Come si riproducono i pappagalli inseparabili?

Come si riproducono i pappagalli inseparabili?
Ultima modifica 12.02.2024
INDICE
  1. Come fanno i pappagallini inseparabili a riprodursi?
  2. Come fanno l'amore gli inseparabili?
  3. Quante uova fanno i pappagalli inseparabili?
  4. Si possono toccare le uova degli inseparabili?
  5. Dopo quanto tempo i pappagalli fanno le uova?
  6. Prima covata degli inseparabili: cosa sapere?

Come fanno i pappagallini inseparabili a riprodursi?

I pappagalli inseparabili sono fra gli uccelli più apprezzati e amati come animali da compagnia. Intelligenti, affettuosi e colorati, amano vivere in coppia e sono particolarmente fedeli al proprio compagno. Sapere come si riproducono gli inseparabili è essenziale per allevare questi pets nel modo giusto e assicurarsi che siano sempre sani e in salute.

Prima di scoprire come si riproducono gli inseparabili, ti ricordiamo che puoi anche unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Come fanno l'amore gli inseparabili?

  • I maschi fanno piroette;
  • I maschi si grattano;
  • I maschi rigurgitano il cibo alla femmina;
  • La femmina allarga le ali e alza testa e coda.

Capaci di mostrare grande cura e affetto nei confronti del partner, i pappagalli inseparabili sono conosciuti anche con il nome di uccelli dell'amore. Quando incontrano un compagno ideale infatti diventano particolarmente fedeli e restano insieme per tutta la vita.

Ma come fanno l'amore questi teneri uccelli? Nella fase del corteggiamento di solito il maschio mostra eccitamento esibendosi in piroette e grattandosi. Tende inoltre a rigurgitare il cibo predigerito alla femmina.  

L'accoppiamento può verificarsi sul posatoio, sul fondo della gabbia oppure dentro il nido. La femmina assume dunque la posa ad aeroplanino, allargando le ali e alzando al contempo testa e coda.

Il maschio monta sopra la femmina e a questo punto ha inizio l'amplesso che dura diversi minuti ed è seguito da grattatine e rigurgiti. Nel corso della giornata l'accoppiamento si ripete più volte, sino alla deposizione dell'ultimo uovo.

Quante uova fanno i pappagalli inseparabili?

  • 4-6 uova.

I pappagalli inseparabili cominciano la produzione delle uova unicamente in presenza del nido. Le uova vengono deposte con intervalli di 48 ore in un numero per covata di 4-6 uova. La schiusa si verifica dopo 23 giorni, mentre i piccoli lasciano il nido a 43 giorni.  

Si possono toccare le uova degli inseparabili?

Dopo essere state deposte le uova inizieranno a cambiare colorazione, divenendo sempre più chiare. In questa fase è possibile che non tutte le uova siano state fecondate, ma è fondamentale non disturbare i pappagalli inseparabili anche se la tentazione di toccare le uova è forte.

È importante dunque non interferire con la tranquillità dei pet, il rischio infatti è che la mamma deponga delle uova vuote. Inoltre aprendo continuamente il nido per dare un'occhiata all'interno si potrebbe rischiare di raffreddare le uova, causando il decesso degli embrioni. 

Dopo quanto tempo i pappagalli fanno le uova?

  • Da 1 giorno a una settimana.

Dopo l'accoppiamento, per la deposizione delle uova ci vorranno da 1 a 7 giorni. Tenete presente, comunque, che i pappagalli inseparabili raggiungono l'età giusta per la riproduzione a sei mesi. La stagione riproduttiva varia a seconda dell'area geografica, di solito in Italia comprende il periodo fra settembre e maggio.

Quando la coppia di pappagalli viene inserita nella gabbia inizierà a prepararsi alla riproduzione. Per far sentire gli animali a proprio agio inserisci nell'ambiente rametti di olivo, giungo o salice, posizionando all'interno anche un osso di seppia: consentirà alla femmina di assumere la dose giusta di calcio per favorire la riproduzione.

Di solito vengono deposte 4 o 5 uova che verranno covate per 3 settimane. Terminato questo periodo inserisci nella gabbietta una vaschetta per il bagnetto. Servirà alla mamma per inumidire il nido e permettere alle uova di schiudersi facilmente. L'umidità infatti consente di ammorbidire e sfaldare il guscio, aiutando il pulcino a fuoriuscire.

Dopo che i piccoli saranno nati, sarà il maschio ad occuparsi del loro nutrimento sino allo svezzamento. Ricordati di posizionare la gabbia in un punto asciutto e tranquillo, evitando qualsiasi tipologia di stress. In alcuni casi è possibile assistere sino a 4 covate l'anno, favorendo la riproduzione grazie ad un aumento delle calorie nella dieta e introducendo alimenti come pomodori e frutta.

Prima covata degli inseparabili: cosa sapere?

Dopo il corteggiamento e l'accoppiamento, la femmina depone le uova. Si tratta di un momento particolarmente stressante perciò è fondamentale non disturbare la coppia. Dopo essere state deposte, le uova andranno covate dai pappagalli inseparabili per favorire lo sviluppo degli embrioni.

Trascorsi dieci giorni si potrà effettuare la speratura, un'operazione che permette di scoprire se l'uovo è fecondo. Per farlo ti servirà una torcia: punta la luce sul guscio dell'uovo, se è fecondo al suo interno vedrai un embrione e delle venature. In ogni caso sarebbe meglio attendere la data di schiusa prima di buttare le uova che sembrano non feconde.

Nei giorni della schiusa è essenziale non toccare le uova, lasciando che sia il pullo a uscire, rompendole da solo. Non cercare di aiutarlo perché potresti provocare solamente danni, limitati a controllare da lontano, provando a capire se i piccoli vengono alimentati e se nessuno resta indietro.

Presta attenzione anche alla pica che avviene quando uno oppure entrambi i genitori iniziano a togliere le piume dei pulli. Un comportamento che provoca sanguinamenti e può mettere a rischio la vita dei piccoli. Dunque è importantissimo chiedere subito consiglio al proprio veterinario per capire cosa fare e decidere, in caso, di togliere il responsabile della pica dalla gabbietta.