Caring

Cosa possiamo fare se un'ape punge il cane?

Cosa possiamo fare se un'ape punge il cane?
Ultima modifica 02.07.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come comportarsi se un'ape punge il cane?
  2. Cosa succede se un cane viene punto da un'ape?
  3. Quanto dura il gonfiore della puntura d'ape nel cane?
  4. Cosa dare al cane per punture di insetti?
  5. Dove vengono punti i cani dalle api?
  6. Dopo quanto si gonfia il cane se viene punto?
  7. Cosa fare se il cane viene punto da un’ape?
  8. La puntura d’ape è pericolosa per il cane?

Come comportarsi se un'ape punge il cane?

  • Cerca di rimuovere il pungiglione;
  • Pulisci la zona colpita;
  • Applica un impacco freddo;
  • Monitora i sintomi.

Se un'ape punge il cane il primo step da compiere è quello di trovare l'area colpita, eliminando con delle pinzette il pungiglione, poi fornire all'animale tutta l'assistenza di cui ha bisogno, applicando impacchi d'acqua fredda e ghiaccio sul gonfiore a seconda dei casi. 

Sapere cosa fare in questi casi è importantissimo per preservare la salute del proprio animale in caso di punture di insetti.

Cosa succede se un cane viene punto da un'ape?

  • Si gratta in un punto preciso;
  • Presenta rossore e gonfiore;
  • Appare debole;
  • Ha difficoltà respiratorie (nei casi più gravi).

I sintomi causati da una puntura di ape sono differenti in base alla zona del corpo che viene colpita. Nel caso in cui il pungiglione sia ancora sotto la pelle del cane sarà più facile individuare l'area in cui l'animale è stato punto.

Spesso capita che l'ape voli sulla bocca del cane e che l'animale, accidentalmente, possa ingoiarla. In questo caso l'insetto potrebbe pungere dentro la gola o la bocca, causando una serie di complicazioni come gonfiore, difficoltà respiratorie, dispnea e debolezza fisica sino alla perdita di conoscenza.

In generale dopo una puntura di ape potrebbero comparire anche pustole e arrossamenti. Il cane potrebbe grattarsi per via del prurito, vomitare oppure avere la diarrea.

Quanto dura il gonfiore della puntura d'ape nel cane?

Di solito se un cane viene punto da un'ape si verificherà una irritazione locale e il gonfiore inizierà ad attenuarsi dopo qualche ora.

La situazione potrebbe diventare più grave nel caso di molteplici punture o se l'ape è stata accidentalmente ingerita dall'animale, pungendo la gola o l'interno della bocca dove i tessuti sono molto sensibili.

Cosa dare al cane per punture di insetti?

  • Ghiaccio;
  • Impacchi freddi;
  • Pomate specifiche.

L'unico rimedio indicato per le punture di insetti è il ghiaccio. Prepara un impacco per il tuo cane e applicalo sull'area colpita: permetterà di ridurre rossore, gonfiore e prurito.

In commercio esistono anche delle pomate specifiche, ma prima di usarle chiedi consiglio al veterinario per evitare di mettere a repentaglio la salute del cane.

Sono da evitare anche i rimedi artigianali che potrebbero non solo rivelarsi inefficaci, ma anche peggiorare la situazione.

In ogni caso non dare mai al tuo cane dei medicinali. Se l'animale presenta sintomi gravi recati immediatamente dal veterinario: un professionista saprà come comportarsi e quali terapie mettere in atto per aiutare l'animale.

Dove vengono punti i cani dalle api?

  • Zampe;
  • Bocca;
  • Naso;
  • Gola (in caso di ingestione).

I cani vengono di solito punti dalle api sulle zampe. Questo perché camminando sul prato rischiano di calpestare l'insetto inavvertitamente, pagandone le conseguenze. Altre zone soggette alla puntura di ape sono la bocca e il naso.

Il più delle volte le punture causano gonfiore e irritazione, sintomi lievi che coinvolgono esclusivamente la superficie della pelle.

Se il cane inghiotte l'ape oppure la inala, però, potrebbe essere punto nella zona posteriore della gola. In questo caso il gonfiore potrebbe bloccare le vie respiratorie, mettendolo in pericolo.

Dopo quanto si gonfia il cane se viene punto?

Le punture di api nei cani allergici provocano una reazione che solitamente è immediata. Dunque si manifesta al massimo dieci-trenta minuti dopo la puntura.

I sintomi della reazione allergica sono un forte arrossamento dell'area colpita e un prurito che porta il cane a grattarsi con energia.

Cosa fare se il cane viene punto da un’ape?

  • Non andare nel panico;
  • Usa una pinzetta per rimuovere il pungiglione;
  • Assicurati di averlo estratto per intero;
  • Inumidisci un panno con acqua fredda;
  • Applicalo sulla zona della puntura.

Se il tuo cane è stato punto da un'ape prima di tutto rimuovi il pungiglione. Le api, diversamente dalle vespe o dai calabroni, quando pungono l'animale perdono il pungiglione che resta sotto pelle, continuando a rilasciare il veleno anche vari secondi dopo la puntura.

Per prima cosa dunque usa una pinzetta per eliminare il pungiglione. Per trovare l'area della puntura osserva il tuo cane: la zona in cui è stato punto di sicuro sarà gonfia e arrossata.

Se l'ape ha punto l'animale su una zampa dona sollievo alla zona usando impacchi d'acqua fredda, ghiaccio oppure asciugamani bagnati.

Se la puntura è avvenuta in bocca, invece, offri al cane dei cubetti di ghiaccio. Il freddo infatti permette di ridurre il gonfiore e il dolore provocati dalla puntura.

In ogni caso contatta il veterinario per capire come agire al meglio, recandoti immediatamente nella clinica più vicina se noti i segnali di uno shock anafilattico.

La puntura d’ape è pericolosa per il cane?

La puntura dell'ape potrebbe rivelarsi pericolosa se l'animale è allergico oppure se viene punto in bocca o in gola, in questi casi potrebbero sorgere delle complicazioni serie, tanto da mettere in pericolo la salute del cane.

Solitamente però le api tendono a pungere i cani sulla pelle. Si tratta senza dubbio di un'esperienza dolorosa per l'animale, ma che si risolve nel giro di qualche ora.

Se vuoi saperne di più ti ricordiamo che puoi anche unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

CONDIVIDI: