Caring

Cosa fare se il cane si imbatte in una processionaria?

Cosa fare se il cane si imbatte in una processionaria?
Ultima modifica 28.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come salvare il cane dalla processionaria?
  2. In quale periodo compare la processionaria?
  3. Cosa succede se il cane entra in contatto con la processionaria?
  4. Come capire se il cane ha preso la processionaria?
  5. Cosa succede se un cane viene punto da una processionaria?
  6. Cosa fa la processionaria ai cani?
  7. Cosa succede se la processionaria si attacca alle zampe del cane?
  8. Cosa succede se la processionaria si attacca alla lingua del cane?
  9. Quali rimedi per la processionaria nel cane?

Come salvare il cane dalla processionaria?

  • Fargli bere acqua;
  • Recarsi subito dal veterinario;
  • Seguire le terapie fornite dallo specialista.

Se il nostro cane si imbatte in una processionaria è importante intervenire tempestivamente: fargli bere acqua in modo abbondante e recarsi subito dal veterinario è l'unica possibilità saggia da mettere in pratica. L'animale, sotto controllo medico, dovrà seguire una terapia a base di antibiotici e antinfiammatori somministrati per via endovenosa.

Consulta il veterinario!

Attenzione: tutte le informazioni che seguono sono di carattere editoriale. Per qualsiasi dubbio (e per il bene del vostro animale domestico) è fondamentale consultare il veterinario.

In quale periodo compare la processionaria?

  • Tra la fine di giugno e l'inizio di settembre.

Il periodo principale in cui gli esemplari adulti compaiono coincide con quello dell'estate e delle alte temprerature. Più precisamente si parla della finestra tra la fine di giugno e l'inizio di settembre. La processionaria non è l'unica nemica estiva dei cani: un altro pericolo importante a cui fare attenzione sono i forasacchi che, se inalati possono causare importanti patologie respiratorie agli animali. 

Per chi non la conoscesse, la processionaria fa parte delle famiglie delle farfalle ma nella fase larvale ha il corpo cosparso di aculei altamente urticanti. I cani, spesso spinti dalla curiosità, ci si avvicinano e le leccano: il risultato è che diventano vittime di una reazione molto violenta, ancora più pericolosa se l'animale le ingerisse.

Cosa succede se il cane entra in contatto con la processionaria?

  • Salivazione eccessiva;
  • Vomito e letargia;
  • Lingua gonfia e ulcere localizzate;
  • Difficoltà a deglutire;
  • Difficoltà respiratorie.

Come abbiamo accennato, la processionaria se entra in contatto con il cane causa problematiche di salute da trattare in modo immediato. La parte urticante provoca immediatamente una salivazione abbondante e difficoltà respiratorie; si associano poi lingua gonfia e ulcere in loco. Il cane solitamente manifesta dolore, febbre e un senso di letargia e abbattimento che dovrebbe allarmare immediatamente i proprietari.

Se si ha il dubbio che si tratti di processionaria o avvelenamento del cane rivolgersi ad uno specialista è fondamentale: qualsiasi possa essere la problematica, un veterinario saprà riconoscere con certezza il problema e lo tratterà rapidamente con le giuste terapie. 

Come capire se il cane ha preso la processionaria?

  • Se presenta sintomi comuni alla problematica;
  • Se si notano esemplari di processionaria in zona.

Se nella zona in cui si fanno le passeggiate si nota la presenza di processionaria e l'animale manifesta sintomi come edema linguale, scialorrea (cioè una salivazione eccessiva) ulcere localizzate nella zona della lingua, della bocca o dell'esofago o nei casi peggiori difficoltà respiratorie e febbre le probabilità che sia entrato in contatto con la processionaria sono alte.

Qualora si verificassero i sintomi o il proprietario avesse dubbi, una visita tempestiva presso la clinica veterinaria di fiducia più vicina è sicuramente l'opzione migliore.

Cosa succede se un cane viene punto da una processionaria?

  • La lingua viene irritata e si gonfia;
  • Si creano ulcere localizzate e necrosi;
  • Le mucose delle vie respiratorie si irritano;
  • Gli occhi accusano difficoltà.

La processionaria è decisamente pericolosa per i cani, ma anche per i gatti. Gli animali che la incontrano se si avvicinano per morderla, annusarla o leccarla, subiscono una reazione immediata: lingua irritata e gonfia che arriva a generare ulcere e necrosi fino ad una infiammazione importante degli occhi, delle mucose e delle vie respiratorie.

Il risultato è che il cane inizia ad accusare malessere che manifesta attraverso dolore, guaiti, un animo più abbacchiato, sonnolenza e talvolta febbre alta.

Cosa fa la processionaria ai cani?

  • Irrita e crea infiammazioni localizzati;
  • Nei casi più gravi provoca ulcere e necrosi alla lingua;
  • Mette a repentaglio la vita del cane.

L'insetto in formato larva, facile da riconoscere perché si muove in fila indiana creando vere e proprie processioni, è ricoperto da sostanze urticanti che rilasciano una sostanza tossica. Se il cane viene in contatto con i peli le reazioni possono essere importanti.

Non si tratta solo di contatto diretto tramite morsi o leccate, anche annusando può andare incontro al pericolo: da sintomi come un forte prurito all'infiammazione fino alla necrosi del tessuto poiché queste sostanze possono disperdersi nell'aria e attaccarsi al pelo dell'animale.

Se poi l'animale decide di ingerirlo, i rischi sono decisamente più alti: la necrosi della lingua e problemi respiratori importanti possono mettere a repentaglio la vita del cane.

Cosa succede se la processionaria si attacca alle zampe del cane?

  • I cuscinetti del cane inizieranno a prudere;
  • L'animale proverà a leccarsi per darsi sollievo;
  • Le zone colpite si infiammeranno, gonfieranno e creeranno ulcere localizzate.

Gli animali più curiosi tendono ad avvicinarsi con la bocca e il naso ma ci sono anche quelli più distratti che possono incappare nella processionaria senza accorgersene. Questo è il caso dei cani che la calpestano: in questi casi, gli insetti che procedono in fila indiana, irritano una delle zone più sensibili dell'animale.

I sintomi più comuni sono prurito alla zona dei cuscinetti che porterà l'animale a leccarsi: a questo punto, oltre ad una infiammazione localizzata alle zampe, si potrà assistere a tutti i sintomi precedentemente indicati tra cui bava, prurito e gonfiore alla lingua con le conseguenze del caso.

Cosa succede se la processionaria si attacca alla lingua del cane?

  • Il cane subisce un'infiammazione localizzata;
  • Si può dare sollievo con acqua; 
  • Si deve portare dal veterinario. 

Se il cane si avvicina con il muso alla processionaria, la processionaria potrà causare un'infiammazione alla lingua con il proprio rivestimento irritante. Come accennato, se ci si accorge subito della cosa, oltre a portarlo subito dal veterinario si può dare sollievo sciacquando la zona abbondantemente con acqua.

Il risultato immediato è un aumento di salivazione, un'irritazione locale che provoca il gonfiore della lingua: se viene ingerita la processionaria, le problematiche respiratorie non mancheranno. Riconoscere il linguaggio del proprio cane è fondamentale per poterlo salvare e intervenire tempestivamente. 

Quali rimedi per la processionaria nel cane?

  • Rivolgersi al veterinario;
  • Terapia antibiotica e antinfiammatoria per bocca o endovena.

Se il proprietario si accorge che il cane è entrato in contatto con la processionaria e manifesta sintomi, deve recarsi rapidamente presso un veterinario di fiducia. In prima battuta però, sul luogo dell'incidente, si può provare a limitare i danni sciacquando abbondantemente con molta acqua la bocca del cane.

Dopo aver verificato il contatto, il medico somministrerà una terapia antibiotica e antinfiammatoria in prima battuta a livello di endovena; poi si continuerà a casa per alcuni giorni secondo quanto indicato dal professionista.

Se questi consigli sono stati utili, vi ricordiamo di unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo pet, della salute e del benessere e seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

CONDIVIDI: