Cosa sognano i cani mentre dormono?

Cosa sognano i cani mentre dormono?
Ultima modifica 29.09.2023
INDICE
  1. È vero che i cani sognano e fanno incubi?
  2. I cani sognano: cosa sappiamo
  3. I cani hanno gli incubi
  4. Ogni quanto i cani sognano

È vero che i cani sognano e fanno incubi?

Chiunque abbia un cane avrà speso un po' di tempo nel guardarlo dormire. In alcuni casi il sonno è sereno, in altri invece è particolarmente agitato. Viene quindi da chiedersi se i cani sognano e se ciò avviene allo stesso modo degli esseri umani. Va da sé che è impossibile ottenere un resoconto diretta e dettagliato da parte dei diretti interessati, ma ecco cosa ci dice la scienza in merito.

I cani sognano: cosa sappiamo

A differenza degli esseri umani, i cani non hanno la possibilità di descrivere i propri sogni al proprio risveglio dal sonno. O magari lo fanno ma tra loro e in una lingua a noi ovviamente incomprensibile, chi può dirlo.

Nel corso degli anni, però, gli scienziati sono stati in grado di raccogliere preziose informazioni in merito a questo particolare aspetto della vita degli animali. Ciò analizzando le loro condizioni psicofisiche durante il sonno e operando fasi d'attenta osservazione. Ecco perché sappiamo che i cani sognano e quante informazioni sono state raccolte nel tempo:

  • Quando un cane si addormenta, la sua respirazione si fa ogni volta più regolare e profonda;
  • Trascorsi circa 20 minuti dall'assopimento, l'animale entra nella fase REM, proprio come un essere umano. In questo periodo del sonno hanno inizio i sogni, almeno nella maggior parte dei cani;
  • Così come accade a noi, i sogni possono essere di vario genere, il che ha un impatto sulla respirazione dell'animale. Può diventare irregolare e i muscoli possono subire degli spasmi. In pratica si tratta di quella sorta di "caccia alla preda" cui assistiamo di tanto in tanto, con le zampe che sembrano muoversi come per una corsa in un prato;
  • Gli esperimenti hanno inoltre evidenziato come i loro occhi, come i nostri, si muovano dietro le palpebre richiuse. Sono attivi quasi come se il cane stesse guardando a qualcosa o qualcuno. Si crede che nella fase REM appaiano a loro delle immagini, proprio come ai loro padroni;
  • Passando alle ipotesi, proprio come gli esseri umani, un cane può rivivere eventi della propria giornata, magari mescolati ad altri. In assenza ovviamente di resoconti, ciò non è dato saperlo con certezza.

I cani hanno gli incubi

Se è vero che i cani sognano, come la scienza suggerisce, è soltanto naturale pensare che i nostri animali domestici possano anche avere degli incubi. Ciò avviene regolarmente ma la maggior parte dei sogni sono "regolari".

Per quanto possa essere preoccupante vedere il proprio animale agitarsi durante il sonno, occorre ricordarsi come sia tutto perfettamente normale. Lo si lasci piagnucolare e lamentarsi, considerando come potrebbe trattarsi di un semplice sogno agitato e null'altro, ovvero il ricordo di un'esperienza molto stimolante, che non per forza debba essere negativa. Il proprio cane, come noi del resto, ha bisogno di un ciclo regolare di veglia e sonno, quindi si consiglia di non interromperlo.

Una raccomandazione che andrebbe impartita anche ai propri figli. La maggior parte dei morsi dati dai cani ai bambini, infatti, avviene quando questi ultimi, preoccupati o per gioco, decidono di svegliarli di soprassalto da un sonno profondo.

Ogni quanto i cani sognano

Anche in questo caso occorre sottolineare un parallelismo tra cani ed esseri umani. Non esiste una regola fissa per quanto riguarda i sogni negli uomini. Ciò non accade a tutti con la stessa frequenza per tutti.

Discorso identico per i cani, che possono vantare una frequenza molto soggettiva e, al tempo stesso, anche una durata. Un elemento particolarmente distintivo è rappresentato dall'età e dalla taglia del cane.

Facciamo un esempio: un cucciolo vanta una mente molto giovane, poco corrotta dall'esperienza e innocente. Tende dunque a fare molti più sogni di un cane adulto. Il motivo è presto spiegato proprio grazie alle esperienze citate. Essendo nati da poco, ogni giorno prevede nuove scoperte. Ciò vuol dire che ci sono tantissime informazioni da elaborare nel corso delle fasi di sonno, di notte o giorno.

Per quanto riguarda invece la frequenza di sogni, i ricercatori la pongono in particolare correlazione con le dimensioni dell'animale in questione. Un Barboncino toy, che vanta una taglia decisamente ridotta, quasi si trattasse di un peluche, può arrivare a sognare anche ogni 10 minuti. Differente invece il discorso per un Labrador Retriever, il cui ciclo in tal senso è di un solo sogno ogni 60-90 minuti di sonno.

All'interno di questa esperienza, però, c'è un'altra distinzione temporale da fare. Il barboncino può fare sogni anche soltanto di un minuto, a differenza del Labrador che vive un processo più lungo e complesso, che varia tra i 5 e i 10 minuti. Tanto la durata quanto la frequenza sono interconnesse con la quantità di sonno necessario per recuperare le energie spese durante il ciclo di veglia. Una giornata attiva per un cane di grossa taglia richiederà un sonno più profondo, il che garantisce molto più tempo per sognare in maniera ricca e complessa.