Tutte le migliori città italiane da visitare con il cane

Tutte le migliori città italiane da visitare con il cane
Ultima modifica 05.03.2024
INDICE
  1. Tutte le migliori città italiane da visitare con il cane
  2. Dove andare in vacanza con il cane in Italia
  3. Roma, la Capitale è sempre il top
  4. Venezia, coccole e carezze in gondola
  5. Firenze, fra le migliori città italiane da visitare con il cane
  6. Verona, la città di Romeo, Giulietta e Fido
  7. Torino, la città più accogliente in assoluto?
  8. Cagliari: mare, relax, coccole e passeggiate
  9. Pisa pende per Fido
  10. Lecce e i monumenti all’aperto accessibili ai cani

Tutte le migliori città italiane da visitare con il cane

Viaggiare con il proprio quattro zampe è un'abitudine sempre più diffusa, il risultato di un rapporto sempre più simbiotico fra bipede e quadrupede. Conoscere le migliori città italiane da visitare con il cane può facilitare l'organizzazione della vacanza ideale con tutti i propri cari, animali e umani compresi.

Per fare in modo che l'esperienza sia positiva è importante partire preparati e cercare le località pet friendly. In questa maniera non si hanno sorprese e si è certi di non dover cercare un'alternativa che vada bene anche per Fido all'ultimo minuto. Ormai, da Nord a Sud, lungo tutto lo Stivale, ci sono molti hotel, B&B, ristoranti e strutture che tengono conto della presenza imprescindibile di quelli che sono membri della famiglia a tutti gli effetti.

Ecco allora una lista di principali luoghi che diventano ogni giorno sempre più a misura di quadrupede. Il consiglio degli esperti è di informarsi prima anche sulle leggi locali che regolano la presenza di Micio e Fido nei luoghi pubblici come le spiagge o le aree attrezzate in montagna. Ma prima di tutto, ricordati di unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e al profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Dove andare in vacanza con il cane in Italia

  • Roma;
  • Venezia;
  • Firenze;
  • Verona;
  • Torino;
  • Cagliari;
  • Pisa;
  • Lecce.

Fra le migliori città italiane da visitare con il cane queste sono le più famose e quelle che certamente non mettono da parte l'amico a quattro zampe. Non va dimenticato, poi, che oltre ai posti più famosi ci sono dei borghi piccolini che davvero considerano i pet alla stessa stregua degli ospiti umani.

Roma, la Capitale è sempre il top

La città simbolo del Paese offre tante aree verdi perfette per far scorrazzare in lungo e in largo il compagno di vacanze. Ci sono anche parchi pubblici storici che accolgono senza problemi i quattro zampe e sono distribuiti in maniera abbastanza omogenea. Da Villa Borghese a Villa Ida e Villa Pamphili.

Ma anche i bar, i ristoranti e i negozi hanno il posto per Fido, l'importante è che sia educato e non disturbi gli altri clienti. Idem per i mezzi pubblici, dove però sono obbligatori il guinzaglio e la museruola. In metro, invece, ai pet è destinato l'ultimo vagone. Non è così liscio il percorso per entrare nei musei e per visitare i monumenti: in questi casi sono spesso richiesti kennel o borse e, se il cane è di taglia troppo grande, gli toccherà 'leggere' il cartello "io qui non posso entrare.

Venezia, coccole e carezze in gondola

Il fascino della città sull'acqua è difficilmente eguagliabile, se poi la vacanza è arricchita dalla presenza di colui che è come un figlio la combo è perfetta. I vaporetti ammettono un animale per viaggiatore gratis, anche qui però sono tassativi la museruola e il guinzaglio. Tuttavia ci sono meno aree verdi dedicate al gioco e alla socializzazione. Le scale, a seconda delle stazze e delle condizioni di salute, potrebbero rappresentare un ostacolo ed è bene non dimenticare mai la ciotola pieghevole e la borraccia con l'acqua per Fido.

Per gli hotel è bene fare una ricerca mirata in anticipo e prenotare, ma ci sono diverse soluzioni. Il sestiere di Cannareggio è comodo e centrale e vicino ha due parchi che il quattro zampe non potrà non gradire. L'accesso nei negozi è a discrezione del proprietario e non ci sono leggi comunali che lo vietano. Le aree ristoro sono quasi tutte pet friendly, lo stesso non si può dire dei palazzi sedi di musei e mostre.

Firenze, fra le migliori città italiane da visitare con il cane

Anche Firenze è fra le migliori città italiane da visitare con il cane, l'importante però è rispettare le norme. Ci sono infatti diverse aree dedicate allo svago dei quattro zampe. Tra queste ci sono i parchi pubblici, i giardini di Antonio Caponnetto e il Parco di Rusciano, in zona Gavinana, le colline intorno a Fiesole e Settignano.

Bar e ristoranti sono amici degli animali, alcuni hanno anche pensato alla formula aperidog, che offre un rinfresco per i proprietari e un'area con addestratori ed etologi per i quattro zampe. Pure gli hotel hanno servizi di dogsitting, ideali per visitare monumenti e luoghi vietati ai pet. Come al solito per i mezzi pubblici non sono previste limitazioni, guinzaglio e museruola a parte.

Verona, la città di Romeo, Giulietta e Fido

Qui c'è una novità interessante. Anche nei musei, di norma interdetti ai quattro zampe, è concesso di entrare con i propri pet previa esplicita richiesta al personale addetto. Eventualmente, il Cortile di Castelvecchio, quello della Casa di Giulietta e il Giardino Giusti sono i luoghi ideali per far riposare e svagare il proprio cane.

La stessa libertà è prevista in quasi tutti gli alberghi, nei bar e nei ristoranti. Via libera nei mezzi pubblici, ma in sicurezza. Lo si fa per legge, ma soprattutto per l'incolumità di tutti quelli presenti a bordo. In vacanza con il cane, il capoluogo del Veneto è fra le opzioni più consigliate e gettonate.

Torino, la città più accogliente in assoluto?

E anche il Piemonte non è da meno a proposito delle migliori città italiane da visitare con il cane. A Torino i quattro zampe sono benaccetti ovunque, persino nei cinema e alla Mole Antonelliana, ascensore escluso. Forse l'unica limitazione è rappresentata dalla taglia: se è troppo grande non è scontato che Fido possa entrare nel rispetto di tutti.

La città, inoltre, è ricca di giardini pensati anche per la presenza dei quattro zampe. In alcuni c'è l'obbligo di guinzaglio, in altri no. Bus, tram e metro invece lo pretendono insieme alla museruola. Per i cani che amano l'acqua, infine, c'è una vera chicca: il centro acquagym.

Cagliari: mare, relax, coccole e passeggiate

Nel capoluogo sardo si è addirittura ancora più accoglienti nei confronti dei quattro zampe. Da ordinanza comunale, Fido può salire sui mezzi pubblici e nei negozi: l'importante è che sia al guinzaglio e che abbia la museruola.

Un tasto dolente però va segnalato. Non ci sono tante aree verdi che possano permettere ai pet di fare amicizia, correre in libertà e divertirsi. In parte, i caglieritani si fanno perdonare con Monte Urpinu, una zona di 15 mila metri quadrati dove ci si può persino perdere.

Pisa pende per Fido

Fra le migliori città italiane da visitare con il cane ce n'è un'altra che è fra i simboli dello Stivale. Fido può accedere nei luoghi affollati con guinzaglio e museruola, compresi i negozi che non abbiano affisso un apposito cartello di divieto.

Non si può portare il quattro zampe in cima alla Torre e all'interno dei monumenti; ma questa direttiva è in linea con la maggior parte dei centri urbani italiani. In alternativa si può scegliere fra tre zone sgambamento. Si tratta di Giardino Scotto, Porta a Mare e Parco di Gagno.

Lecce e i monumenti all’aperto accessibili ai cani

Lecce, in Puglia, è considerata la Firenze del Sud Italia. Il fatto che molti luoghi di interesse siano all'aperto fa sì che siano accessibili al quattro zampe in automatico: senza il bisogno di direttive, leggi e decisioni personali. Quello che chiedono gli abitanti è di mettere al primo posto il fattore sicurezza.

Il centro storico è pet frindly, ma il cane deve camminare al guinzaglio e gli esemplari di piccola taglia possono entrare anche nei negozi. Stesso principio vale per i luoghi preposti alla ristorazione. Per qualsiasi dubbio o incertezza, però, è sempre bene prenotare prima e chiedere conferma che non si sia costretti a virare su altro perché Fido non è ammesso.