Health

La fase del calore nel cane: quanto dura e come gestirla?

La fase del calore nel cane: quanto dura e come gestirla?
Ultima modifica 25.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. La fase del calore nel cane: cos'è e perché è importante riconoscerla?
  2. La pubertà nei cani. Quando arriva il primo calore?
  3. Quanto dura il calore di un cane femmina?
  4. Quanti sono i giorni fertili di una cagna?
  5. Quando finisce il calore del cane?
  6. Quanto durano le perdite di sangue di un cane?
  7. Quanto dura il calore nei cani di razza più piccola e in quelli di razza più grande?
  8. Come gestire il calore di un cane?
  9. Perché sterilizzare un cane?
  10. Perché è importante comprendere il ciclo estrale del cane?

La fase del calore nel cane: cos'è e perché è importante riconoscerla?

Il ciclo estrale, comunemente noto come "calore", è una fase fisiologica che le cagne attraversano periodicamente, segnando il loro periodo fertile. Conoscere i dettagli di questo ciclo è fondamentale per i proprietari di cani, sia per coloro che desiderano far accoppiare i loro animali, sia per chi vuole prevenire gravidanze indesiderate.

La pubertà nei cani. Quando arriva il primo calore?

La pubertà nelle cagne, ovvero il raggiungimento della maturità sessuale, varia a seconda della razza e della taglia del cane. Generalmente, le cagne di razza piccola possono raggiungerla già a partire dai 6 mesi di età, mentre quelle di razza grande o gigante
possono arrivare a maturità sessuale tra i 12 e i 24 mesi.

Il primo calore può essere irregolare e di durata variabile, ma questo tende a stabilizzarsi con i successivi cicli. La pubertà segna un periodo di transizione in cui il cane sviluppa la capacità riproduttiva. Durante questa fase, il sistema riproduttivo matura e iniziano a manifestarsi i primi segnali di calore. È fondamentale che i proprietari siano preparati per questa fase, poiché la gestione del cane in questa fase richiede attenzione e consapevolezza.

Quanto dura il calore di un cane femmina?

Le fasi del ciclo estrale che si notano più facilmente durano generalmente tra le 2 e le 3 settimane, ma la durata può variare leggermente a seconda della razza e dell'individuo. Il ciclo estrale è suddiviso in quattro fasi principali:
 

  1. Proestro: questa fase dura circa 7-10 giorni. Durante il proestro, le ovaie iniziano a prepararsi per l'ovulazione e si verifica un aumento della produzione di estrogeni. I sintomi più comuni includono gonfiore della vulva e perdite di sangue dalla vulva stessa. La cagna può apparire più irrequieta o affettuosa, ma non è ancora recettiva all'accoppiamento. Le perdite di sangue in questa fase possono variare da leggere a moderate e il colore può cambiare da rosso vivo a rosato.
  2. Estro: l'estro dura circa 5-9 giorni ed è il periodo in cui la cagna è fertile e recettiva al maschio. L'ovulazione avviene generalmente nelle prime 48 ore di questa fase. I sintomi includono un cambiamento nella consistenza delle perdite vaginali, che diventano più chiare e meno abbondanti. La cagna accetterà il maschio e sarà più propensa all'accoppiamento. Durante l'estro, la vulva rimane gonfia, ma le perdite di sangue diminuiscono o cessano del tutto.
  3. Diestro: questa fase dura circa 60 giorni ed è il periodo successivo all'estro, in cui la cagna non è più fertile e non è recettiva ai maschi. Se la cagna è stata fecondata, il diestro culminerà nella gravidanza e nel parto. Altrimenti, la cagna tornerà gradualmente alla normalità. Durante il diestro, i livelli di progesterone sono elevati, indipendentemente dal fatto che la cagna sia gravida o meno. Questo può causare sintomi simili a quelli della gravidanza, anche in assenza di una reale gravidanza (pseudogravidanza).
  4. Anestro: l'anestro è il periodo di riposo tra i cicli estrali, che può durare da 4 a 6 mesi. Durante questo tempo, il sistema riproduttivo della cagna si prepara per il ciclo successivo. Anche durante questa fase, la cagna non è recettiva ai maschi.
    L' anestro è un periodo di quiescenza riproduttiva in cui l'attività ovarica è minima.
    Questo periodo di riposo è cruciale per la salute riproduttiva della cagna.
Per approfondire: Cane in calore: segnali e cosa fare

Quanti sono i giorni fertili di una cagna?

I giorni fertili di una cagna si trovano principalmente durante la fase di estro. L'ovulazione avviene all'inizio di questa fase, quindi i giorni più fertili sono tipicamente i primi 2-3 giorni dell'estro. Tuttavia, è importante notare che la cagna può essere recettiva all'accoppiamento per tutto il periodo dell'estro, anche se la massima fertilità si concentra all'inizio.

Determinare i giorni esatti di fertilità può essere complesso senza un monitoraggio accurato. Alcuni proprietari e allevatori utilizzano test ormonali o esami citologici per identificare il momento dell'ovulazione con maggiore precisione. Questi test possono essere particolarmente utili per coloro che pianificano accoppiamenti specifici o vogliono massimizzare le possibilità di gravidanza.

Quando finisce il calore del cane?

Per determinare quando il calore di una cagna è finito, è necessario osservare i cambiamenti comportamentali e fisici. Durante il passaggio dall'estro al diestro, le perdite vaginali diminuiscono e la cagna non si mostra più recettiva verso i maschi. La vulva ritorna gradualmente alla dimensione normale e il comportamento della cagna diventa meno irrequieto e più simile a quello abituale. Inoltre, le perdite ematiche cessano completamente.


Alcuni segnali specifici che indicano la fine del calore includono:

  • Riduzione delle perdite vaginali: le perdite ematiche diminuiscono e diventano meno visibili.
  • Ritorno del comportamento normale: la cagna torna ad essere meno irrequieta e più tranquilla.
  • Riduzione del gonfiore vulvare: la vulva ritorna alla sua dimensione normale.

Quanto durano le perdite di sangue di un cane?

Le perdite di sangue nel cane femmina durante il calore avvengono principalmente durante la fase di proestro. Queste perdite possono durare da 7 a 10 giorni e variano in quantità e colore. All'inizio del proestro, le perdite sono generalmente più abbondanti e di colore rosso vivo. Man mano che la fase di proestro avanza, le perdite diventano più leggere e di colore rosato o marrone chiaro.

È anche utile monitorare la cagna per assicurarsi che le perdite non siano eccessive o prolungate, il che potrebbe indicare un problema di salute che richiede l'intervento del veterinario.

Quanto dura il calore nei cani di razza più piccola e in quelli di razza più grande?

Come accennato, esistono variazioni significative nel ciclo estrale delle cagne a seconda della razza e dell'individuo. Le razze più piccole tendono ad avere cicli più frequenti e calori di durata minore, mentre le razze più grandi possono avere cicli meno frequenti e calori più lunghi. Inoltre, alcuni individui possono presentare sintomi più o meno evidenti, rendendo necessario un monitoraggio più attento per determinare le diverse fasi del ciclo.

Come gestire il calore di un cane?

Gestire una cagna in calore può richiedere alcune attenzioni particolari per garantire il suo benessere e prevenire accoppiamenti indesiderati. Ecco alcuni consigli utili:

  • Monitorare i sintomi: osservare attentamente i cambiamenti nel comportamento e nelle perdite della cagna per determinare le diverse fasi del ciclo. Tenere un diario dei sintomi può aiutare a identificare i pattern e a prevedere i futuri cicli.
  • Limitare le uscite: durante il periodo fertile, evitare di portare la cagna in luoghi frequentati da cani maschi non sterilizzati portati a spasso senza guinzaglio. Questo aiuta a prevenire accoppiamenti indesiderati e a ridurre lo stress per la cagna.
  • Attenzione emotiva: durante il calore, la cagna può diventare più affettuosa o ansiosa, ed è importante impegnarsi a ridurre il suo stress.
  • Consultare il veterinario: se si hanno dubbi o si osservano sintomi insoliti, è sempre consigliabile consultare il veterinario.

Perché sterilizzare un cane?

La sterilizzazione è una scelta importante che molti proprietari considerano per prevenire gravidanze indesiderate e problemi di salute associati al ciclo estrale. La sterilizzazione elimina il ciclo estrale e riduce il rischio di alcune malattie riproduttive, come le patologie uterine e i tumori mammari. È una decisione che dovrebbe essere discussa con il veterinario, valutando i pro e i contro in base alla salute e allo stile di vita del cane.

Perché è importante comprendere il ciclo estrale del cane?

È importante notare che quanto scritto è di carattere generale e possono esserci variazioni a seconda della razza e dell'individuo.
Comprendere il ciclo estrale del cane è essenziale per qualsiasi proprietario. Questa conoscenza non solo aiuta a gestire meglio il proprio animale durante il calore, ma è anche fondamentale per prendere decisioni informate sulla riproduzione e sulla
sterilizzazione. Un'adeguata gestione del calore contribuisce al benessere della cagna e alla prevenzione di problemi comportamentali e sanitari.

CONDIVIDI:

Autore

Dott. Matteo Serpieri

Dott. Matteo Serpieri

Medico Veterinario
Medico Veterinario, collaboratore presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie dell'Università di Torino, Italia. Si occupa principalmente di animali non convenzionali e selvatici, e di anestesiologia veterinaria. Nel tempo libero, musicista e autore di musical.