Caring

Come e perché il gatto ti sceglie come suo padrone

Come e perché il gatto ti sceglie come suo padrone
Ultima modifica 30.04.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Come capire se il gatto ti sceglie, e perché ha scelto proprio te
  2. Come capire che un gatto ti ha scelto?
  3. Perché i gatti scelgono una persona?
  4. Cosa vuol dire quando ti si avvicina un gatto?
  5. Come capire se un gatto si è affezionato a te?

Come capire se il gatto ti sceglie, e perché ha scelto proprio te

All'interno di ogni famiglia con un gatto c'è sempre un essere umano che diventa il suo punto di riferimento. Si può dire, in pratica, che il gatto designa una certa persona come l'essere umano preferito, rendendola un po' la protagonista delle sue attenzioni.

Come si fa a capire se il gatto ti sceglie? Per saperlo, devi continuare a leggere. Nel frattempo di suggeriamo di unirti al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Come capire che un gatto ti ha scelto?

  • Ti viene incontro quando rientri in casa
  • Ti si avvicina e cerca subito il contatto
  • Si fa coccolare, anche in punti del corpo dove altri non possono toccarlo
  • Viene a dormire con te
  • Ti porta dei regali (perlopiù giocattoli o animaletti morti o morenti)

Contrariamente a quanto afferma la saggezza popolare, l'attaccamento di un gatto al suo padrone non deriva da fini puramente utilitaristici. Non è sempre detto infatti che la persona che, ad esempio, gli dà da mangiare, sia anche quella che il gatto designa come "umano preferito".

Il gatto di sceglie per tanti motivi, ma non è decisamente opportunista come viene definito dalle convenzioni sociali. Uno dei motivi per cui il gatto sceglie l'umano è l'affinità emotiva: tra padrone e felino si crea un rapporto intimo, profondo e che non è necessariamente legato a chi per lui fa più a livello pratico.

Anche se in casa ci sono più persone, dunque, è molto probabile che il gatto designerà un solo membro della famiglia come suo. Cosa si può fare, dunque, per entrare nelle grazie di questo animale domestico?

Perché i gatti scelgono una persona?

  • La persona emana un odore naturale
  • È tranquilla e ha un tono di voce pacato
  • Non accarezza troppo spesso

Potresti essere il membro della famiglia che lo ha tolto dalla strada, o magari che si occupa della sua salute e della sua gestione quotidiana. Tuttavia, potresti non essere il tuo essere umano preferito. Il gatto di sceglie sulla base di un'affinità elettiva, e non di un reale do ut des, per cui il riconoscimento per quello che facciamo per lui non è affatto scontato.

I motivi per cui un gatto sceglie un padrone all'interno del nucleo familiare non sono del tutto chiari neanche agli studiosi del comportamento felino. A volte, per esempio, l'animale si riconosce nella persona che caratterialmente gli somiglia di più, altre volte invece si attacca con maggiore interesse alla persona che sembra capire meglio il suo modo di comunicare.

Si potrebbe quasi dire, dunque, che tra gatti e alcuni esseri umani c'è una chimica particolare.

I gatti sono animali indipendenti che non amano essere presi in braccio in continuazione. Per quanto possano gradire le carezze, molto spesso sono loro a decidere quando è giunto il momento del coccole e quando è ora che ognuno preda la propria strada. Se riesci a capire intuitivamente quando non è il momento di accarezzarlo, il gatto te ne sarà grato.

Inoltre, i felini hanno un olfatto molto sviluppato: potrebbero essere propensi ad apprezzare quello che è il nostro odore naturale, mentre invece potrebbero allontanarsi o essere addirittura ostili nei confronti di chi è abituato a indossare profumi o fragranze molto forti.

Cosa vuol dire quando ti si avvicina un gatto?

Il gatto si avvicina alle persone, anche agli ospiti, solo quando si sente al sicuro in loro presenza. Di conseguenza, è importante che i suoi spazi siano rispettati.

Se il gatto ti si avvicina significa che è incuriosito da te. In questo momento delicato del primo contatto, è importante fare le mosse giuste per farlo sentire al sicuro. Incombere a passo svelto su di lui, o magari accarezzarlo senza colpo ferire, potrebbero essere fonte di fastidio per il felino.

Se il gatto ti si avvicina, abbassati lentamente e permettigli di annusare la tua mano, la quale deve essere rivolta con il palmo verso l'alto per fargli capire che sei del tutto inoffensivo. Se il gatto annusa, e magari si strofina, puoi tentare di accarezzarlo sulla testa e vedere come reagisce.

Se non desidera ulteriore contatto, però, non forzarlo. Il felino ha i suoi tempi.

Come capire se un gatto si è affezionato a te?

Il gatto è un animale molto sensibile che ha bisogno di un punto di riferimento all'interno della famiglia. Comprendere il suo linguaggio richiede un po' di pratica e un po' di esperienza.

Per esempio, il gatto manifesta il suo affetto con i miagolii, ma anche con il linguaggio del corpo. Quando ti guarda e sbatte gli occhi, ti sta comunicando il suo affetto con un equivalente felino di un bacio. Anche la coda verticale quando ti viene incontro, con andatura allegra, è la dimostrazione di felicità ed entusiasmo nel vederti.

Se il gatto cerca il contatto fisico, ti sale in braccio quando sei sul divano o decide di leccarti, è molto probabile che sia legato a te da un legame molto forte.

CONDIVIDI: