Caring

Cucciolo di cane piange sempre: perché e cosa fare

Cucciolo di cane piange sempre: perché e cosa fare
Ultima modifica 08.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Perché il cucciolo di cane piange sempre e cosa fare
  2. Cosa fare se un cucciolo di cane piange?
  3. Come si fa a calmare un cucciolo di cane?
  4. Perché il cucciolo piange se lasciato solo?
  5. Come lasciare solo il cucciolo di cane senza farlo piangere?
  6. Cane piange senza motivo apparente: che succede?

Perché il cucciolo di cane piange sempre e cosa fare

Il tuo cucciolo di cane piange sempre? Si tratta di un comportamento che, soprattutto nelle prime settimane di convivenza nella nuova casa, è piuttosto frequente. Parliamo infatti di un periodo particolarmente stressante per l'animale in cui potrebbe sentirsi spaurito e ansioso a causa della separazione da quella che considerava la sua famiglia.

Prima di approfondire l'argomento ti ricordiamo di unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e di aver seguito il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Cosa fare se un cucciolo di cane piange?

  • Crea per lui un luogo accogliente;
  • Fallo giocare durante il giorno;
  • Mantieni una routine.

Il pianto del cucciolo è normale nelle prime settimane di convivenza con la sua nuova famiglia, ma se saprai prenderti cura di lui nel modo giusto tutto andrà per il meglio. Prima di tutto assicurati che il suo pianto non sia legato a nessun problema medico, in questo caso infatti sarebbe preferibile chiedere consiglio al veterinario.

Se il cucciolo non piangeva mai e improvvisamente inizia a farlo oppure se il suo lamento è particolarmente forte potrebbe non sentirsi bene o soffrire. In questo caso dunque sarebbe preferibile andare a vedere cosa sta accadendo e agire di conseguenza.

Se invece il pianto è legato semplicemente alla necessità di adattarsi alla nuova vita sarebbe meglio mettere in atto alcuni comportamenti. Prima di tutto allestisci un ambiente sicuro, offrendogli una ciotola con cibo adeguato all'età, una cuccia comoda e giocattoli. In questo modo si sentirà da subito amato e a suo agio.

Ricordati di creare per lui un angolo in cui possa riposarsi in totale tranquillità. Nei primi giorni, poi, sarebbe meglio non farlo dormire da solo, mettendo vicino al letto la sua cuccia in modo da non fargli avvertire troppo la solitudine. Durante i suoi pisolini quotidiani portalo dove dovrebbe dormire, aiutandolo a riconoscere la cuccia come un posto sicuro. Potresti anche dargli un premio oppure giocare con lui quando si trova lì, consentendogli di associare a quel luogo uno stimolo positivo.

Durante il giorno gioca con lui, liberando la sua energia: in questo modo la sera sarà appagato e stanco così tanto da dormire sonni tranquilli per diverse ore. Cerca inoltre di mantenere una routine, seguendo un programma preciso di pasti, passeggiate e giochi. In questo modo il suo stress diminuirà.

Come si fa a calmare un cucciolo di cane?

  • Trova le cause;
  • Offrigli il massimo comfort;
  • Mantieni una perfetta routine;
  • Addestralo.

Il pianto o il guaito del cane rappresentano una forma di comunicazione, per questo è essenziale non ignorarli mai – anche nel caso dei cuccioli – e valutare con attenzione i motivi del suo comportamento. Prima di tutto, dunque, identifica la causa del suo pianto, cercando di comprendere se è legato alla noia oppure ad altro.

Offrigli un ambiente confortevole e fallo sentire coccolato, ma soprattutto al sicuro. Inoltre ricordati di mantenere una routine, fissando orari precisi per le passeggiate, il cibo e il sonno: questo gli permetterà di sentirsi sempre al sicuro.

Se questi accorgimenti non funzionano potrebbe essere utile contattare un veterinario esperto in comportamento per iniziare un percorso che consentirà al cane di imparare a gestire in modo positivo le emozioni.

Perché il cucciolo piange se lasciato solo?

I cani, proprio come i loro antenati lupi, sono animali che vivono in natura in branchi. Creano un piccolo gruppo sociale fatto di scambi, interdipendenza e dinamiche stabili che li rassicurano e permettono loro di sopravvivere.

Anche quando si trovano a vivere in un ambiente domestico, dunque, non riescono a cancellare questo istinto e tendono a considerare la famiglia umana come il proprio branco. Se il cucciolo di cane piange quando viene lasciato solo, dunque, è proprio per via di questa sua tendenza naturale.

Come lasciare solo il cucciolo di cane senza farlo piangere?

  • Assicurati di non lasciarlo per più di 2 ore;
  • Crea un ambiente confortevole;
  • Forniscigli dei giochi;
  • Lascia la tv o la radio accesa.

Posto il fatto che un cane non dovrebbe mai essere lasciato da solo per troppo tempo, specialmente da cucciolo (il limite massimo è di due ore), è chiaro che potresti aver l'esigenza di assentarti, giusto il tempo di una capatina al supermercato o in farmacia. Proprio per questo è essenziale che, sin dall'inizio, il cucciolo impari a restare anche da solo.

Se il cane infatti piange quando vai via nel tempo potrebbe arrivare a subire stress e ansia da separazione con conseguenze sia sul vostro rapporto che – soprattutto – sulla sua salute. Per rendere meno difficile il distacco e aiutarlo a restare solo senza ansia, crea per lui un ambiente accogliente e confortevole in cui possa sentirsi al sicuro.

Forniscigli una cuccia morbida, meglio se con una forma che imiti una grotta, incoraggiandolo a non avere paura, e acquista dei giochi: sono perfetti sia quelli masticabili che quelli che possono contenere all'interno degli snack, perché lo terranno impegnato nel cercare di ottenere l'ambito premio. Puoi anche lasciare la tv o la radio accesa, per creare un rumore di fondo rassicurante.

Se devi uscire necessariamente la sera senza di lui, durante il giorno portalo a fare qualche passeggiata e fallo giocare, in modo che sfoghi tutte le sue energie e passi il tempo a riposare mentre non ci sei.

Cane piange senza motivo apparente: che succede?

I pianti nel cucciolo di cane sono molto frequenti: si tratta del suo modo per attirare l'attenzione del padrone. Una volta arrivato nella sua nuova casa, dunque, il cucciolo imparerà molto presto che piangendo riuscirà ad attirare qualcuno, ricevendo carezze e attenzioni.

Il pianto del cane dunque sembra senza motivo solo in apparenza, in realtà è legato alla sua necessità di adattarsi a una nuova vita e alla separazione dalla madre e dai suoi fratelli.

CONDIVIDI: