Caring

Come organizzare la prima vacanza con il cane?

Come organizzare la prima vacanza con il cane?
Ultima modifica 31.05.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come prepararsi alla vacanza con il cane?
  2. Come abituare il cane ad andare in vacanza?
  3. Cosa fare prima di portare il cane al mare?
  4. Dove andare in vacanza con il cane in Italia?
  5. Dove andare in vacanza con il cane in montagna?
  6. Come organizzare le vacanze con il cane all'estero?
  7. In quali Paesi europei puoi portare il tuo cane?

Come prepararsi alla vacanza con il cane?

Organizzare la prima vacanza con il cane può essere una splendida esperienza, se ben studiata e strutturata, o un totale incubo, nel caso in cui si vada all'avventura. Per questo di seguito vi proponiamo una guida per rendere questi momenti fantastici tanto per il proprio animale quanto per sé.

Sappiate, però, che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Come abituare il cane ad andare in vacanza?

  • Cambio ambiente da cucciolo;
  • Abituarlo a una coperta, che avrà il suo odore;
  • Abituarlo al trasportino;
  • Non lasciare il cane da solo in un posto nuovo.

Sarebbe bene abituare il proprio cane a cambiare ambiente fin da cucciolo. Non è necessario che si tratti di lunghi periodi. Anche soltanto dei weekend fuori casa, ripetuti nel tempo, diventeranno cruciali per organizzare una vacanza con il cane in assoluta serenità in seguito, aumentano il numero di giorni lontano da casa. Nel corso di tali weekend sarà poi possibile optare per differenti soluzioni, dal viaggio itinerante in auto alla sosta prolungata in un unico posto.

Sarebbe inoltre il caso di far abituare l'animale a una coperta (vanno bene anche un telo o un asciugamano). Questa andrà posta sulla sua cuccia, divenendo una fedele compagna. Una volta fuori casa, portarla con sé rappresenterà per il cane una via di connessione con il proprio ambiente, su base emotiva, al fine di percepire il trasferimento come meno traumatico.

In molti adoperano con successo il trasportino, studiato in termini di dimensioni per accogliere con comodità il proprio cane, a seconda della taglia. Anche in questo caso l'abitudine fin da cucciolo è fondamentale. Può divenire una seconda cuccia, comoda e con qualche oggetto che richiami casa. Se l'abitudine a questo oggetto viene generata da cucciolo, col tempo diventerà una tana dove riposare e non una forzatura imposta dal padrone.

Si consiglia inoltre di arrivare in un posto nuovo con la luce del sole. Meglio al mattino ma, se non è possibile fare altrimenti, sarebbe preferibile entro il pomeriggio. Ciò per dare alcune ore di tempo al cane di abituarsi al nuovo ambiente, stando all'aria aperta. In poche parole sarebbe il caso di non passare direttamente dalla fase di viaggio a quella del sonno in un nuovo luogo.

Infine, non lasciare il cane da solo in un ambiente sconosciuto. Pensiamo a un albergo o un appartamento. Questi rappresentano luoghi nuovi, con altri spazi e odori diversi. Allontanarsi per un'uscita rasserenante o per fare la spesa, potrebbe comportare un ritorno in uno spazio devastato. Preso dall'ansia, il cane potrebbe reagire in maniera inaspettata, anche se perfettamente abituato a restare da solo a casa sua.

Cosa fare prima di portare il cane al mare?

  • Controllo requisiti d'ingresso specifici per cani;
  • Controllo vaccinazioni obbligatorie o profilassi antiparassitarie;
  • Controllo norme di trasporto in caso di viaggio in treno, aereo o nave;
  • Preparare trasportino abituale con coperta abituale;
  • Preparare 2 ciotole da viaggio per acqua e cibo;
  • Preparare scorta di alimenti abituali;
  • Portare con sé spazzola o pettine per la cura del pelo;
  • Preparare guinzaglio, collare e, eventualmente, museruola;
  • Portare con sé il libretto delle vaccinazioni;
  • Portare con sé il passaporto Ue per animali;
  • Portare con sé una selezione dei suoi giochi preferiti;
  • Portare con sé i sacchettini igienici;
  • Preparare mini kit medico da viaggio, con forbici, spray disinfettante, pinzette e materiale per bendaggi.

Dove andare in vacanza con il cane in Italia?

L'Italia è generalmente un Paese molto aperto quanto si tratta di cani. Basti pensare alla sorpresa dei turisti statunitensi nel vedere gli animali al nostro fianco al supermercato o all'interno di negozi. É facile individuare un'area per trascorrere le vacanze con il cane in tranquillità, ed eccone alcune ben note:

  • Palermo;
  • Asolo;
  • Sassari;
  • Lago di Como;
  • Roma;
  • Venezia;
  • Firenze;
  • Verona;
  • Torino;
  • Cagliari;
  • Pisa;
  • Lecce;
  • Bevagna;
  • Gargano;
  • Jesolo;
  • Courmayeur;
  • Riccione.

Dove andare in vacanza con il cane in montagna?

  • Abruzzo;
  • Campania;
  • Emilia Romagna;
  • Friuli Venezia Giulia;
  • Liguria;
  • Lombardia;
  • Marche;
  • Piemonte;
  • Sicilia;
  • Toscana;
  • Trentino Alto Adige;
  • Valle d'Aosta;
  • Veneto.

Andare in vacanza con il cane in montagna è sempre una buona idea, in qualsiasi stagione. Si tratta infatti di una destinazione che è facilmente conciliabile con la voglia di vita all'aperto del proprio animale. Le opzioni per divertirsi insieme sono svariate e anche una semplice passeggiata diventa un momento unico e straordinario.

Si pensi infatti alla straordinaria varietà di odori che avvolgono il cane, impegnato alla scoperta di ambienti da sogno ben differenti da quelli cittadini. Al tempo stesso, però, sarà necessario prestare attenzione. La voglia di esplorare potrebbe infatti esporlo a dei pericoli. Ciò vale sia per l'incontro con altri animali selvatici che per la potenziale pericolosità del tracciato.

Come organizzare le vacanze con il cane all'estero?

  • Deve sempre avere il microchip;
  • Vaccinazione antirabbica obbligatoria quasi ovunque;
  • Trattamento contro la tenia;
  • Passaporto canino;
  • Cane e padrone devono rispettare le regole di volo della compagnia aerea prescelta.

C'è una ovvia differenza tra il viaggiare con il cane in Italia e all'estero: le regole. Nei confini del nostro Paese è decisamente più facile essere a conoscenza di tutte le norme, se si è dei proprietari responsabili. Differente il discorso al di fuori dei confini.

Occorre cimentarsi in una ricerca approfondita, così da evitare brutte esperienze per sé e il proprio animale. Guardiamo ad esempio alle regole Ue. Da verificare se il microchip sia in regola con i requisiti tecnici richiesti dall'Ue, consultando il proprio veterinario di fiducia.

È fondamentale che il cane sia stato vaccinato contro la rabbia e abbia subito un trattamento contro la tenia. Si richiede infine un passaporto europeo per animali da compagnia, che risulti in corso di validità. In caso di viaggio verso un Paese terzo, europeo ma estraneo all'Ue, si richiederà un certificato sanitario dell'Unione europea.

In quali Paesi europei puoi portare il tuo cane?

  • Francia;
  • Svizzera;
  • Olanda;
  • Norvegia;
  • Germania.

Questi sono i Paesi europei più consigliati per portare con te il cane. Tuttavia, non esiste un posto che tu non possa raggiungere con il tuo animale domestico, se disponi di tutti i documenti e delle vaccinazioni adeguate.

CONDIVIDI: