramite associazione, per esempio trovando un annuncio su Facebook, dovrebbe essere esigente e fare tante domande ai volontari, così da capire che cosa si sta portando in casa, specialmente se è alle prime armi e si sta imbarcando in un'adozione a distanza, senza aver mai visto l'animale prima. Questo non significa che le adozioni tramite i social media non siano valide o meritevoli di nota: è importante però sapere che la persona adottante dovrebbe possedere un minimo di esperienza (e tanta buona volontà) prima di portarsi in casa un cane che proviene, magari, da molto lontano.

Come si comporta un cane appena adottato?

  • Manifestazioni di disagio
  • Distruzione degli oggetti di casa
  • Paura o diffidenza nei confronti del nuovo padrone e del nuovo ambiente
  • Potrebbe manifestare aggressività

La prima cosa da fare quando si porta a casa un cane adulto da un canile è quella di fargli trovare una cuccia, una ciotola d'acqua e tutto il necessario per renderlo felice, come giocattoli e una famiglia felice di accoglierlo. Non bisogna immediatamente soffocarlo di attenzioni, a meno che non si mostri disponibile da subito. Se manifesta segni di diffidenza, è importante lasciarlo libero di muoversi per casa, di seguirti, senza cercare un contatto.

Una volta che si sarà abituato alla presenza dei nuovi padroni, ci si potrà avvicinare per accarezzarlo o premiarlo con bocconcini deliziosi.

Se noti comportamenti aggressivi o particolari, potresti aver bisogno dell'aiuto di un comportamentalista: non ti scoraggiare. Ogni cane, con la giusta dose d'amore, può essere aiutato a migliorare le sue reazioni. Ricordati però che un cane adulto è già formato, e non sarà mai al 100% come lo vorresti tu: dovrai imparare ad amarlo così com'è, aiutandolo all'occorrenza.

Se tutto ciò che ti abbiamo detto ti è risultato utile, ti consigliamo di prendere parte al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e di seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

CONDIVIDI: