Il gatto sta ingrassando: perché succede e cosa fare

Il gatto sta ingrassando: perché succede e cosa fare
Ultima modifica 03.04.2024
INDICE
  1. Cosa fare se il gatto sta ingrassando?
  2. Cosa fare se il gatto sta ingrassando?
  3. Perché i gatti ingrassano in inverno?
  4. Gatto ingrassa dopo la sterilizzazione
  5. Gatto ingrassato di colpo: cosa può essere
  6. Gatto che ingrassa senza mangiare: le cause
  7. Quando un gatto è troppo grasso?
  8. Gatto sovrappeso: i sintomi
  9. Gatto obeso: i rischi
  10. Gatto sovrappeso: cosa fare
  11. Cosa dare da mangiare al gatto per farlo dimagrire? Dieta

Cosa fare se il gatto sta ingrassando?

Potrà sembrare strano, eppure i gatti sono animali particolarmente inclini al sovrappeso. I mici che vivono in casa, in particolare, possono avere la tendenza a muoversi poco e mangiare troppo, con l'inevitabile conseguenza del sovrappeso. Per capire la dimensione del fenomeno, basti pensare che nel Regno Unito un gatto su quattro è stato classificato come obeso.

L'obesità nei gatti può diventare un problema molto serio, motivo per cui è importante intervenire per ristabilire quanto prima il peso forma del felino di casa.

Prima di scoprire cosa fare se il gatto sta ingrassando, però, non dimenticate di unirvi al nostro canale Whatsapp e di seguirci su Instagram, per essere sempre aggiornati su salute e benessere, anche dei nostri amici animali.

Cosa fare se il gatto sta ingrassando?

  • Stimolare gioco e attività fisica;
  • Adottare una dieta corretta ed equilibrata;
  • Dividere i pasti in piccoli spuntini;
  • Fare in modo che non s'ingozzi;
  • Evitare gli snack;
  • Dividere il suo cibo da quello degli altri gatti.

Se ci si accorge che il gatto sta mettendo su peso, è importante intervenire il prima possibile. Quello che potrebbe essere un piccolo problema passeggero, se non trattato può trasformarsi in un importante fattore di rischio per la salute del micio.

La prima cosa da fare, ovviamente, è intervenire sull'alimentazione del gatto, e non soltanto per quanto riguarda le quantità: "mettere a dieta" un gatto significa anche fare in modo che non s'ingozzi e che non possa rubare il cibo di eventuali altri gatti presenti in casa. Oltre a scegliere un'alimentazione specifica per i gatti in sovrappeso, è buona regola dividere il pasto del gatto in più spuntini durante la giornata - avendo cura di pesare sempre la quantità di cibo e magari servendoglielo su una ciotola anti-ingozzamento, che lo costringe a mangiare più lentamente.

Ovviamente, se l'idea è quella di evitare l'aumento di peso del gatto, sarà una buona idea evitare o limitare il più possibile extra, che siano snack o "assaggi" dei nostri pasti.

Perché i gatti ingrassano in inverno?

La principale causa di sovrappeso nei gatti è legata alla combinazione di eccesso di cibo e mancanza di attività fisica. Un gatto che mangia troppo potrebbe nascondere delle patologie, ma potrebbe semplicemente essere annoiato, o portato a concentrarsi sulla ciotola per via di qualche problema comportamentale (a cominciare dallo stress). In inverno, però, subentrano anche altri fattori che possono portare il gatto a ingrassare: soprattutto quelli che hanno cibo sempre disponibile, possono prendere a mangiare di più. Il freddo, infatti, costringe il loro organismo a uno sforzo maggiore per mantenere la temperatura corporea.

Se ci si accorge che il micio di casa tende ad ingrassare con l'arrivo della stagione fredda, la cosa migliore è fornirgli delle quantità di cibo prestabilite, magari divise in diversi pasti nel corso della giornata, che non gli consentano di abbuffarsi in libertà.

Gatto ingrassa dopo la sterilizzazione

Un'altra causa di sovrappeso molto frequente nei gatti è la sterilizzazione: i cambiamenti ormonali indotti dall'intervento, infatti, possono condurre a un rallentamento del metabolismo, con conseguente diminuzione del fabbisogno energetico.

