Caring

Come si fa a pulire e igienizzare la ciotola del gatto?

Come si fa a pulire e igienizzare la ciotola del gatto?
Ultima modifica 28.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come pulire bene la ciotola del gatto?
  2. Come lavare le ciotole dei gatti?
  3. Cosa usare per pulire la ciotola del gatto?
  4. Come togliere il calcare dalla ciotola del gatto?
  5. Come deve essere la ciotola per il gatto?
  6. Dove posizionare la ciotola d'acqua del gatto?

Come pulire bene la ciotola del gatto?

  • Usa un fazzoletto umido per una pre-pulizia;
  • Lava con attenzione usando spugnetta e aceto bianco;
  • Fai agire il prodotto;
  • Risciacqua con acqua tiepida;
  • Asciuga con un panno.

Per pulire e igienizzare la ciotola del gatto è essenziale mettere in atto alcune routine quotidiane, da eseguire anche due volte al giorno in caso di cibo umido. Prima di tutto ripulisci sempre la ciotola con un fazzoletto umido per eliminare tutti i residui di cibo presenti.

Lava la ciotola con aceto di vino bianco e con una spugnetta non abrasiva. Lascia al prodotto il tempo di agire poi risciacqua con acqua tiepida. Infine asciuga con un panno morbido.

Come lavare le ciotole dei gatti?

  • Rimuovi i residui di cibo con un fazzoletto;
  • Sciacqua la ciotola sotto l'acqua corrente;
  • Lava usando una spugnetta e un detergente delicato;
  • Risciacqua con acqua tiepida;
  • Disinfetta.

Per lavare in modo corretto la ciotola del gatto prima di tutto elimina i residui di cibo presenti. Poi sciacqua la ciotola sotto l'acqua e lavala usando un detergente delicato e una spugnetta.

La maggioranza delle ciotole che si trovano in commercio si possono lavare anche in lavastoviglie, garantendo una disinfezione e una sicurezza maggiori.

Terminato il lavaggio con il sapone risciacqua la ciotola e asciugala con attenzione. Per una pulizia ancora più accurata usa un disinfettante veterinario specifico, leggendo con attenzione le istruzioni.

Cosa usare per pulire la ciotola del gatto?

  • Detergente neutro e delicato;
  • Acqua e aceto bianco;
  • Bicarbonato e succo di limone;
  • Aceto di vino bianco.

Se la ciotola del gatto è in acciaio inox puoi usare un detersivo neutro e delicato insieme ad una spugnetta non abrasiva. Preferisci un prodotto naturale? Allora versa nella ciotola un composto a base di aceto e acqua, lasciando agire per qualche minuto, poi sciacqua con acqua fredda.

Usa una spugnetta per eliminare i residui di cibo e per terminare di pulire le zone esterne. In alternativa puoi usare una miscela realizzata con succo di limone e bicarbonato di sodio.

Se la ciotola del gatto è in ceramica evita pagliette di acciaio, detergenti abrasivi e spugnette di nylon. Utilizza invece l'aceto di vino bianco e una spugna morbida.

Come togliere il calcare dalla ciotola del gatto?

  • Aceto;
  • Bicarbonato;
  • Limone;
  • Composto a base di bicarbonato e limone.

Aceto, bicarbonato e limone sono tre anti-calcare ottimi per togliere il calcare dalla ciotola del gatto. Puoi utilizzarli – mescolati con un po' d'acqua calda – inserendoli all'interno di uno spray.

Nebulizza il prodotto direttamente sul calcare, poi lascia agire per almeno dieci minuti. Il calcare si staccherà da solo: eliminalo, poi risciacqua con acqua tiepida abbondante.

Come deve essere la ciotola per il gatto?

  • Larga;
  • Con bordo basso;
  • Stabile;
  • Che non risente delle variazioni termiche;
  • In ceramica.

La misura della ciotola per il gatto è essenziale: questo animale infatti non ama che i vibrisse arrivino a toccare il bordo della ciotola durante il pasto.

Per questo dovrà larga e con un bordo basso per non interferire in alcun modo. Il materiale migliore è senza dubbio la ceramica. Questo materiale infatti è abbastanza pesante da mettere al sicuro dai ribaltamenti. Inoltre non si consuma, non assorbe gli odori e non causa fastidiose variazioni termiche, facendo risultare l'acqua o il cibo troppo caldi o troppo freddi in base alla stagione.

In assenza ci ceramica, anche le ciotole di acciaio inox con base rinforzata e isolante andranno benissimo.

Dove posizionare la ciotola d'acqua del gatto?

  • Lontano dalla lettiera;
  • In posizione rialzata;
  • In un angolo tranquillo e silenzioso con diversi punti di accesso.

Il gatto tende a mangiare e bere sempre in momenti separati. Nell'antichità i gatti erano abituati a ricercare da bere in luoghi diversi rispetto a quelli in cui si nutrivano. Ciò era dovuto al fatto che consumare una preda vicino ad un corso d'acqua era considerato pericoloso. Oggigiorno, questo istinto si è decisamente placato, e puoi posizionare l'acqua (una o più fonti in base al numero di gatti) a poca distanza dal cibo.

A questo punto, prepara lo spazio del gatto: tieni lontane le ciotole dalle porte d'ingresso e dalle finestre, scegliendo invece un luogo che sia tranquillo e lontano da rumori che potrebbero infastidirlo e spaventarlo.

Infine la ciotola dell'acqua dovrà essere sempre lontano dalla lettiera.

Se vuoi saperne di più, ti consigliamo di unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e di seguire il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

CONDIVIDI: