Chihuahua: come prendersene cura

Chihuahua: come prendersene cura
Ultima modifica 26.03.2024
INDICE
  1. Descrizione: com'è fatto il Chihuahua?
  2. Salute: i Chihuahua si ammalano? Quanto vive un Chihuahua?
  3. Cosa e quanto mangia un Chihuahua?
  4. Cenni storici sui Chihuahua

Il Chihuahua (dallo spagnolo: Chihuahueño) è una razza messicana di toy dog. Prende il nome dallo stato messicano di Chihuahua ed è tra le razze canine più piccole al mondo. Di solito, viene impiegato come animale da compagnia o esposizione.

https://www.my-personaltrainer.it/imgs/2024/03/26/chihuahua-orig.jpeg Shutterstock

Descrizione: com'è fatto il Chihuahua?

Quella dei chihuahua è la razza più piccola riconosciuta da numerosi kennel club.

Gli standard attuali definiti dai registri ufficiali specificano che i Chihuahua debbano avere una conformazione cranica "apple-head" o "apple-dome" (a mela).

I Chihuahua si presentano in qualsiasi combinazione di colori, a tinta unita o chiazzati.

Gli apple-dome hanno occhi grandi e tondi, e orecchie grandi ed erette; il cranio è sempre bombato.

Lo stop è ben definito, e forma un angolo di quasi 90 gradi nel punto di inserzione del muso.

I cani del tipo più antico, chiamato "deer" (testa di cervo), hanno la testa piatta, gli occhi più distanziati, le orecchie più grandi e le zampe più lunghe e sottili; possono ancora essere registrati, ma non possono competere sul piano estetico con quelli recentemente selezionati.

Gli standard di razza per questo cane non specificano l'altezza; anche se, generalmente, varia tra 15 e 23 cm (raramente arrivano a 30-38 cm). Sia gli standard di razza britannici che quelli americani stabiliscono che il peso del Chihuahua debba essere pari o inferiore a 2,7 kg. Lo standard britannico specifica che sarebbe preferibile un peso di 1,8–2,7 kg.

Lo standard della Fédération Cynologique Internationale richiede, idealmente,  cani di peso compreso tra 1,5 e 3,0 kg , sebbene quelli più piccoli siano comune accettabili.

I Chihuahua da compagnia (non da esposizione) superano spesso questi limite di peso, anche di molto, se hanno strutture ossee grandi o se in sovrappeso. Ciò non significa, tuttavia, che non siano di razza; ma, semplicemente, non soddisfano i requisiti per partecipare a una competizione. I Chihuahua sovradimensionati si vedono sia nelle migliori che nelle peggiori linee di sangue. 

I Chihuahua non vengono selezionati in base alle dimensioni, poiché, nella stessa cucciolata, si possono trovare soggetti di dimensioni drasticamente diverse l'una dall'altra.

Inoltre, le femmine riproduttrici più grandi hanno meno probabilità di sperimentare distocia (travaglio difficile).

Molti allevatori cercano di allevare Chihuahua più piccoli possibile (detti "teacup" o "tiny teacup"), perché molto più costosi.

La Fédération Cynologique Internationale, che rappresenta i principali club per cani di 84 paesi, non riconosce più il motivo del mantello "a chiazze", per i maggiori rischi di salute ai quali si correla nei Chihuahua.

Come molti altri cani di piccola taglia, il Chihuahua può mostrare un'aggressività superiore alla media nei confronti delle persone e degli altri cani.

Salute: i Chihuahua si ammalano? Quanto vive un Chihuahua?

Il Chihuahua ha una certa predisposizione genetica a diverse malattie neurologiche, tra cui l'instabilità atlantoassiale, la lipofuscinosi ceroide, la sordità congenita, l'idrocefalo congenito, la distrofia muscolare, la meningoencefalite necrotizzante e la distrofia neuroassonale.

Hanno, inoltre, una lieve predisposizione alle malattie congenite cardiache. 

In uno studio radiografico sulla malattia parodontale canina nel 2001, è stato riscontrato che il Chihuahua aveva l'incidenza più bassa tra le sei razze studiate. 

La predisposizione alla lussazione mediale della rotula si ritiene significativa.

Un altro studio britannico ha rilevato che le femmine di Chihuahua hanno una probabilità 10,4 volte maggiori di soffrire di distocia.

Uno studio condotto in Giappone sui dati dei cimiteri per animali domestici ha rilevato che i Chihuahua hanno un'aspettativa di vita media inferiore a 12 anni. Uno studio britannico sull'aspettativa di vita delle razze canine basato su dati veterinari ha mostrato, invece, che l'aspettativa di vita media è inferiore a 8 anni.

Bibbliografia

  • Curtis W. Dewey, Ronaldo C. Da Costa (2016). Signalment and History: The First Considerations. In: Curtis W. Dewey, Ronaldo C. Da Costa (2016). Practical Guide to Canine and Feline Neurology, third edition. Ames, Iowa; Chichester, West Sussex; Oxford: Wiley Blackwell. ISBN 9781119946113, pages 1–8.
  • Chihuahua (long and smooth coat): Hydrocephalus. Genetic Welfare Problems of Companion Animals. Wheathampstead, Hertfordshire: The International Animal Welfare Science Society/Universities Federation for Animal Welfare. Accessed February 2021.
  • P. Oliveira, O. Domenech, J. Silva, S. Vannini, R. Bussadori, C. Bussadori (2011). Retrospective Review of Congenital Heart Disease in 976 Dogs. Journal of Veterinary Internal Medicine. 25: 477-483. doi:10.1111/j.1939-1676.2011.0711.x.
    V. Butković, M. Šimpraga, M. Šehić, et al. (2001) Dental diseases of dogs: a retrospective study of radiological data. Acta Veterinaria Brno. 70: 203–208.
  • C. Wallis, L. J. Holcombe (2020). A review of the frequency and impact of periodontal disease in dogs. Journal of Small Animal Practice. 61: 529–540. doi:10.1111/jsap.13218.
  • Alex Gough, Alison Thomas (2004). Breed Predispositions to Disease in Dogs and Cats. Oxford: Blackwell Publishing. ISBN 9781405107488.
  • INOUE, Mai; KWAN, Nigel C. L.; SUGIURA, Katsuaki (2018). "Estimating the life expectancy of companion dogs in Japan using pet cemetery data". Journal of Veterinary Medical Science. 80 (7). Japanese Society of Veterinary Science: 1153–1158. doi:10.1292/jvms.17-0384. ISSN 0916-7250. PMC 6068313. PMID 29798968.
  • Teng, Kendy Tzu-yun; Brodbelt, Dave C.; Pegram, Camilla; Church, David B.; O'Neill, Dan G. (April 28, 2022). "Life tables of annual life expectancy and mortality for companion dogs in the United Kingdom". Scientific Reports. 12 (1). Springer Science and Business Media LLC: 6415. Bibcode:2022NatSR..12.6415T. doi:10.1038/s41598-022-10341-6. ISSN 2045-2322. PMC 9050668. PMID 35484374.
  • Packer, Rowena. "New study reveals flat faced dogs have the highest risk when giving birth". Royal Veterinary College. University of London. Retrieved March 13, 2024.

Cosa e quanto mangia un Chihuahua?

Le razze molto piccole come il Chihuahua si trovano a proprio agio con pasti piccoli e frequenti, piuttosto che abbondanti e diradati. I tempi e la frequenza esatti dipendono soprattutto dall'età:

Per i cuccioli fino a 3 mesi, o sotto il chilogrammo, l'alimentazione dev'essere gestita sulla base della richiesta dell'animale. 24 ore su 24, l'animale dev'essere in grado di accedere ai pasti. Il cibo andrebbe rinfrescato più volte al giorno, in modo che non diventi secco o stantio.

