Gatto europeo: che razza è? Caratteristiche e cura

Gatto europeo: che razza è? Caratteristiche e cura
Ultima modifica 24.11.2023
INDICE
  1. Che razza è il Gatto europeo?
  2. Caratteristiche fisiche
  3. Carattere e temperamento
  4. Prendersi cura di un gatto europeo
  5. Quanto vive un Gatto europeo?
  6. Gatto europeo prezzo

Che razza è il Gatto europeo?

Il gatto europeo - anche noto come European shorthair o Celtic shorthair - è una razza di gatto la cui origine rimane sconosciuta, benché in molti ritengano possa essere così antica da risalire addirittura agli antichi gatti egiziani.

In questo articolo cercheremo di fornire informazioni utili su questa razza di gatti. Tuttavia, prima di ciò, è doverosa una precisazione. Il gatto europeo NON deve essere confuso con il comune gatto domestico a pelo corto europeo. Il nome "gatto europeo", infatti, viene spesso utilizzato per identificare gatti domestici che non appartengono ad alcuna razza. Questo uso improprio del termine genera non poca confusione nelle persone. La nomenclatura corretta, quindi, è:

  • Gatto europeo per indicare la razza specifica, altrimenti nota come Celtic o European shorthair;
  • Gatto domestico europeo o gatto europeo comune (in inglese Domestic shorthair o Common European cat) per indicare i felini domestici che non appartengono ad alcuna razza (in altri termini, quegli esemplari che nel mondo dei cani sono noti come "bastardini").
Gatto europeo Shutterstock

Caratteristiche fisiche

Il gatto europeo è un felino di taglia medio-grande con un peso corporeo compreso fra i 4 e i 7 kg. È un felino robusto, con linee muscolari ben definite, petto ampio e muscoloso, pelo corto e folto. Il mantello può avere differenti colorazioni (bianco, nero, marrone, crema, rosso, blu, argento, ecc.). Benché venga spesso riconosciuto per il suo tipico mantello tigrato (colorazione tabby caratterizzata dalla tipica "M" sulla fronte), il mantello del gatto europeo può altresì presentare macchie e non solo striature, può essere calico o tartarugato.

La coda è medio-lunga, spessa alla base e arrotondata all'estremità. Le zampe sono arrotondate alla base, di media lunghezza e forti. La testa è abbastanza larga con contorni arrotondati. Il naso è moderatamente lungo e largo, dritto. Le orecchie sono di media grandezza e dalla punta leggermente arrotondata. Gli occhi sono grandi, arrotondati, ampiamente separati; il loro colore corrisponde al colore del mantello e può essere giallo, verde, blu o arancione.

Carattere e temperamento

I gatti europei sono animali forti e attivi, molto giocosi e generalmente amichevoli con persone di tutte le età, benché tendano ad essere piuttosto diffidenti verso gli estranei. In qualsiasi caso, si tratta di gatti socievoli ed intelligenti. Possono andare d'accordo con altri felini doemstici e, solitamente, tollerano bene anche i cani.

Conservano la loro indole di cacciatori e sono esperti nel dare la caccia ai topi presenti in giardini e case.

I gatti europei tendono a gestire bene i cambiamenti e ad adattarsi a nuovi ambienti, motivo per cui potrebbero essere adatti anche a case con bambini.

NOTA BENE

Nell'educazione del bambino è fondamentale fornire indicazioni corrette su come approcciarsi ai gatti presenti in famiglia. Il fatto che una razza di felino domestico tolleri la presenza di bambini, infatti, non significa che questi debbano interagire senza controllo e senza preventive istruzioni da parte dei genitori. Il gatto, infatti, seppur mansueto, è un essere vivente con un proprio carattere e con necessità che devono essere rispettati da tutti i membri della famiglia, inclusi i più piccoli.

Prendersi cura di un gatto europeo

Come abbiamo detto, il gatto europeo è considerato come una razza forte e robusta. Nonostante ciò, come qualsiasi altro felino, anche il gatto europeo necessita di cure e attenzioni affinché ne venga garantito il benessere.

