Caring

Cosa fare se il gatto scappa in vacanza?

Cosa fare se il gatto scappa in vacanza?
Ultima modifica 08.07.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Cosa si può fare se il gatto scappa in vacanza?
  2. Come comportarsi se il gatto scappa mentre si è in vacanza?
  3. Come si ritrova un gatto smarrito?
  4. Quali sono i modi per trovare il gatto scappato?
  5. Perché un gatto scappa?
  6. Il gatto scappato ritorna da solo?

Cosa si può fare se il gatto scappa in vacanza?

Se il gatto scappa in vacanza, è importante agire tempestivamente e iniziare a cercarlo subito, coinvolgendo i proprietari della struttura ricettiva e tutte le persone disposte ad aiutare. Generalmente i gatti non si allontanano molto durante le prime ore della fuga, quindi è fondamentale cercare con molta attenzione e con un certo metodo, cercando di non perdere la lucidità nonostante la difficoltà del momento.

Come comportarsi se il gatto scappa mentre si è in vacanza?

  • Agire in maniera tempestiva;
  • Cercarlo con metodo in tutti i possibili nascondigli;
  • Farsi aiutare dai vicini di stanza o dai proprietari della struttura;
  • Utilizzare social e volantini;
  • Denunciare la scomparsa alle autorità locali (ASL, Polizia Locale, Carabinieri) e a microchip database.

Solitamente, un gatto che si allontana non fa molta strada, almeno nell'immediato: se vi state chiedendo cosa fare se il gatto scappa in vacanza, quindi, la risposta è iniziare subito a cercarlo. In un ambiente sconosciuto lontano da casa, il micio potrebbe non avere riferimenti e cercare rifugio in anfratti nascosti e insospettabili, come fitti cespugli o armadietti dei contatori. I nostri amici sono molto agili, per cui non bisogna dimenticare di cercare in alto, tra alberi e tettoie.

Per attirarlo si può lasciare la sua lettiera all'esterno e portare con sé del cibo umido (più odoroso dei croccantini) durante le operazioni di ricerca. Avvisare tutti i vicini e chiedere aiuto (anche tramite sociale volantini con descrizione dettagliata da appendere nelle vicinanze) è una buona idea: quando si tratta di cercare un gatto che vuole nascondersi gli occhi non sono mai troppi.

Come si ritrova un gatto smarrito?

  • Ricerca mirata;
  • Collaborazione di vicini e autorità;
  • Utilizzo di odori familiari;
  • Social e volantini;
  • Microchip;
  • Perseveranza.

Per trovare un gatto, bisogna pensare come un gatto: la strada non è l'unica superficie che si può sfruttare per spostarsi, gli spazi angusti non sono un problema e un piccolo buco su una recinzione può essere sufficiente per darsi alla fuga. Quando un gatto scappa mentre si è in vacanza, l'unica cosa da fare è cercare di ripercorrere i suoi possibili passi, a cominciare dalle immediate vicinanze.

La ricerca deve essere mirata e metodica, per essere sicuri di non dimenticare niente: a quanto ne sappiamo, un gatto può benissimo trovare riparo all'interno di un divano o sotto il passaruota di un'auto parcheggiata. Non possiamo lasciare nulla al caso. Per attirarlo, possiamo sfruttare i loro potentissimi sensi: i gatti sono attratti dagli odori familiari, perciò può essere molto utile lasciare la lettiera usata, i suoi giocattoli preferiti o gli indumenti con il tuo odore in luoghi strategici.

La cosa migliore da fare è informare quanto prima tutte le persone che potrebbero averlo visto, senza dimenticare di chiedere aiuto tramite i social e volantini da lasciare nelle vicinanze del luogo. Se passa qualche giorno e ancora non si hanno notizie, non bisogna disperare: i gatti possono tornare anche dopo diverso tempo. E potrebbe sempre succedere che qualcuno lo trovi prima di noi e decida di portarlo da un veterinario: in quel caso, il microchip permetterà di risalire ai dati del proprietario e tutto finirà per il meglio.

Quali sono i modi per trovare il gatto scappato?

  • Ricerca sistematica;
  • Raggio d'azione gradualmente più ampio;
  • Uso degli odori;
  • Porta a porta;
  • Social, gruppi online e volantini.

Se un gatto scappa in vacanza, è importante iniziare a cercarlo il prima possibile: le operazioni di ricerca devono essere svolte con la massima attenzione, senza tralasciare alcun dettaglio o rumore sospetto. È meglio iniziare dalle immediate vicinanze, per allargare gradualmente il raggio d'azione a zone più periferiche.

Un modo per aiutarsi in questa complicata impresa è quello di servirsi degli odori che possono attirare il gatto, come quello del cibo umido, dell'erba gatta o della sua coperta preferita. Certamente aiuterà anche coinvolgere il vicinato della casa, dell'hotel o del campeggio in cui si è consumata la fuga, avendo cura di avvisare i proprietari della struttura (che tra l'altro possono essere molto utili nella ricerca, conoscendo meglio di chiunque altro i possibili nascondigli in zona).

Se le prime ricerche non danno esito, è importante spargere la voce il prima possibile cercando di essere capillari: volantini appesi in strada, gruppi social locali e forum online dedicati agli animali smarriti possono aiutare tanto quanto una ricerca mirata sul campo.

Perché un gatto scappa?

  • Paura o stress;
  • Esplorazione;
  • Istinti predatori;
  • Calore;
  • Curiosità;
  • Malessere.

Un gatto può scappare per diverse ragioni, molte delle quali sono strettamente connesse con i suoi più spiccati istinti naturali: il più delle volte, quando un gatto prende la via della fuga lo fa per seguire il suo istinto di cacciare, esplorare il territorio, seguire un odore o l'esigenza di accoppiarsi.

Altre volte, a determinare la fuga è un fattore di stress o paura: quando si è a casa può capitare per esempio con l'arrivo di nuovi animali domestici, ma non si tratta di un'evenienza troppo comune. Quando si è in vacanza, invece, i possibili fattori di stress si moltiplicano esponenzialmente per un animale abitudinario e territoriale come il gatto.

In una minoranza di casi, la fuga può essere dovuta a problemi di salute che portano il felino a cercare l'isolamento.

Il gatto scappato ritorna da solo?

Solitamente quando un gatto scappa da casa per inseguire i suoi istinti, torna da solo nel giro di poche ore, al massimo qualche giorno. Quando si è in vacanza in un luogo non familiare, però, la questione si complica: per trovare la strada di casa, infatti, il gatto ha bisogno di odori e punti di riferimento familiari.

Trovare la sua famiglia in un luogo sconosciuto come quello della villeggiatura può essere molto difficile per il micio, per questo è importante cercarlo attivamente sin da subito e aiutarlo lasciando degli odori familiari in punti strategici che possano indicargli la strada di casa.

Se volete sapere tutto sul mondo dei nostri amici animali non dimenticate di seguire il nostro profilo su Instragram e di unirvi al nostro canale Whatsapp, una fonte inesauribile di notizie e consigli su salute e benessere di tutta la famiglia.

 

CONDIVIDI: