Caring

Cosa serve per portare un cane in spiaggia?

Cosa serve per portare un cane in spiaggia?
Ultima modifica 20.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Cosa portare quando andiamo al mare con il cane?
  2. Cosa serve per andare al mare con il cane?
  3. Cosa dice la legge sui cani in spiaggia?
  4. Quanto è la multa per il cane in spiaggia?
  5. Come funzionano le spiagge per cani?
  6. Come portare il cane al mare per la prima volta?

Cosa portare quando andiamo al mare con il cane?

Quando si decide di portare il cane in spiaggia, organizzazione è la parola d'obbligo: il nostro amico ha bisogno di acqua fresca e ombra sempre a disposizione, ed è bene portare con sé almeno un paio di asciugamani soltanto per lui, se pensiamo di riportarlo a casa in auto. Nelle spiagge attrezzate per i cani il discorso è diverso: alcuni stabilimenti mettono a disposizione non solo ombra e acqua fresca a volontà, ma anche aree dedicate e un servizio di pet sitting.

Cosa serve per andare al mare con il cane?

  • Acqua fresca in quantità;
  • Ciotole da viaggio;
  • Sacchetti igienici;
  • Ombrellone o tenda parasole;
  • Asciugamani;
  • Spazzola;
  • Crema solare per cani.

Le cose che non possono mancare se stiamo progettando una gita al mare con il cane sono acqua fresca, da tenere sempre a disposizione, e un ombrellone (o una tenda parasole): i cani soffrono molto il caldo, ed è fondamentale che il nostro amico abbia la possibilità di stare all'ombra ogni volta che ne senta l'esigenza.

Serviranno inoltre i sacchettini igienici per raccogliere eventuali defezioni e almeno un paio di asciugamani: uno con cui asciugare il cane dopo il bagno e uno da tenere in macchina per quando dovremo tornare a casa con un cane umidiccio e panato a puntino. Se abbiamo a che fare con un compagno anziano o particolarmente esigente, possiamo anche valutare l'idea di portare con noi una brandina su cui possa riposare in tutta tranquillità a distanza di sicurezza dalla sabbia.

Se il cane è a pelo corto o è sensibile alle scottature, è bene portare anche una crema solare per uso veterinario, da applicare sulle parti più esposte (pancia, orecchie e zampe).

Cosa dice la legge sui cani in spiaggia?

Non esiste una legge nazionale che regola l'accesso dei cani alla spiaggia libera. Esistono semmai diverse ordinanze, regionali e comunali, che possono autorizzare o meno la presenza dei cani sul lungomare, e la stessa cosa vale per la possibilità che il cane faccia il bagno.

Insomma dipende tutto dai regolamenti locali, con un'eccezione (che vale anche per gli stabilimenti): l'accesso ai cani (al guinzaglio) è sempre consentito sulla battigia, entro un limite di 5 metri, purché in transito e non in forma stanziale. Insomma il nostro amico può passeggiare sul bagnasciuga, ma pensare di piazzarci un ombrellone è assolutamente fuori luogo e contrario alla legge.

Sul fronte delle spiagge private il discorso è più complesso: i singoli stabilimenti balneari, a fronte di apposite autorizzazioni comunali e in conformità con i regolamenti locali, possono decidere di aprire i loro spazi ai nostri amici e offrire servizi aggiuntivi per una vacanza a misura di cane. Nel caso in cui si scelga di portare il proprio cane in una spiaggia privata, è bene informarsi sulle possibilità e sui servizi offerti dalla struttura: alcune di queste, infatti, in osservanza dei regolamenti comunali, non consentono la balneazione.

Quanto è la multa per il cane in spiaggia?

Se non si rispettano i regolamenti regionali e comunali che normano l'accesso dei cani in spiaggia, si rischia una multa di 200 euro. I bagnini che facciano entrare un cane in un'area in cui non possono stare, invece, rischiano un'ammenda che va da 1.000 a 3.000 euro.

Come funzionano le spiagge per cani?

I concessionari delle spiagge private che decidono di consentire l'accesso ai cani offrono generalmente diversi servizi: oltre a ciotole, ombrelloni e lettini, alcune spiagge per cani mettono a disposizione degli animali intere zone dedicate e aree giochi per i nostri amici, in alcuni casi con tanto di dog sitter e medico veterinario.

Trattandosi di strutture private, le regole possono variare molto da una spiaggia all'altra: in alcune i cani possono fare il bagno e godere di servizi dedicati, in altre devono accontentarsi di passare la giornata sulla spiaggia insieme al loro compagno umano.

Come portare il cane al mare per la prima volta?

Se il cane mostra paura o stress, allora bisogna procedere per gradi e dargli tutto il tempo per associare la nuova esperienza a sensazioni positive, aiutandosi con coccole e premi. Se invece il nostro amico si mostra subito a proprio agio in spiaggia, allora si può pensare di tornarci per un periodo più lungo.

Per quanto riguarda il bagno valgono gli stessi principi: non tutti i cani amano l'acqua, ed è importante non forzarli a fare il bagno. Se abbiamo un cane che adora nuotare e ce lo dimostra sin dai primi tuffi, allora la cosa migliore da fare è godersi un bagno insieme a lui, facendo attenzione a non farlo stancare troppo e avendo cura di risciacquarlo con acqua dolce o spazzolarlo appena fuori dall'acqua.

Non dimenticate di unirvi al nostro canale Whatsapp per essere sempre aggiornati su salute e benessere. E se volete seguite anche il nostro profilo Instagram, una fonte inesauribile di storie e curiosità dal mondo dei nostri amici animali.

CONDIVIDI: