Caring

Quali sono i modi per non far scappare il cane in vacanza?

Quali sono i modi per non far scappare il cane in vacanza?
Ultima modifica 05.07.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come fare per non far scappare il cane in vacanza?
  2. Perché il cane può scappare in vacanza?
  3. Come si impedisce al cane di scappare in vacanza?
  4. Cosa serve per non far scappare il cane in vacanza?
  5. Cosa fare per non far scappare il cane?
  6. Come far sì che il cane non scappi più?
  7. Come abituare il cane ad andare in vacanza?

Come fare per non far scappare il cane in vacanza?

Tenerlo in sicurezza e usare un collare GPS sono alcuni rimedi efficaci, ma per non far scappare il cane in vacanza occorre in realtà fare attenzioni a differenti variabili, che devono tenere conto anche delle paure e del comportamento dell'animale domestico.

Perché il cane può scappare in vacanza?

  • Paura dei fuochi d'artificio o dei temporali;
  • Paura delle folle;
  • Noia;
  • Calore;
  • Istinto predatorio;
  • Desiderio di esplorare.

I motivi per cui un cane può scappare, come si può notare, sono molteplici. Una delle più comuni è la paura dei rumori forti, motivo per cui durante i temporali o durante eventi con i fuochi d'artificio l'animale dovrebbe essere tenuto in sicurezza dentro casa e non in giardino, ed essere rassicurato o distratto.

Anche la paura delle folle può giocare a sfavore, specie se il nostro cane non è abituato a un'elevata socialità: ogni stimolo può essere fonte di panico e paura, cosa che può portare alla fuga. Al contrario, se non stiamo facendo abbastanza attività con lui, il cane può anche scappare per mancanza di stimoli, cercando altrove ciò che non riusciamo a dargli.

Non è da sottovalutare neanche il calore dell'animale (o delle cagnoline nei dintorni se abbiamo un maschio): il desiderio di accoppiarsi può condurlo a scappare. Infine, se abbiamo dei cani da caccia o molto avventurosi, anche l'istinto predatorio e la voglia di conoscere ciò che c'è nei dintorni può essere causa di fuga.

Come si impedisce al cane di scappare in vacanza?

  • Ricreare serenità e comfort casalinghi;
  • Fornire giochi e distrazioni;
  • Assicurarsi di bloccare qualsiasi via di fuga.

Cercare di replicare la serenità e il comfort di casa anche fuori è il primo passo per non far scappare il cane in vacanza. Il rimedio più efficace è la prevenzione: un ambiente in sicurezza e che faccia sentire l'animale a proprio agio è di fondamentale importanza.

Se poi la predisposizione alla fuga è una caratteristica del suo temperamento, serve qualche accorgimento in più. Labrador, Border Collie, Terrier, Pastore Tedesco e Australiano, Jack Russell sono fra le razze con una curiosità spiccata.

Queste razze amano esplorare e rispondere al richiamo di qualsiasi fattore esterno. Con loro giocare d'anticipo non basta: occorre bloccare qualsiasi via di fuga e assicurarsi che siano costantemente intrattenuti.

Cosa serve per non far scappare il cane in vacanza?

  • Tenerlo al guinzaglio quando si trova in spazi ampi o non recintati;
  • Tenerlo al guinzaglio quando si fanno soste in strada;
  • Mantenere il cane tranquillo;
  • Usare un collare GPS;
  • Installare un microchip per ritrovarlo in caso di smarrimento;
  • Farlo giocare e stimolarlo sia dal punto di vista fisico che mentale.

Questi sono modi per non far scappare il cane in vacanza che vanno oltre la prevenzione. Prendersi cura di lui come si fosse a casa e servirsi della tecnologia fa sì i rischi si riducano al minimo e che un periodo di meritato relax, di svago non si trasformi in un incubo.

Nessuno vuole provare quella terribile sensazione che nasce quando non si sa che fine abbia fatto colui che fa parte della famiglia a tutti gli effetti. Le cose poi si complicano se si è in zone che il cane non conosce. Il ritorno, infatti, diventa più complesso se non conosce la strada di casa, si sente spaesato e impaurito da ambienti mai esplorati prima

Cosa fare per non far scappare il cane?

  • Pianificare il viaggio, evitando ciò che crea agitazione al cane;
  • Addestrare il cane e fare in modo che ascolti i comandi del padrone;
  • Controllare il meteo e non lasciarlo solo in caso di maltempo;
  • Scegliere il mezzo di trasporto che preferisce;
  • Tenerlo sempre al guinzaglio, anche durante le soste;
  • Optare per alloggi e aree pet-friendly, con attività dedicate;
  • Scegliere una meta tranquilla e che possa piacere anche al cane.

Conoscere cosa spinge il proprio animale domestico a fuggire è di fondamentale importanza. Per non far scappare il cane in vacanza è necessario sapere quali sono i suoi punti deboli e interpretare correttamente il linguaggio del cane, così da poter cogliere alcuni segnali e poter giocare d'anticipo.

Come far sì che il cane non scappi più?

Imparare dai propri errori, capire cosa ha spinto il cane a fuggire ed evitare che determinate contingenze si ripresentino è il modo migliore per tenerlo protetto e al sicuro. Sperare che non risponda ai propri istinti è un'utopia: deve essere chi ne detiene la responsabilità a impedire che i fattori di rischio abbiano la meglio.

Non fare mai scappare il cane in vacanza è il migliore auspicio, purtroppo però può succedere e – se si ha la fortuna di ritrovarlo – impedire che corra un'altra volta il pericolo di non tornare a casa è di fondamentale importanza. Meglio, insomma, non sfidare troppo la sorte e abituarlo a viaggiare per ridurre i pericoli al minimo.

Come abituare il cane ad andare in vacanza?

  • Abituarlo al kennel (o al trasportino);
  • Creare un ambiente confortevole in auto;
  • Programmare delle soste;
  • Assicurarsi che la sua valigia sia completa di tutto.

Prima di partire in aereo, in auto o in treno è bene che il cane sia abituato al kennel, un accessorio indispensabile per buona parte del viaggio soprattutto per gli esemplari di taglia grande. Meglio, poi, cimentarsi prima in spostamenti brevi per vedere come reagisce e di cosa necessita in caso di ansia e nervosismo.

Soprattutto se si viaggia in auto, portare con sé i giochi preferiti, la coperta con il proprio odore e rendere confortevole l'ambiente è una strategia vincente. Se però il proprio cane ha un'emotività particolarmente spiccata, si possono usare i feromoni o altri rimedi naturali per tranquillizzarlo, previo consulto veterinario ovviamente.

Per quanto possa essere abituato a viaggiare, nessun animale può reggere spostamenti troppo lunghi. Programmare delle soste per fare i bisogni, passeggiare, bere e mangiare è molto importante. Meglio quindi improvvisare il meno possibile e considerarle a priori lungo il proprio itinerario. Ricordate anche di tenere il cane al guinzaglio: potrebbe fuggire e basta una piccola distrazione per perderlo.

E a proposito di giocare d'anticipo, è fondamentale preparare anche la valigia del cane. Deve contenere ciotole per il cibo e l'acqua, i sacchetti per raccogliere i bisogni, bocconcini premio, crocchette e umido, giochi e qualsiasi altra cosa possa garantire il benessere del proprio compagno di viaggio.

Se vuoi saperne di più, ti consigliamo di unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e di seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

CONDIVIDI: