I cani maschi vanno in calore?

I cani maschi vanno in calore?
Ultima modifica 18.01.2024
INDICE
  1. Calore del cane maschio: esiste?
  2. Come si comporta un cane maschio in calore?
  3. Cane maschio in calore: sintomi
  4. Quanto dura il periodo di calore di un cane maschio?
  5. Quando il cane maschio va in calore la prima volta?
  6. Come calmare il cane maschio in calore

Calore del cane maschio: esiste?

I padroni si domandano spesso se i cani maschi vanno in calore e cosa fare a riguardo. Un cane in calore è solito subire dei profondi cambiamenti fisici e comportamentali che bisogna saper riconoscere, in modo da accudirlo nel miglior modo possibile. Un punto da chiarire, molto importante e che spesso si ignora, è che in realtà si tratta di uno stato che interessa solo gli esemplari di sesso femminile. Ciò che avviene nei cani maschi, e che andremo a illustrare quest'oggi, non è propriamente definibile calore, anche se ha dei tratti simili.

Prima, però, di spiegare come e se i cani maschi vanno in calore, vi ricordiamo che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Come si comporta un cane maschio in calore?

Prima di tutto bisogna specificare che il cane maschio in realtà non va in calore. O meglio, non come si intende quando si parla di un esemplare di sesso femminile. Una volta raggiunta la maturità sessuale, infatti, un cane maschio è sempre pronto ad accoppiarsi. Le tempistiche non dipendono da lui, che anzi aspetta che lo sia anche una femmina nelle vicinanze.

Più semplicemente, possiamo affermare che un cane maschio in calore non è altro che un cane recettivo all'ovulazione delle femmine nella sua zona. Possedendo, infatti, un olfatto molto più sviluppato di quello dell'uomo, i cani riescono a sentire una femmina in calore anche a distanze molto elevate.

Tuttavia, anche se parlare di cane maschio in calore è inappropriato, si possono notare dei cambiamenti comportamentali quando si accorge che c'è la possibilità di essere accettato da una femmina, che lo possono far rientrare in questa categoria, e che vi andremo ad illustrare.

Cane maschio in calore: sintomi

  • Irrequietezza e agitazione
  • Marcatura del territorio
  • Tentativi di fuga
  • Apatia
  • Inappetenza
  • Ululati e pianti
  • Abbaio frequente

Quando il cane maschio raggiunge la maturità sessuale, e sente la necessità di accoppiarsi, si possono notare dei sintomi, molto evidenti, che ci segnalano che si trova in una fase erroneamente definita "calore": una perenne irrequietezza, che non si riesce a placare con giochi e passeggiate, un continuo abbaiare senza motivo, unito a ululati e pianti, una apatia verso le attività che solitamente gli piacciono. Non mancano i tentativi di fuga, proprio per la ricerca di un cane femmina in calore, ma anche la marcatura del territorio e l'inappetenza.

Quanto dura il periodo di calore di un cane maschio?

Come dicevamo, il periodo di calore appartiene propriamente agli esemplari femmine, e avviene solitamente due volte l'anno, a distanza di circa sei mesi. Per i maschi è diverso, perché una volta raggiunta la maturità sessuale, ogni momento è buono per accoppiarsi. I maschi, infatti, sono attratti dalle femmine dall'inizio della fase di proestro o in estro, e quando ne fiutano una in zona, cambiano completamente comportamento. Iniziano a sbavare, a ululare e grattare la porta insistentemente, fino a spingersi a tentativi ripetuti di fuga verso l'esterno.

Solitamente i cani più giovani, quando fiutano una cagnolina in calore, iniziano ad avere comportamenti ancora più chiari ed espliciti, che non riescono a controllare, come montare cuscini, divani, gambe di persone e tutto quello che gli sembrerà utile per togliersi di dosso le sensazioni che stanno provando, che spesso si riversano in un senso di frustrazione.

Quando il cane maschio va in calore la prima volta?

Il cane maschio, raggiunta la sua maturità sessuale (ovvero dai 6 mesi in poi), è potenzialmente sempre in calore. Gli basta fiutare il momento di fertilità della femmina per iniziare a dare segni di irrequietezza e tutti quei sintomi sopra elencati. Non essendo un processo preciso come nelle cagnoline, il "calore" nei maschi non ha regole precise, e quindi non c'è neanche un numero di volte in cui i maschi vanno in calore durante l'anno, perché può succedere ripetutamente, ogni qual volta incontrino un femmina con la quale accoppiarsi.

Come calmare il cane maschio in calore

Il fenomeno del "calore" del maschio è molto transitorio, e tendenzialmente si calmerà da solo, quando l'ovulazione femminile nei dintorni finirà. Ma essendo soggetto a ogni stimolo femminile esterno, potrebbe protrarsi a lungo, costringendoci a "intervenire", poiché certi comportamenti di irrequietezza, se continuati, potrebbero rivelarsi pericolosi, anche per il cane stesso.

Se i classici rimedi delle coccole, dei premi e delle distrazioni come attività ludiche non dovessero funzionare, è sempre meglio ricorrere al proprio veterinario prima di intervenire in altro modo, sia nel caso di trattamenti omeopatici, sia della soluzione più definitiva e meno necessaria solitamente, la castrazione.