Caring

Dove deve vivere un riccio africano?

Dove deve vivere un riccio africano?
Ultima modifica 04.10.2023
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Dove deve vivere un riccio africano?
  2. Riccio africano domestico, si può avere?
  3. Riccio africano: la gabbietta
  4. Assecondare gli istinti
  5. La temperatura della stanza
  6. Quanti ricci africani posso avere in una sola gabbia?

Dove deve vivere un riccio africano?

Il riccio africano, meno conosciuto con il nome scientifico di Atelerix albiventris, è un piccolo mammifero appartenente alla famiglia Erinaceidae. È un insettivoro, ovvero si nutre di insetti. Se ti trovi qui, però, è molto probabile che tu abbia trovato un piccolo riccio spaurito in giardino e voglia rendere la sua permanenza qui sicura e confortevole. Dove deve vivere un riccio africano? Esiste un posto, in casa o in giardino, in cui possa essere sereno e felice?

Riccio africano domestico, si può avere?

Prima di fare grandi progetti su come arredare casa e come configurare il giardino in maniera tale da accogliere il proprio riccio, è importante ricordare una cosa. Questa specie, per quanto molto graziosa e piuttosto innocua, è considerata protetta. Cosa significa? Significa che il riccio africano non potrebbe essere tenuto come animale domestico. Questo non vieta però molti negozi di animali di metterli in vendita. Dunque, non è poi così difficile trovarlo come animale "da compagnia".

Devi sapere, infatti, che il riccio che prende il nome di Atelerix albiventris non è lo stesso animale che potremmo incontrare, per esempio, in Europa in un parchetto o in aperta campagna: o meglio, non necessariamente. Il riccio europeo, per esempio, ha cinque dita sulle zampe posteriori, mentre quello africano ne ha quattro.

Sono creaturine molto piccole, con orecchie minuscole e rotonde e una colorazione che può differenziarsi molto dal compare europeo. Naturalmente, come tutti i rappresentanti di questa specie, il riccio africano ha un dorso ricoperto di aculei che, in base alla dimensione dell'animale, vanno dai 5 ai 20 millimetri di lunghezza. Un riccio africano medio, inoltre, pesa all'incirca 300-500 grammi, e non supera mai i 20 centimetri di dimensioni. Infine, sono animali notturni.

Riccio africano: la gabbietta

  • Dimensioni di circa 30x60x60 centimetri
  • Fondo e pareti lisce
  • Se le pareti sono lisce, non servirà un coperchio
  • Fondo di segatura, pellet, carta riciclata o tutolo
  • Un nascondiglio dove possa sentirsi sicuro
  • Una ruotina per attività

Il riccio africano dovrebbe vivere in giardino. In mancanza questo, è buona norma e regola quella di tenere il proprio riccio africano in una gabbietta, in maniera che la sua naturale curiosità non lo spinga ad uscire dal territorio di proprietà e, in qualche modo, incorrere in pericoli.

Le dimensioni della gabbietta che ti abbiamo fornito sono puramente indicative: ti consigliamo, se hai lo spazio, di non lesinare. Un habitat più grande implica un animale più libero di muoversi, e di certo più felice! Per quanto riguarda le pareti lisce, la motivazione è molto semplice: questa creatura non è un'abile scalatrice, dunque con delle buone pareti lisce sarà possibile evitare di appore un coperchio, poiché non sarà in grado di darsi alla grande fuga.

In merito al fondo, invece, è importante che qualsiasi materiale si scelga di usare, in base a preferenze, odori e disponibilità, il tutto venga cambiato con una certa frequenza. La pelle del riccio è sensibile, e il contatto con feci e urine potrebbe provocare dermatiti o peggio. Evita sempre di introdurre stracci o vecchi asciugamani nella gabbietta del riccio: l'ingestione di fibre non farà bene alla sua salute.

Quando parliamo di nascondigli per il riccio africano, all'interno della sua gabbietta, dobbiamo immaginare qualcosa come una casetta di plastica o un tubo di piccole dimensioni: non troppo più grandi del riccio stesso, in altre parole. Entrandovi, proprio come accade ad esempio per i criceti, si sentirà subito al sicuro, al riparo da voi e da potenziali pericoli. È il luogo perfetto dove questo animale può trovare la quiete e la serenità di cui avrà tanto bisogno.

Assecondare gli istinti

Il riccio africano è un animale selvatico. Anche se vive in gabbia, è importante aiutarlo a mantenere le sue abitudini e i suoi istinti. Per mantenerlo impegnato, potrebbe essere interessante nascondere il cibo (composto prevalentemente di insetti e integratori) sul fondo della gabbietta. In questo modo il riccio dovrà scavare per stanare il cibo, proprio come accadrebbe in natura.

Occasionalmente, un riccio potrebbe godersi piccoli pezzi di carne cotta, verdura cruda, uova sode o grilli. Da evitare sempre è il latte, il quale può provocare diarrea.

La temperatura della stanza

I ricci africani, come dice la parola stessa, sono animali che vivono in zone calde. L'ideale sarebbe quello di mantenere l'ambiente, o almeno la gabbietta, a una temperatura intorno ai 25-30° C. In inverno e in generale durante le stagioni fredde, è una buona idea quella di porre una fonte di calore in prossimità della gabbietta, così da tenerlo caldo e protetto.

Il riccio africano deve vivere in un luogo caldo e sicuro: in caso contrario, potresti notare un comportamento letargico e, nel peggiore dei casi, l'insorgenza di problemi respiratori. La temperatura, così come la sicurezza, giocano ruoli fondamentali nell'habitat ideale di questa creatura. Chi dispone di un riscaldamento a pavimento e non ha paura di lasciarlo libero, può farlo divertire in giro per casa. Sempre sotto stretta sorveglianza, naturalmente.

Quanti ricci africani posso avere in una sola gabbia?

Il riccio africano è solitario, e dovrebbe sempre essere alloggiato da solo. In caso ne si possieda più di uno, i veterinari consigliano di avere un singolo maschio per gabbietta, così da evitare conflitti di territorio.

CONDIVIDI: