Come si calcola l'età del coniglio?

Come si calcola l'età del coniglio?
Ultima modifica 11.03.2024
INDICE
  1. Come si calcola l'età del coniglio: cosa guardare
  2. Quando un coniglio è considerato adulto?
  3. Come si fa a sapere quanti anni ha un coniglio?
  4. Denti del coniglio
  5. Pelo del coniglio
  6. Condizioni fisiche del coniglio
  7. Carattere del coniglio
  8. Quanto può vivere un coniglio in casa?
  9. Quando un coniglio è vecchio?

Come si calcola l'età del coniglio: cosa guardare

Come si calcola l'età del coniglio? Rispetto ad altri animali è più difficile. Stabilire se ha due o tre anni, senza conoscere la sua data di nascita, è praticamente impossibile. Capire se si è di fronte a un coniglio giovane, adulto o anziano è già più semplice.

Stabilire determinati parametri non è solo una questione di curiosità di chi adotta questo animale esotico, è importante soprattutto per sapere quali sono le sue esigenze alimentari e di gestione in generale. Un coniglio, per poter vivere a lungo, ha bisogno di una dieta mirata in base all'età e quando inizia a invecchiare ha certamente la necessità di essere seguito maggiormente dal veterinario e da chi ha deciso di portarlo a casa con sé.

Soprattutto se si è alla prima esperienza, affidarsi a uno specialista in animali esotici è di fondamentale importanza. Sarà lui a dare tutte le informazioni di base per un accudimento mirato e responsabile. Prima di approfondire l'argomento, però, non dimenticate di unirvi al nostro canale Whatsapp e di seguirci su Instagram, per non perdere neanche una notizia su salute e benessere, anche dei nostri amici animali.

Quando un coniglio è considerato adulto?

Di sicuro è possibile sapere con certezza se un coniglio è neonato oppure no: infatti tutti i conigli, quando nascono, sono ciechi e glabri. Solo dopo qualche mese aprono gli occhi e cominciano a ricoprirsi di peli sottili. Un esemplare viene considerato giovane sino all'anno di vita, dopodiché passa all'età adulta.

Questa linea di demarcazione è segnata soprattutto dal raggiungimento della maturità sessuale e, quindi, dalla capacità di riprodursi. Questo momento arriva in momenti differenti a seconda della specie di animale esotico. 

Come si fa a sapere quanti anni ha un coniglio?

  • Genitali e apparato riproduttivo;
  • Denti;
  • Pelo;
  • Condizioni fisiche;
  • Carattere e comportamento.

Quelli elencati sono gli elementi da considerare per valutare l'età del coniglio. Riguardo ai genitali e all'apparato riproduttivo, precisiamo subito che sono da attenzionare se il coniglio non è nostro sin da piccolo, perché occorre capire se è stata effettuata la sterilizzazione, una condizione che la dice lunga sull'età.

Questa operazione infatti può essere fatta dopo che il coniglio ha raggiunto la maturità sessuale, quindi attorno ai quattro-sei mesi di vita (anche se questo parametro varia da razza a razza). Se ci si trova di fronte a un esemplare già castrato, per esempio, si sa che non è più un cucciolo. Dopodiché analizzare lo stato dei genitali, che invecchiano come il resto del fisico, può dare qualche dato in più. Certo, neanche in questo caso si potrà risalire all'anno preciso di nascita.

Riguardo alle restanti voci dell'elenco, le approfondiremo punto per punto.

Denti del coniglio

Come si calcola l'età del coniglio? Posto che non c'è un modo per essere certi dell'anno preciso, ci sono degli elementi che si possono analizzare per capire a che punto della vita si trova il nostro animale domestico. Una cosa da osservare sono i denti del coniglio, in crescita costante. Ecco perché la masticazione è importantissima: devono consumarsi quanto basta per non causare disagi all'animale. Ma è proprio questa caratteristica a rendere difficile stabilire quanti anni ha un coniglio.

Se sono della giusta lunghezza potrebbe significare che si tratta di un esemplare giovane o, semplicemente, che si nutre correttamente. Al contrario, se ha problemi di gestione dentale, non è detto che sia anziano ma soltanto trascurato. Purtroppo nemmeno il colore può aiutare a identificare l'età precisa.

Pelo del coniglio

Il mantello, tanto odiato nella fase di muta, può dare qualche informazione in più. Se è scuro, un segnale dell'età che avanza è dato dalla presenza di peli bianchi o grigi. Neanche questa però è una regola infallibile: con il cambio del manto per adeguarsi al freddo o al caldo, potrebbero mutare anche le caratteristiche cromatiche.

Condizioni fisiche del coniglio

Gli acciacchi e le malattie sono tipici dei conigli anziani, tuttavia anche una cattiva gestione del coniglio potrebbe farlo sembrare più vecchio di quanto non sia in realtà. Molto quindi dipende dallo stile di vita che conduce il singolo animale esotico.

In generale, quanto vive un coniglio dipende non solo dalla genetica, ma anche e soprattutto da come viene accudito. Ecco perché è importante conoscere le sue esigenze e assecondarle.

Carattere del coniglio

Di norma il carattere di un coniglio e il suo comportamento mutano insieme all'avanzamento dell'età. Si tratta di animali più energici ed esuberanti da giovani e più pacati e tranquilli da anziani. Anche in questo caso però non c'è uno schema preciso e anche la sterilizzazione può avere degli effetti considerevoli sul temperamento dell'animale.

Quanto può vivere un coniglio in casa?

Un coniglio domestico è certamente più protetto di un esemplare allo stato brado. Questo elemento è significativo rispetto all'aspettativa di vita e può arrivare anche a compiere dai 10 ai 14 anni. Molto fa anche la razza e la genetica, ma di norma un coniglio in salute può superare i sette-otto anni di vita.

Fondamentale sono la dieta e lo stile di vita. Fattori che incidono molto di più su questo animale esotico che su cani e gatti (per i quali sono comunque molto importanti). L'alimentazione del coniglio domestico deve essere molto curata e tenere conto delle sue esigenze, se viene trascurata possono esserci anche gravi conseguenze sulla sua salute.

Quando un coniglio è vecchio?

  • Inappetenza;
  • Pelo bianco;
  • Malattie più frequenti;
  • Cecità.

Come si calcola l'età del coniglio? Come si è potuto capire, non è un'impresa semplice. Si può però stabilire in che fase della vita si trova un determinato esemplare. I primi segni di vecchiaia compaiono attorno ai cinque-sei anni. Molto però dipende dalla razza e dallo stile di vita e da fattori esterni e difficilmente prevedibili.