Perché il gatto è aggressivo con il cane?

Perché il gatto è aggressivo con il cane?
Ultima modifica 08.03.2024
INDICE
  1. Come comportarsi con un gatto aggressivo con il cane
  2. Perché il mio gatto attacca il cane?
  3. Come evitare che il gatto graffi il cane?
  4. Cosa fare se il gatto soffia al cane?
  5. Cosa fare se il gatto continua ad aggredire il cane?

Come comportarsi con un gatto aggressivo con il cane

Un gatto aggressivo con il cane può rivelarsi un vero problema, rendendo difficile la convivenza fra questi due animali domestici. I rischi di questa aggressività sono molti: il cane può essere ferito dal graffio, ma anche il gatto rischia che il cane reagisca malamente, mordendolo. 

Si tratta sicuramente di una situazione che crea moltissima ansia nei proprietari. Eppure, dietro un gatto che soffia o prova a graffiare un cane in realtà si nascondono moltissime cause differenti ed è importante conoscerle per agire nel modo migliore. Però, prima di scoprire perché il gatto è aggressivo con il cane, ti ricordiamo che puoi unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

 

Perché il mio gatto attacca il cane?

  • Ha paura;
  • Il cane ha invaso i suoi spazi;
  • È sotto stress;
  • Ha subito un trauma;
  • Non ha mai socializzato con i cani.

Dietro un gatto aggressivo con il cane spesso c'è semplicemente la paura. Il micio infatti potrebbe percepire l'altro animale come una minaccia, poiché in natura è un potenziale predatore. Proprio per questo potrebbe decidere di aggredirlo con la convinzione di doversi difendere e di non avere alternative.

L'aggressività può emergere anche quando il gatto vede invasi i propri spazi. In questi casi il micio potrebbe sentirsi in pericolo, vedendo invasa una zona in cui ha trovato sicurezza da un altro animale.

Si tratta di una situazione che spesso si verifica quando il cane è ancora un cucciolo e vorrebbe giocare con il gatto, ignorando la sua manifestazione di rabbia. Anche lo stress è una causa scatenante di questo comportamento del gatto. Se hai cambiato casa oppure il tuo pet è malato, potrebbe diventare aggressivo nei confronti del cane, pure se prima non lo era.

Infine dobbiamo prendere in considerazione dei possibili traumi. Un micio aggressivo con i cani infatti potrebbe aver vissuto delle esperienze negative in passato con questi pet, diventando intollerante verso tutta la specie. Il trauma potrebbe presentarsi anche nel caso in cui il gatto sia sempre stato tenuto lontano dai cani, senza avere contatti con questa specie. In questa situazione potrebbe evidenziare comportamenti possessivi e territoriali verso il cane.

Come evitare che il gatto graffi il cane?

  • Non intervenire nella lite;
  • Aiuta il cane a fuggire;
  • Separa gli animali;
  • Fallo sentire al sicuro;
  • Allevia lo stress.

Se il gatto graffia il cane la prima cosa da fare è non intervenire in modo diretto. Quando il gatto aggredisce il cane l'impulso dei padroni è quello di provare a difendere l'animale, per evitare che le unghie del micio possano ferire gli occhi oppure il muso del cane. Di fatto, però, un intervento non controllato e confuso può solamente peggiorare la situazione, aumentando la tensione e lo scontro.

Cerca invece di ricordarti che – nella maggior parte dei casi – l'obiettivo del cane non è quello di fare del male a chi ha di fronte, ma di allontanare quella che considera una minaccia. Dunque consenti al cane di fuggire, fornendogli una via di fuga agevole. Se il gatto ti sembra molto nervoso separa i due animali: in questo modo entrambi potranno calmarsi.

In seguito cerca di far sentire il micio al sicuro, creando per lui delle aree in cui abbia libero accesso per rifugiarsi quando avverte fastidio nei confronti del cane. Ad esempio un trespolo alto potrebbe rivelarsi un buon rifugio in cui trovare pace e fuggire quando il cane diventa invadente. Assicurati solamente che fido non riesca a seguirlo.

Alleviare lo stress è un altro modo efficace per ridurre l'aggressività del gatto verso il cane. Aiutandolo a sentirsi più calmo renderai anche meno conflittuale il loro rapporto.

Cosa fare se il gatto soffia al cane?

Se il gatto soffia, prima di tutto evita di toccarlo direttamente, non sgridarlo né agire con la forza. Questi atteggiamenti infatti non farebbero altro che rinforzare il suo comportamento aggressivo. Piuttosto permetti agli animali di allontanarsi e dai al gatto uno spazio nel quale possa sentirsi a suo agio e soprattutto al sicuro.

Per scongiurare future lotte territoriali, infine, aumenta il numero di ciotole per il cibo, di cucce e di giochi, creando delle aree che possano accogliere separatamente i tuoi animali domestici.

Cosa fare se il gatto continua ad aggredire il cane?

Se l'aggressività del gatto nei confronti del cane persiste sarebbe meglio rivolgersi ad un esperto. Un professionista infatti analizzerà il comportamento degli animali e ti aiuterà a pianificare una strategia utile per migliorare la loro convivenza e ridurre le aggressioni del micio sino a cancellarle del tutto.

Nei casi in cui questo atteggiamento continua nel tempo infatti il gatto potrebbe aver strutturato una memoria che rende automatica questa sua risposta violenta. Per modificare il comportamento del gatto dunque sarà necessario intraprendere un percorso che lo aiuti a modificare i significati che associa alla presenza di fido.

E se l'aggressione avviene in strada da parte di un gatto estraneo? In questo caso è probabile che il cane si sia avvicinato troppo al territorio del micio, spingendolo a proteggersi. Dunque lascia il guinzaglio a terra oppure tienilo lungo, nel frattempo cerca di allontanarti fisicamente dalla zona in cui si trova il gatto.