Alimentazione

L'alimentazione del gatto europeo deve necessariamente includere il consumo di proteine di elevata qualità. Ricordiamo, infatti, che una dieta sana e bilanciata è la chiave per la salute dei nostri animali domestici tanto quanto lo è per gli esseri umani. In questo senso, pertanto, potrebbe essere utile rivolgersi al veterinario di fiducia per ottenere indicazioni specifiche sull'alimentazione del proprio gatto europeo.

Pulizia e toelettatura

Il pelo del gatto europeo è corto e folto e, solitamente, non richiede una grossa "manutenzione". Una sessione di spazzolamento settimanale potrebbe, perciò, essere sufficiente per mantenere il mantello in perfette condizioni. Tuttavia, è consigliabile incrementare lo spazzolamento nei periodi di muta, generalmente in corrispondenza dei cambi di stagione. Ciò è molto importante poiché in questo modo si evita l'ingestione di grandi quantità di pelo da parte dell'animale durante le sue quotidiane operazioni di toelettatura, prevenendo la formazione di boli di pelo e le conseguenze da essi derivanti.

Anche la pulizia delle orecchie e l'igiene orale sono fondamentali per garantire il benessere del gatto europeo e prevenire la comparsa di disturbi e malattie. Anche in questo caso, è utile rivolgersi al veterinario per informazioni più dettagliate.

Per approfondire: Pulizia del gatto: consigli per la toelettatura felina Igiene orale del gatto: cosa c'è da sapere?

Esercizio e gioco

Un altro aspetto fondamentale è rappresentato dall'esercizio e dal gioco. Il gatto europeo è un animale attivo, giocoso e molto intelligente, per questo motivo è importante arricchire l'ambiente in cui vive in modo tale da impegnarlo sia fisicamente che mentalmente. Giocattoli, tiragraffi a più piani e pareti attrezzate per gatti con mensole e nascondigli dove il gatto può arrampicarsi rappresentano quindi gli accessori ideali per questa razza. Anche le sessioni di gioco con il proprietario sono importanti.

Gestione dei parassiti e regolari controlli veterinari

Un aspetto fondamentale per il benessere del gatto europeo e di tutti i gatti in generale è rappresentato dalla corretta gestione dei parassiti come pulci e zecche. Il veterinario saprà fornire indicazioni utili su quale antiparassitario è meglio impiegare.

Oltre a ciò, sarebbe opportuno comunque sottoporre il proprio gatto europeo a controlli veterinari regolari in modo da valutarne periodicamente stato di salute e benessere e da individuare eventuali problematiche in maniera più tempestiva possibile.

Altri aspetti da considerare nella cura del proprio gatto europeo

Naturalmente, per prepararsi all'arrivo di un gatto europeo in famiglia è necessario allestire la casa in maniera tale da garantirne benessere e sicurezza.

Oltre al cibo, pertanto, è importante fornire sempre acqua fresca al proprio micio, all'interno di una ciotola o con l'uso di fontanelle dotate di pompa e filtro. Sarà altresì necessario predisporre una lettiera dove il gatto potrà espletare i propri bisogni e diversi punti tranquilli in cui posizionare cucce e coperte dove il felino potrà riposare.

Sostanze pericolose e tossiche per l'aniamle (piante, detergenti, detersivi, farmaci, ecc.) devono essere riposti in luoghi irraggiungibili per il gatto.

Per ulteriori informazioni su come preparare la casa all'arrivo di un gatto, leggi l'articolo dedicato:

Come prepararsi all'arrivo di un gatto? Lettiera per gatti: quale scegliere e dove posizionarla

Quanto vive un Gatto europeo?

La vita media di un gatto europeo si aggira intorno ai 14 anni, benché vi sia una certa variabilità sulla base di svariati fattori (come stato di salute generale, vita all'aperto o in casa, ecc.).

Gatto europeo prezzo

Quanto costa un gatto di razza europea?

I gatti europei con pedigree possono arrivare a costare molto, con cifre che oscillano fra gli 800 e 1.200 euro circa.

Tuttavia, è altresì possibile trovare gatti europei senza pedigree pronti per l'adozione.

Autore

Ilaria Randi

Ilaria Randi

Chimica e Tecnologa Farmaceutica
Laureata in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, ha sostenuto e superato l’Esame di Stato per l’Abilitazione alla Professione di Farmacista