Come sudano i gatti?

Come sudano i gatti?
Ultima modifica 10.01.2024
INDICE
  1. I gatti sudano?
  2. Dove sudano i gatti?
  3. Gatto che soffre il caldo: sintomi
  4. Come capire se il tuo gatto ha caldo?
  5. I gatti sudano dalla lingua?
  6. I gatti soffrono il caldo o il freddo?
  7. Termoregolazione dei gattini
  8. Gatto caldo al tatto

I gatti sudano?

Il sudore del gatto svolge una funzione molto importante per la sua termoregolazione. Tuttavia, rispetto al cane o agli altri esseri umani, le loro modalità di sudorazione sono leggermente diverse, e potrebbe sembrare, anche nelle giornate più torride, che l'animale sia perfettamente a suo agio con le elevate temperature. Non è così.

Se vuoi saperne di più su come sudano i gatti, continua a leggere. Prima di tutto questo, però, ricordatevi di seguirci su Whatsapp per non perdere alcun aggiornamento su salute, animali e benessere.

Dove sudano i gatti?

  • Dai cuscinetti delle zampe
  • Dal naso
  • In parte, anche dalle labbra
  • Dalla zona anale

Come puoi osservare, i gatti sudano principalmente dalle zone dove sono sprovvisti di pelo. La secrezione sudoripara si verifica soprattutto d'estate, ovvero quando la temperatura, associata all'umidità, si alza parecchio.

Il manto del gatto gli permette di resistere, in linea teorica e che varia di razza a razza, fino a circa 50° C di temperatura esterna. Cionondimeno, il gatto soffre il caldo anche se la temperatura esterna è più bassa. È buona regola pensare che se fa caldo per te, è molto probabile faccia caldo anche per lui.

Se il tuo gatto d'estate ha sempre i cuscinetti delle zampe leggermente umidi, dunque, il motivo è che sente caldo e, di conseguenza, sta sudando.

La sudorazione svolge un'importante funzione termoregolante e permette al corpo di mantenere una normale temperatura. Talvolta, può succedere invece che il tuo gatto cominci a sudare in situazioni di forte stress, come per esempio quando è dal veterinario.

Il sudore, evaporando, raffredda i cuscinetti delle zampe e permette al felino di abbassare la sua temperatura corporea.

Gatto che soffre il caldo: sintomi

  • Il gatto si lecca spesso il mantello
  • Beve moltissimo
  • Mangia poco o niente durante le ore più calde
  • Cerca posti all'ombra o dove tira un filo di vento
  • Predilige superfici fredde o fresche
  • Dorme sempre
  • Suda e lascia piccole impronte

Come capire se il tuo gatto ha caldo?

  • Si muove lentamente e di rado, ed è pigro
  • Sembra confuso
  • Vomita spesso
  • Respira a bocca aperta

Se ai sintomi si aggiungono questi, è molto probabile che tu abbia davanti una situazione di vera e propria emergenza. In questo caso è una buona idea portarlo dal veterinario facendo in modo di non esporlo a ulteriore calore, così da proteggerlo da possibili peggioramenti. Un gatto surriscaldato è un problema da non sottovalutare in quanto padroni responsabili. Nelle giornate più calde dell'anno, è importante monitorare i comportamenti del felino per impedirgli arrivare a questo punto.

I gatti con il sottopelo o che hanno un pelo molto folto tenderanno a soffrire il caldo più degli altri. In particolare il Maine Coon, il Norvegese delle foreste e il Persiano, ma anche tante altre razze dal pelo lungo, soffrono maggiormente le alte temperature.

I gatti sudano dalla lingua?

  • Metti a disposizione acqua fresca o una fontanella
  • Offri cibo umido e mischialo con l'acqua
  • Spazzola regolarmente il suo mantello in maniera che il pelo morto venga rimosso, e il gatto rimanga più fresco

I gatti soffrono il caldo o il freddo?

Contrariamente a quanto potrebbero dare a vedere, i gatti soffrono sia il cado che il freddo. Anche se sono dotati un mantello isolante, i felini possono provare i caldo, quando temperatura e umidità salgono, e il freddo, specie se in determinate circostanze.

La percezione del freddo del gatto dipende moltissimo dalle sue abitudini, e non esistono regole particolari, ma solo indicazioni da seguire. Per esempio, la percezione del freddo in un gatto varia a seconda della razza, dell'età e delle sue abitudini. Se il gatto esce spesso di casa, avrà un mantello più folto e sarà abituato al freddo più di un micio che vive tra divano e calorifero. Osservare le sue abitudini e assecondarle il più possibile è il modo giusto per aiutarlo a stare bene in tutti i climi e in tutte le situazioni.

Termoregolazione dei gattini

Ricordati che i gattini appena nati, sotto le quattro settimane di vita, sono del tutto incapaci di regolare la loro temperatura corporea. Ecco perché i gattini si rannicchiano intorno alla madre: cercano di adattarsi alla sua temperatura.

Gatto caldo al tatto

La temperatura normale del gatto si aggira tra i 38,1° C e i 39,2° C. La febbre si ha quando la temperatura corporea di un gatto è uguale o superiore ai 40°C. In linea generale, le orecchie del felino saranno caldissime e il gatto sarà debole, letargico e inappetente. Le orecchie potrebbero essere molto calde.