Linguaggio del cane: cosa sapere e come capirlo

Linguaggio del cane: cosa sapere e come capirlo
Ultima modifica 18.10.2023
INDICE
  1. Linguaggio del cane: cosa sapere e come capirlo
  2. Linguaggio del cane: immagini
  3. Posizioni del cane: significato
  4. Coda del cane: significato
  5. Linguaggio del corpo: libro
  6. Comportamenti del cane stressato
  7. Come capire se il tuo cane ti vuole bene

Linguaggio del cane: cosa sapere e come capirlo

Comprendere il linguaggio del cane è fondamentale per prendersene cura nel migliore dei modi. L'errore che spesso si commette infatti è di interpretarlo in maniera errata e di non fare ciò di cui ha maggiormente bisogno.

Se si è alla prima esperienza, o si nota un atteggiamento mai visto prima, è importante avvalersi della consulenza del proprio veterinario di fiducia o di un etologo esperto per essere certi di sapere quale sia lo stato d'animo di Fido e se si deve intervenire o meno.

Linguaggio del cane: immagini

  • Sbadiglia;
  • Si lecca i baffi;
  • Ha le orecchie dritte;
  • È rannicchiato;
  • Tiene la coda dritta.

 

Cane che sbadiglia

Cane ha sonno Shutterstock

Il linguaggio del cane può essere verbale o non verbale. Il secondo, per certi versi, dice molto di più e conoscere come si muove a seconda delle emozioni che prova è decisamente una marcia in più nella comprensione di ciò che pensa e sente.

Se il cane sbadiglia potrebbe certamente avere sonno. Se fa questo gesto e subito dopo si accuccia per dormire non ci sono dubbi. Tuttavia potrebbe essere anche un segnale di nervosismo.

Cane si lecca i baffi

Cane goloso Shutterstock

Se il cane si lecca i baffi subito dopo aver mangiato, vuol dire che ha gradito e non vuole lasciare nessun residuo di cibo sul muso; ma potrebbe voler dire anche che provano uno stato d'ansia.

Cane con le orecchie dritte

Cane con le orecchie tese Shutterstock

Le orecchie dritte, soprattutto se accompagnate da una postura immobile, indicano che Fido ha sentito qualcosa che lo preoccupa o lo incuriosisce. In ogni caso è in una posizione di allerta.

Cane rannicchiato

Cane intimorito Shutterstock

Il cane rannicchiato, a meno che non stia dormendo e magari cerca di conservare il proprio calore corporeo, ha paura o prova stress. Se lo si trova in un angolo con lo sguardo preoccupato, qualcosa non lo fa stare tranquillo.

Cane con la coda dritta

Cane con coda tesa Shutterstock

Il cane con la coda dritta esprime assertività o vigilanza. Tuttavia se è arcuata sulla schiena potrebbe indicare aggressività. Il tutto, poi, se è accompagnato da segnali vocali come l'abbaio, vuol dire in maniera inequivocabile che è sulla difensiva.

Posizioni del cane: significato

La postura del cane è il primo modo che utilizza per comunicare. Un corpo sciolto indica rilassatezza, se invece è rigido può significare tensione. I cani maschi dominanti, per esempio, sembrano più grandi e portano il corpo in avanti, verso l'alto: la loro è una posizione di attacco. L'esatto opposto della paura e della difesa, con il corpo indietro e verso il basso: in questo caso sembrano più piccoli.

Anche la posizione della coda dice tanto sul linguaggio del cane. Se Fido scodinzola tutti pensano che sia felice, ma questo è vero solo in certi casi. Lo scodinzolio infatti indica che è emozionato, ma non dice se sia un'emozione positiva o negativa. Se lo fa una volta rientrati a casa è felice, se lo fa quando un cane che non conosce gli viene incontro, e i movimenti sono ridotti, potrebbe avere timore: molto dipende dal contesto. Anche la coda fra le zampe posteriori, nascosta indica paura.

Un altro aspetto da tenere sotto controllo è lo sguardo. Se è fisso e non viene mai distolto significa sfida, se poi questo atteggiamento è accompagnato dalle pupille piccole e le orecchie in avanti non ci sono dubbi. Un cane rilassato, invece, sbatte le palpebre e non si concentra solo su una persona perché pensa di non poterla perdere di vista.

Soffermandosi un attimo sulle orecchie, all'indietro indicano sottomissione. Un cane sereno ha i muscoli rilassati, le pupille dilatate e la testa di lato. Queste ovviamente sono spiegazioni di massima che vanno contestualizzate e osservate insieme a tanti altri segnali, ecco perché è importante l'occhio esperto del veterinario.

Coda del cane: significato

Nel linguaggio del cane questa parte del corpo merita un'attenzione maggiore. In base al contesto, infatti, può indicare stati d'animo differenti. Una coda fra le gambe indica paura, alzata verso l'alto eccitazione, ma anche apprensione.

Per non parlare del cane che scodinzola: come già accennato non muove la coda solo se è felice, ma anche se ha il timore di qualcosa che non conosce. Tutto dipende dai movimenti, se sono ampi si può stare tranquilli, se sono circoscritti e veloci potrebbe essere ansioso.

Linguaggio del corpo: libro

Se si vuole sapere di più sull'argomento e si è degli amanti della lettura, un libro assolutamente consigliato è "Perché fa così? Impara a comprendere il linguaggio del tuo cane", un testo del 2023 edito da Rizzoli. Percorre la vita di Fido sin dai primi mesi di vita e affronta tutte le situazioni tipiche in cui si potrebbe trovare, analizzandole con attenzione. Per esempio, dice anche perché il cane rifiuta le coccole.

Comportamenti del cane stressato

  • Abbaia;
  • Va avanti e indietro;
  • Ha le orecchie tese;
  • Respiro pesante;
  • Tiene la coda fra le zampe;
  • Trema;
  • Distrugge tutto attorno a sé;
  • Perde il pelo;
  • È inappetente e ha problemi di digestione.

Questi sono i segnali tipici di un cane stressato, nervoso e ansioso. Alcuni sono già stati menzionati in precedenza, altri no. Il cane che appaia, ulula o piange non è certamente sereno, se poi si muove in maniera irrequieta e si ha la sensazione che abbia l'affanno non ci sono dubbi.

Nel linguaggio del cane anche il tremore è un chiaro segnale di paura. Se si torna a casa e si trovano le scarpe, la tappezzeria e le porte distrutte Fido non ha passato dei bei momenti. Lo stesso si può dire se non ha più fame, ha episodi di vomito e diarrea e se soffre di alopecia (o semplicemente perde una quantità di pelo maggiore rispetto alla norma).

Come capire se il tuo cane ti vuole bene

  • Ti segue come un'ombra;
  • Si poggia su dite;
  • Ti lecca;
  • Ti cerca per giocare;
  • Scodinzola;
  • Cerca il tuo sguardo con il suo;
  • Dorme con te;
  • Ti saluta entusiasta;
  • Ti porta il suo giocattolo favorito;
  • Prende i tuoi vestiti e li porta in giro.

Se noti uno o più di questi atteggiamenti, ti stai prendendo cura del tuo amico a quattro zampe nel modo corretto, lui se n'è accorto e ti manifesta affetto e gratitudine. L'importante però è non interpretare fuori contesto i segni verbali e non verbali di Fido, alcune volte possono forviare.