Perché il cane si rotola sul fango?

Perché il cane si rotola sul fango?
Ultima modifica 07.02.2024
INDICE
  1. Come mai il nostro cane si rotola nel fango?
  2. Perché i cani amano la sporcizia?
  3. L'istinto di caccia nel cane
  4. I cani devono marcare il territorio
  5. L'olfatto del cane e i suoi stimoli
  6. Agitazione e sfogo del cane
  7. Il cane si rotola sul fango per comunicare
  8. Gerarchia e dominanza
  9. Come evitare che il cane si rotoli nel fango

Come mai il nostro cane si rotola nel fango?

Il cane che si rotola sul fango è un'immagine che chiunque, almeno una volta nella vita, direttamente o indirettamente, ha visto. Si tratta di un comportamento che non viene amato tanto dai proprietari che poi devono riportare fra le quattro mura domestiche, ma chi adotta deve essere pronto a qualche compromesso se questo significa assecondare la natura atavica di Fido.

Il suo benessere psicofisico, precisa responsabilità di chi decide di portarlo a casa con sé e accudirlo "finche morte non ci separi, è prioritario e non è dato solo da pappa e coccole. Le passeggiate all'aperto sono essenziali e servono a permettere al cane di incanalare positivamente le proprie energie in eccesso.

Se al parco sotto casa, in giardino o nel bosco che si è deciso di esplorare in sua compagnia ci sono ancora i segni di una pioggia recente, che Fido possa fiondarsi letteralmente all'interno di una pozzanghera è quasi una certezza. Così come lo è il fatto che cominci a rotolarsi in tutte le direzioni senza lasciare un solo centimetro del suo mantello pulito.

Prima di continuare, però, e approfondire questa tematica controversa ricordati di seguirci su Whatsapp per non perdere alcun aggiornamento su salute, animali e benessere.

Perché i cani amano la sporcizia?

  • Istinto predatorio;
  • Marcatura del territorio;
  • Copertura degli odori;
  • Divertimento;
  • Affermazione della superiorità;
  • Comunicazione delle informazioni.

Che sia in campagna, nel bosco, vicino al mare, nel giardino di casa, al parco: il cane si rotola sul fango per ragioni ataviche e legate alla sua vita allo stato brado. Una condizione molto lontana per gli animali domestici che, però, è rimasta nel suo Dna. È ormai incisa e nessun tipo di rapporto simbiotico con gli esseri umani potrà cambiarla. A differenza dei gatti, puliti e abitudinari come pochi altri pet, i cani amano sporcarsi.

L'istinto di caccia nel cane

L'aspetto selvatico di Fido risale a quando, per sopravvivere, aveva la necessità di procacciarsi il cibo. Fondamentale in determinate situazioni era confondere la propria preda, mimetizzarsi sia cromaticamente che dal punto di vista olfattivo.

Se il coniglio o il cinghiale non sapeva di essere sotto tiro, non sentiva l'odore del proprio nemico, portare a casa il 'bottino' era praticamente una certezza. Ecco allora che per una questione di vita o di morte un po' di fango poteva essere messo in conto senza problemi.

I cani devono marcare il territorio

A prescindere dalle razze, che possono avere questo istinto più o meno spiccato, il cane si rotola sul fango anche per far sapere a chi abita l'ambiente circostante o chi passa da lì che quella è una sua proprietà. Lo sa bene chi ha un giardino in casa o chi possiede un esemplare da guardia.

In determinati quattro zampe l'impulso di proteggere se stessi e chi considerano famiglia è più forte di qualsiasi corso di addestramento e amore nei confronti del proprio compagno di avventure umano. Ci sono delle priorità da considerare e, per questo, si può pagare il prezzo di un rimprovero.

L'olfatto del cane e i suoi stimoli

Si può avere l'ultima fragranza del marchio più famoso e costoso del momento ma, se l'odore a Fido non piace e per caso ne entra a contatto, entra in gioco il detto "a mali estremi, estremi rimedi". Quindi, prima di commettere l'errore di rendere lindo e pinto Fido, è bene accertarsi che il profumo prescelto sia di suo gradimento.

Inoltre, anche se per il bagnetto periodico si usano prodotti pensati ad hoc per l'igiene del quattro zampe, e quindi hanno un pH e una fragranza adeguati, va ricordato sempre di non esagerare con le quantità. L'odore naturale del cane ha una ragione di esistere e coprirlo eccessivamente può creare un disagio psicologico a colui che consideriamo parte integrante della famiglia.

Agitazione e sfogo del cane

Il cane che si rotola sul fango asseconda una delle sue attività preferite. Mangiare, dormire, essere coccolati e giocare sono i passatempi più amati dai quattro zampe. Quindi è facilmente intuibile il motivo per il quale a una sessione ludica tra foglie, terra, acqua e detriti vari sia praticamente impossibile resistere.

L'aspetto giocoso è fondamentale nella vita di un cane. Gli serve per ricordare le sue origini, per sfogarsi e per passare del tempo con chi ama. I momenti condivisi – siano essi con i più grandi, con i più piccini, con i suoi simili o con altri animali – sono i più divertenti. È anche un pretesto per creare o rafforzare il legame fra bipede e quadrupede.

Il cane si rotola sul fango per comunicare

Come accennato in precedenza, attraverso l'odore i cani reperiscono informazioni importanti sull'ambiente circostanze e su chi lo abita. Fido usa l'olfatto per capire le intenzioni di altri cani, di eventuali gatti o animali vari e per conoscere lo stato d'animo dell'umano che lo ha adottato.

Allo stesso modo, utilizzare il fango può essere un mezzo di comunicazione che – in realtà – gli è stato tramandato dai cugini lupi. Nella fattispecie, questo materiale serve a dire che c'è una novità in arrivo e a cercare il benestare del branco.

Gerarchia e dominanza

Per quanto Fido sia un animale che vive in branco, ci sono delle gerarchie da rispettare. Succede all'interno della propria cerchia e nei rapporti con l'esterno. Il fatto di aver scoperto il fango per primo e di aver dimostrato di essersene appropriato, per il cane è una dimostrazione di superiorità rispetto agli altri.

Anche per questo, chi lo fa le prime volte e non è addestrato, rimane sorpreso se il padrone fa capire di non essere soddisfatto e fiero di quanto ha appena visto. L'importante, però, qualsiasi sia la ragione sottostante a questo comportamento assolutamente naturale, è importante trovare un giusto compromesso per convivere in pace e nel rispetto di tutti gli attori in gioco.

Come evitare che il cane si rotoli nel fango

  • Educarlo;
  • Non rimproverarlo;
  • Usare il rinforzo positivo se necessario.

Urlare e sgridare i cani che si rotolano sul fango o dimostrano disobbedienza non è la soluzione. Non solo Fido non capirebbe la ragione della reazione, ma ne rimarrebbe traumatizzato. Il cane stressato, spesso, è un esemplare che non viene considerato nel modo giusto. Non si tratta di un dispetto, ma di un forte istinto.

Il segreto è educarlo e non trascurare la fase di socializzazione, già dalle prime settimane di vita, individuando dei corsi di addestramento mirati. Inoltre - se Fido ha dei diversivi, se incanala correttamente le proprie energie e non si sente frustrato – episodi del genere diminuiscono automaticamente. Infine, è bene non lasciare che "l'orso metta le zampe nel miele": se il cane non ha l'occasione di farlo non lo farà. È meglio trovare metodi alternativi per farlo divertire.