Tutti i cuccioli e gli adulti di Chihuahua, dai 3 mesi in poi, o con un peso superiore a 1 kg, dovrebbero consumare 3 pasti al giorno, anche con alcuni spuntini intermezzo.

La giusta quantità di cibo da dare a un Chihuahua dipende dal fabbisogno calorico individuale. Questo può variare notevolmente e fluttuare, a seconda del livello di attività del cane, dall'età esatta, dallo stato di salute e persino dal tempo (i cani tendono a mangiare di più in inverno).

In generale, il fabbisogno calorico per i cuccioli è di circa 100 chilocalorie per chilogrammo di peso corporeo e, per i Chihuahua adulti, è compreso tra 70 e 80 chilocalorie per chilo di peso corporeo.

La giusta porzione varia anche a seconda del tipo di cibo fornito (umido o secco, pollo o manzo, di alta qualità o mediocre ecc.).

I Chihuahua di dimensioni comprese tra 2 e 5 chili mangeranno circa 80 - 120 g al giorno (da dividere per i pasti, ovviamente).

Cenni storici sui Chihuahua

Gli studi sul DNA suggeriscono che i cani nativi americani entrarono nel Nord America dalla Siberia circa 10.000 anni fa, e furono poi isolati per circa 9.000 anni fino all'arrivo dei primi europei; questi cani mostravano una firma genetica unica, oggi quasi scomparsa.

Uno studio basato sul sequenziamento di antichi genomi canini, pubblicato nel 2020, suggerisce che questa discendenza precoloniale sopravvive in due razze messicane, nella misura di circa il 4% nel Chihuahua (e circa il 3% nello Xoloitzcuintli).

I documenti coloniali dell'inizio del diciannovesimo secolo parlano di cani piccoli, quasi glabri; si sostiene che i conquistadores del XVI secolo ne trovassero abbondanti quantità nell'omonima regione. In una lettera scritta nel 1520, Hernan Cortés scrisse che gli Aztechi allevavano e vendevano piccoli cani come cibo.

L'American Kennel Club registrò per la prima volta un Chihuahua nel 1904, Midget, di proprietà di H. Raynor del Texas.

Bibbliografia

  • Ní Leathlobhair, Máire; et al. (July 6, 2018). "The evolutionary history of dogs in the Americas". Science. 361 (6397): 81–85. Bibcode:2018Sci...361...81N. doi:10.1126/science.aao4776. PMC 7116273. PMID 29976825. S2CID 206663458.
  • Bergström, Anders; et al. (2020). "Origins and genetic legacy of prehistoric dogs". Science. 370 (6516): 557–564. doi:10.1126/science.aba9572. PMC 7116352. PMID 33122379. S2CID 225956269.
  • Pedro Baptista Pino y Juan Lopez Cancelada, Exposición sucinta y sencilla de la Provincia del Nuevo México y otros escritos. Ed. Jesus Paniagua Perez. Valladolid: Junta de Castilla / León: Universidad de León, 2007, p. 244: "even in the desert the tiny dogs could be found, hunting rats, mice, and lizards." The footnote that follows alludes to starving Conquistadores reportedly hunting and stewing the dogs (Universidad Veracruzana, Arquivo Viejo, XXVI.2711).
  • "Hernan Cortés: from Second Letter to Charles V, 1520". Fordham University. Archived from the original on August 23, 2014. Retrieved March 25, 2014.
  • Coile, C. (2013). Chihuahuas: Everything about purchase, care, nutrition, behavior, and training. Hauppauge, NY: Barron's Educational Series, p. 7: "Only in 1904 did the American Kennel Club (AKC) register its first Chihuahua; a total of five were registered that year."
  • "Chihuahua History: From Aztec Treasure to Popular Companion". American Kennel Club. January 6, 2022. Retrieved September 28, 2022.

Autore

Dott. Riccardo Borgacci

Dott. Riccardo Borgacci

Dietista e Scienziato Motorio
Laureato in Scienze motorie e in Dietistica, esercita in libera professione attività di tipo ambulatoriale come dietista e personal trainer