Ombelico del cane: curiosità e dubbi

Ombelico del cane: curiosità e dubbi
Ultima modifica 29.01.2024
INDICE
  1. I cani hanno l'ombelico?
  2. Perché i cani hanno l'ombelico?
  3. Come è fatto l'ombelico del cane?
  4. Dove si trova l'ombelico del cane?
  5. Ombelico cane gonfio: ernia ombelicale
  6. Ombelico del cane arrossato: cause
  7. Ombelico cane maschio e ombelico cane femmina: ci sono differenze?

I cani hanno l'ombelico?

Una domanda che può sembrare insolita ma che è molto digitata sul web: i cani hanno l'ombelico? La risposta è sì, anche se in molti non lo sanno, e non se ne parla spesso. Può essere ricoperto di pelliccia e quasi impossibile da trovare, ma anche il vostro cane lo. Ma perché esiste e cosa lo rende diverso dall'ombelico umano?

Prima di vedere nel dettaglio l'ombelico del cane, vi ricordiamo che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

Perché i cani hanno l'ombelico?

Proprio come gli esseri umani, i cani sono mammiferi placentari. Esistono tre tipi di mammiferi: marsupiali, monotremi ed euteri (o mammiferi placentati). Nei marsupiali (come i canguri) e i monotremi (l'ornitorinco e l'echidna) i piccoli non si sviluppano all'interno del corpo della madre. Nessuna di queste due classi di mammiferi sviluppa l'ombelico.

Mentre nei mammiferi placentari, come l'uomo e il cane, l'embrione si sviluppa nel grembo materno. E per favorire questo sviluppo, dopo il concepimento si forma un nuovo organo chiamato placenta. Lo scopo della placenta è trasferire sostanze nutritive e ossigeno dal sangue della madre al sangue dei piccoli e trasferire i prodotti di scarto dai piccoli alla madre. Il bambino (in questo caso il cucciolo) è attaccato alla placenta tramite un cordone ombelicale, ed è questo cordone che dà origine all'ombelico.

Durante il parto la placenta viene liberata insieme al piccolo, che è ancora attaccato al cordone ombelicale. Tuttavia, ora tocca a lui iniziare a respirare da solo. La placenta e quindi il cordone ombelicale non servono più al loro scopo originario. Negli esseri umani, il cordone viene bloccato, quindi tagliato, lasciando un piccolo moncone che cadrà in poche settimane. La cicatrice che rimane quando il moncone si secca è l'ombelico.

Come è fatto l'ombelico del cane?

L'ombelico del cane non è molto differente da quello dell'uomo, essendo la cicatrice di cui abbiamo appena parlato. Quando nascono i cuccioli, ognuno è ancora nella propria sacca piena di liquido. La mamma cane dopo il parto deve aprire il sacco e leccare il cucciolo. Ha anche bisogno di masticare il cordone ombelicale, lasciando dietro di sé un piccolo residuo che si seccherà e cadrà pochi giorni dopo. Se la madre non riesce a masticare il sacco o il cordone, per la sopravvivenza dei cuccioli spetta alla mano dell'uomo subentrare. Proprio come negli esseri umani, quando cade il moncone del cordone ombelicale rimane una cicatrice. E quella cicatrice è l'ombelico del vostro cane.

Dove si trova l'ombelico del cane?

Dopo aver appurato, dunque, che l'ombelico del cane non differisce molto da quello dall'uomo, sorge spontaneo chiedersi dove si trova, visto che spesso non lo vediamo. Ovviamente si trova sull'addome ma i cani possono avere molto pelo in questa zona che può nascondere i segni dell'ombelico. Potrebbe essere necessario separare la pelliccia o scavare con le dita per trovarla. In secondo luogo, l'ombelico di un cane è più piccolo e più piatto di quello di un essere umano. Non fuoriesce né affonda, come su una persona. Questo perché il cordone ombelicale di un cucciolo è molto più piccolo di quello di un bambino umano, quindi la cicatrice lasciata è meno evidente o pronunciata.

Per trovare l'ombelico del vostro cane, basterà guardare al centro dell'addome, appena sotto la gabbia toracica. Dovreste vedere una piccola cicatrice verticale o una ruga sulla pelle. In alternativa, potreste vedere una spirale di pelo sull'area.

Ombelico cane gonfio: ernia ombelicale

  • Cause ereditarie
  • Rigonfiamento e rossore
  • Fuoriuscita di grasso
  • Dolore al livello del rigonfiamento
  • Possibile anoressia o depressione come conseguenza

Quando l'ombelico del cane appena gonfio solitamente si tratta di ernia ombelicale, ovvero di difetto genetico comune nei nostri amici a quattro zampe, solitamente di natura ereditaria. Per questo gli esemplari che ne soffrono solitamente è meglio estrometterli dalla riproduzione.

Ma cosa avviene in caso di ernia ombelicale? Ci sono delle fuoriuscite, nei casi meno gravi di grasso, nel sottocute in direzione dell'ombelico, dunque sull'addome. Nei casi più gravi possono fuoriuscire anche organi addominali.

Le dimensioni di questi rigonfiamenti possono molto variare, e per questo è sempre necessaria una visita approfondita dal veterinario, perché dal semplice grasso addominale, si potrebbe passare alla ben più seria fuoriuscita di organi interni. Questa patologia può portare anche dolori al livello del rigonfiamento, o disturbi ancora più gravi come anoressia o depressione.

Ombelico del cane arrossato: cause

  • Ernia ombelicale
  • Dermatite o irritazione cutanea

Come nel caso dell'ombelico gonfio, anche in presenza di rossore potremmo trovarci davanti a un'ernia ombelicale. Altre motivazioni dell'ombelico arrosato possono essere dermatite o irritazione cutanea, entrambe curabili con pomate e cure prescritte dal veterinario. Possono essere causate da fattori esterni, ma anche da una ferita non curata o un eccessivo leccare e strofinare del cane.

Ombelico cane maschio e ombelico cane femmina: ci sono differenze?

In realtà non ci sono differenze tra l'ombelico di un cane femmina e quello di un cane maschio. L'unico notevole vantaggio, nel caso di un esemplare femminile, è che solitamente le ernie ombelicali nel cane femmina si risolvono in sede di sterilizzazione, con l'incisione del sacco erniario e l'asportazione della cute in eccesso.