Come fa il gatto a capire che stai male?

Come fa il gatto a capire che stai male?
Ultima modifica 25.01.2024
INDICE
  1. Il gatto capisce che stai male?
  2. I gatti sentono se stai male: le emozioni che percepiscono
  3. Come percepiscono le emozioni i gatti?
  4. I gatti sanno cosa gli succede attorno?
  5. I gatti sentono se hai un tumore?

Il gatto capisce che stai male?

Si chiama amico a quattro zampe per diversi motivi e l'empatia è uno di questi. Ma come fa il gatto a capire che stai male? Ormai diverse ricerche scientifiche hanno dimostrato che ne è in grado. Riesce a percepire le informazioni dell'ambiente che lo circonda e degli esseri viventi che lo abitano, bipedi compresi.

Non è un caso che il felino, quando non sta bene sia fisicamente che psicologicamente, corra a posizionarsi accanto a colui che considera il suo papà umano. Infatti, contrariamente a quanto possano pensare le persone senza esperienze dirette, questo pet è tutt'altro che indifferente e distaccato.

Certamente, per comprendere al meglio le sue emozioni e il suo stato d'animo, è necessario conoscerlo: sapere interpretare correttamente il suo linguaggio verbale e non verbale. Ecco perché, quando si decide di adottare un animale per la prima volta, è fondamentale circondarsi di persone competenti in materia: veterinario ed etologo esperti in comportamento felino in primis.

Prima di scoprire tutto sull'argomento, però, vi ricordiamo che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

I gatti sentono se stai male: le emozioni che percepiscono

  • Sorpresa;
  • Disgusto;
  • Rabbia;
  • Malinconia;
  • Timore;
  • Felicità.

Partendo dal presupposto che i gatti provano queste emozioni con certezza (mentre su altre ci sono ancora in corso delle ricerche volte a fare chiarezza), si può star sicuro che siano anche in grado di percepire il malessere psicologico e fisico di coloro che considerano famiglia. Non accade con tutti - e non allo stesso modo, non con la stessa intensità – ma certamente succede con chi è stato in grado di istaurare un rapporto sincero e profondo con loro. I proprietari di felini confermeranno.

Ma, per i più scettici, quelli che ripetono sempre "se non vedo non credo", oltre che l'adozione di un pet, si consiglia di approfondire le gli studi a supporto. In questo modo possono comprendere come fa il gatto a capire che stai male. In particolare, un esperimento condotto con i felini e i loro esseri umani di riferimento dimostra come i quattro zampe siano in grado di riconoscere i segnali facciali e le posture che i bipedi assumono quando provano rabbia e felicità. In primo luogo verso coloro che conoscono maggiormente, poi anche verso gli estranei. Inoltre, questi straordinari animali – calati in un contesto verbale che esprime emozioni negative e positive – hanno dimostrato di comprendere anche i segnali vocali.

Come percepiscono le emozioni i gatti?

I felini sono in grado di percepire le emozioni. Lo hanno dimostrato diversi risultati scientifici, che hanno evidenziato anche come non sempre siano consapevoli del sentimento specifico. Questi quattro zampe, infatti, avvertono che qualcosa non va, ma non sanno di preciso che cosa. Non sempre, perlomeno.

Riescono a farlo, esattamente come i cani, perché analizzano con i loro sensi l'ambiente che li circonda. Se si sorprende un pet annusare qualcosa o qualcuno, non si tratta di mera invadenza: è il suo modo di fare domande, di raccogliere dati su luoghi ed esseri viventi. Il gatto, poi fa una cosa apparentemente buffa ma molto utile: a volte sembra imbambolato, con la bocca aperta. Non lo è, sta solo incamerando informazioni.

I gatti sanno cosa gli succede attorno?

Alla luce di quanto detto sinora, ecco come fa il gatto a capire che stai male. La voce, i gesti, le espressioni, gli odori: tutto gli comunica cosa sta accadendo nel luogo che condivide con bipedi e quadrupedi. Ecco allora che si nasconde durante un litigio, perché particolarmente infastidito dai rumori, e partecipa alla gioia se vuole bene.

Quel che è certo, quindi, è che i comportamenti umani lo condizionano. Ecco perché è importante farlo vivere in un ambiente a misura di quadrupede e tenere conto del fatto che quello che si fa può condizionare il suo umore. Per farlo, oltre a documentarsi sugli sviluppi della ricerca scientifica, è importante sapere interpretare correttamente il linguaggio del gatto. A modo suo, infatti, dice tutto quello che è importante sapere.

I gatti sentono se hai un tumore?

I felini, ma è stato dimostrato che sono in grado di farlo anche i cani e altri mammiferi, capiscono anche quando accade qualcosa ai propri cari umani. Se subiscono delle variazioni organiche lo percepiscono. Vale per le malattie come il cancro, ma anche con i cambiamenti ormonali della gravidanza per esempio. Ovviamente non sono capaci di capire cosa stia succedendo nel dettaglio, ma avvertono il mutamento e – se hanno un comportamento empatico – dimostrano di partecipare.

Ogni felino, così come gli esseri umani, ha il proprio carattere. C'è chi è maggiormente espansivo e chi più schivo, ma sull'intelligenza felina non ci sono dubbi. È un animale straordinario, che merita attenzione. Ecco perché gli esperti consigliano di dedicargli sempre del tempo, di conoscerlo e fare di tutto per contribuire al suo benessere psicofisico. Questo passa anche dal comportamento che assume chi convive con lui.