Dopo la castrazione o la sterilizzazione, il fabbisogno energetico del gatto diminuisce mediamente del 30%. È quindi importante chiedere l'aiuto del veterinario per adeguare la sua dieta alla nuova condizione.

Gatto ingrassato di colpo: cosa può essere

  • Ipotiroidismo;
  • Infestazione di parassiti;
  • Gravidanza;
  • Malattia di Cushing;
  • Piometra (infezione uterina);
  • Distensione addominale;
  • Sacca primordiale prominente;
  • Tumori addominali.

Se il gatto ingrassa di colpo senza un motivo apparente, la causa potrebbe essere una patologia di base, come l'ipotiroidismo, la piometra o il morbo di Cushing. Altre cause che potrebbero portare il gatto a prendere peso rapidamente sono una possibile gravidanza, le infestazioni di vermi intestinali e la presenza di tumori addominali o patologie che provocano gonfiore e distensione dell'addome.

In ogni caso, se il micio ha preso molto peso in poco tempo senza alcuna apparente ragione, è importante far valutare la situazione da un veterinario in modo da escludere ogni possibile patologia.

Gatto che ingrassa senza mangiare: le cause

Un gatto che ingrassa senza mangiare è senz'altro una fonte di preoccupazione. In effetti, se il gatto aumenta di peso ma l'assunzione di cibo resta la stessa, potrebbero esserci dei problemi di salute alla radice. È anche possibile, però, che si tratti semplicemente della fisiologica riduzione del fabbisogno energetico (dovuta all'età che avanza, alla castrazione o alla riduzione dell'esercizio fisico).

Più raramente, un gatto che ingrassa senza mangiare più del solito può nascondere una patologia anche grave, come un tumore addominale o il morbo di Cushing. Se il gatto ingrassa e non mangia per niente, invece, è bene consultare quanto prima un veterinario: se un gatto sta senza mangiare per oltre tre giorni potrebbe sviluppare la lipidosi epatica, una grave malattia causata dall'accumulo di grassi nel fegato.

Quando un gatto è troppo grasso?

  • Peso;
  • Forma del corpo;
  • Costole che si sentono al tatto;
  • Vista laterale;
  • Comportamento.

Se il gatto sta ingrassando, la prima cosa che noteremo sarà probabilmente l'aumento di peso: ma quando un gatto è sovrappeso? E quando invece si può parlare di obesità felina? Secondo gli esperti, un gatto può essere considerato sovrappeso quando il suo peso corporeo è superiore del 30% rispetto al suo peso forma ideale (che dipende essenzialmente dall'età, dalla razza del gatto e dalle sue caratteristiche individuali). Un certosino maschio adulto di 7 chili, per esempio, non necessariamente sarà sovrappeso, mentre un gatto Siamese che supera i 5 chili può essere già considerato fuori standard.

Il peso, in sostanza, non è sufficiente a giudicare se un gatto è sovrappeso oppure no. Per capirlo c'è bisogno dell'osservazione. Innanzitutto bisogna valutare la forma del corpo e la sua vista laterale: se il gatto ha la forma arrotondata e mostra lateralmente un ventre morbido e prominente, allora è probabile che sia in sovrappeso.

La prova del nove si può ottenere con un esame manuale delle costole: in un gatto in forma, dovrebbe essere possibile sentire distintamente le costole passando delicatamente le punte delle dita sulla gabbia toracica del gatto. Se per sentire le costole del micio c'è bisogno di esercitare anche la minima pressione, allora è sicuro che siamo di fronte a un gatto tendente al sovrappeso.

In alcuni casi anche il comportamento può rivelare la presenza di un problema di sovrappeso: i gatti obesi tendono ad essere meno attivi dei loro compagni più leggeri e a sviluppare una certa pigrizia.

Gatto sovrappeso: i sintomi

  • Scarsa propensione all'attività fisica;
  • Difficoltà nei movimenti;
  • Pelo arruffato o opaco;
  • Posizioni inusuali;
  • Tendenza a sporcare fuori dalla lettiera.

Tra i segnali che possono indicarci che il gatto sta ingrassando fino al punto da essere sovrappeso, c'è la scarsa propensione al gioco e all'attività fisica. Un gatto che ingrassa potrebbe trovare difficili alcuni movimenti un tempo all'ordine del giorno (per esempio potrebbe avere difficoltà a saltare), quindi tenderà ad evitare situazioni troppo movimentate o faticose.

Un altro segnale molto semplice da notare riguarda la salute del pelo del gatto: se notate che il pelo è arruffato, per niente lucido o addirittura mostra segnali di forfora, potrebbe darsi che il micio abbia difficoltà a pulirsi il pelo - un classico in caso di sovrappeso.

Un gatto troppo grasso potrebbe anche assumere posizioni insolite per sedersi o sdraiarsi a terra e mostrare la tendenza a sporcare fuori dalla lettiera: la mole e il fastidio legato a certi movimenti potrebbero infatti impedirgli di accedervi comodamente.

Gatto obeso: i rischi

  • Problemi articolari e osteo-articolari;
  • Ipertensione;
  • Sensibilità ai farmaci;
  • Cistite;
  • Diabete;
  • Lipidosi epatica.

Un gatto sovrappeso può essere esposto a diversi problemi di salute, in alcuni casi molto gravi. Il peso eccessivo, tanto per cominciare, provoca un grosso carico sulle articolazioni, motivo per cui il gatto può essere soggetto a sviluppare problemi articolari e osteo-articolari. Il grasso, inoltre, riduce la capacità contrattile della muscolatura cardiaca, aumentando il grado di sforzo cardio-circolatorio.

Il maggiore affaticamento non è l'unico effetto di questo squilibrio: un gatto obeso può essere più sensibile ai farmaci come gli anestetici ed è più esposto a sviluppare diabete mellito e infiammazioni alle vie urinarie. Una malattia molto grave che può colpire i gatti troppo grassi è la lipidosi epatica, un'alterazione della funzionalità del fegato causata dall'accumulo di trigliceridi.

Gatto sovrappeso: cosa fare

  • Stimolare l'attività fisica;
  • Contattare un veterinario;
  • Adottare una dieta ipocalorica.

L'unica cosa che possiamo fare in autonomia se ci accorgiamo che il gatto sta ingrassando e vogliamo aiutarlo a dimagrire è quella di spingerlo a fare più attività fisica. Non soltanto bisognerebbe giocare tutti i giorni con il micio sovrappeso, ma sarebbe anche il caso di arricchire il suo ambiente in modo che sia quanto più possibile stimolato a correre e saltare (anche con l'aiuto di giocattoli alimentari e che simulano la caccia).

Dopodiché è il caso di pensare alla dieta: per essere certi di offrire al micio una dieta equilibrata e con il giusto apporto di nutrienti, è necessario consultare un veterinario: il fabbisogno alimentare dei gatti è molto particolare, e limitarsi a ridurre le quantità di cibo non basterà a far dimagrire il felino sovrappeso. Inoltre, perdere peso rapidamente può essere molto pericoloso per i gatti, e portare in breve tempo alla malnutrizione. Insomma, mettere il gatto a dieta è corretto, ma le soluzioni fai da te sono da evitare.

Cosa dare da mangiare al gatto per farlo dimagrire? Dieta

Per far dimagrire il gatto non è sufficiente diminuire le quantità di cibo. Al contrario, questa operazione potrebbe rivelarsi un grave errore: i piccoli felini, carnivori obbligati, hanno un fabbisogno alimentare molto specifico, e diminuire le quantità senza lavorare sulla qualità del cibo potrebbe portare in breve tempo a carenze nutrizionali anche gravi.

Se il gatto sta ingrassando o è già sovrappeso, l'ideale è chiedere un parere al veterinario, e farsi consigliare un preparato (secco o umido) che sia ipocalorico e a bassissimo contenuto di carboidrati, che permetta al gatto di perdere peso in maniera sana e graduale. Se si vuole optare per una dieta casalinga, il consiglio di un veterinario è ancora più importante: oltre a usare ingredienti di buona qualità, sarà necessario stabilire una vera e propria dieta da seguire.