Caring

Come ci si deve comportare con il cane in spiaggia?

Come ci si deve comportare con il cane in spiaggia?
Ultima modifica 25.06.2024
CONDIVIDI:
INDICE
  1. Dove deve stare il cane sulla spiaggia?
  2. Come comportarsi col cane in spiaggia in estate?
  3. Come comportarsi con il cane in spiaggia in primavera?
  4. Come comportarsi con il cane in spiaggia in inverno?
  5. Come comportarsi con il cane in spiaggia in Italia?
  6. Quali sono i consigli degli esperti per portare il cane in spiaggia?
  7. Cosa fare prima di portare il cane al mare?
  8. Come fare con il cane in spiaggia?
  9. Come calmare un cane al mare?
  10. Come funzionano le spiagge per cani?
  11. Quali orari sono i migliori per portare il cane in spiaggia?

Dove deve stare il cane sulla spiaggia?

È sempre possibile portare il cane sulla battigia, ovvero sul lembo di spiaggia dove si infrangono le onde. Non vige alcun divieto in questa specifica sezione, a patto di tenere l'animale al guinzaglio e d'avere la museruola al seguito. In linea generale il cane in spiaggia libera è ammesso, a meno di segnaletica specifica di divieto.

Come comportarsi col cane in spiaggia in estate?

  • Cane sempre al guinzaglio corto (1,5 m) e con museruola al seguito;
  • La spiaggia libera può essere raggiunta via battigia o stabilimenti balneari;
  • Ogni Comune deve indicare spazi di spiaggia libera destinati a bagnanti con cani al seguito;
  • Vietato portare il cane nelle aree in cui la segnaletica proibisce l'accesso;
  • Vietato tenere il cane al sole, soprattutto nelle ore più calde;
  • Occorre garantire all'animale sempre acqua e ombra;
  • Occorre portare con sé paletta e sacchettino per la raccolta delle feci;
  • Obbligatorio rimuovere le deiezioni, portandole via con sé in assenza di appositi cestini per la raccolta;
  • I cani possono entrare in acqua, a meno che non ci sia un divieto specifico indicato con cartellonistica;
  • Occorre tenere il cane con sé, nel rispetto di tutti in spiaggia.

Come comportarsi con il cane in spiaggia in primavera?

  • Cane al guinzaglio corto;
  • Museruola al seguito;
  • Paletta e sacchettino per le deiezioni;
  • Portare via con sé gli escrementi raccolti, in assenza di cestini appositi;
  • Garanzia del benessere dell'animale;
  • Rispetto degli altri presenti in spiaggia, tenendo il cane con sé;
  • Ingresso dell'animale in acqua laddove non vietato specificamente.

È consentito portare il cane in spiaggia in primavera. Una stagione decisamente favorevole, dal momento che lo smantellamento dei lidi offre maggiori spazi per il relax di persone e animali.

 

Come comportarsi con il cane in spiaggia in inverno?

Le spiagge in Italia sono molto più accessibili in inverno, com'è facile immaginare. Ciò apre le porte a lunghe passeggiate con il proprio cane, a patto che sia tenuto al guinzaglio corto. Il fatto che non ci siano bagnanti non cancella la necessità di operare un controllo sul proprio animale.

I cani possono stare in spiaggia in inverno, dunque. Per questa porzione dell'anno i cartelli di divieto eventuali potrebbero presentare delle eccezioni, non essendo stagione balneabile. Occorre però sempre rispettare le esigenze altrui e le necessità dell'animale. Meglio evitare, dunque, le ore più fredde in inverno.

Come comportarsi con il cane in spiaggia in Italia?

  • Non esiste una legge nazionale che consenta o vieti l'accesso dei cani in spiaggia, così come di altri animali;
  • Esistono limitazioni specifiche relative a determinate aree, appositamente segnalate con cartellonistica;
  • La battigia è sempre accessibile per i cani al guinzaglio corto;
  • Il resto della spiaggia, se libera, è soggetto a regolamentazioni e ordinanze comunali;
  • Si consiglia di verificare il sito del Comune, alla ricerca di eventuali ordinanze, controllare i cartelli esposti e chiedere, all'occorrenza, delucidazioni alla Polizia Municipale.

Quali sono i consigli degli esperti per portare il cane in spiaggia?

In spiaggia è necessario tutelare il proprio cane. I rischi non mancano e occorre essere responsabili. Gli esperti consigliano di preparare una borsa da mare anche per l'animale, con ciotola, una bottiglia d'acqua fresca e un po' di cibo se si prevede di restare a lungo. Utile anche un asciugamano, così da asciugarlo dopo il bagno ed evitare fastidi per le altre persone presenti.

È necessario garantire ombra al cane, portando un ombrellone o assicurandosi spazi al riparo dai raggi solari. Ciò al fine di evitare una pericolosa calura e tutelare le sue zampe, che possono scottarsi anche in modo grave.

L'animale va controllato nei suoi movimenti in acqua, sia perché potrebbe arrecare fastidio ad altri, sia perché potrebbe bere acqua salata. Ciò può provocare problematiche allo stomaco e disidratazione, con vomito e diarrea conseguenti.

I cani con pelo chiaro e sottile, corto o raso sono a rischio scottature. Ciò può aumentare il rischio di contrarre il tumore della pelle. Esistono creme solari specifiche per cani, da avere sempre con sé in spiaggia.

Cosa fare prima di portare il cane al mare?

La spiaggia è un luogo di relax comune e spesso rappresenta un ambiente fragile da tutelare. Si consiglia, dunque, per il benessere del cane e il rispetto del luogo e degli altri, di ricordare questa procedura pre passeggiata nei pressi del mare:

  • Preparare una borsa per il cane con tutto l'occorrente,
  • Portare il cane a fare una passeggiata preventiva, così da raggiungere la spiaggia dopo essersi liberato fisiologicamente;
  • Avere sempre con sé paletta e sacchettini per gli escrementi;
  • Avere sempre guinzaglio e museruola;
  • Portare con sé un ombrellone in caso di lunga permanenza.

Come fare con il cane in spiaggia?

Per portare il cane in spiaggia è richiesto il rispetto di alcune regole. Che si tratti di spiaggia libera o data in concessione, la presenza del cane in battigia è sempre consentita, al guinzaglio corto e con museruola al seguito.

È necessario sempre verificare l'affissione di cartelli di divieto specifici e, in assenza di questi, tener conto della presenza di altre persone. Il fatto che una spiaggia ammetta la presenza di cani, non vuol dire che questi possano correre liberamente.

Avere sempre con è acqua, crema solare specifica, ombrellone, paletta e sacchetto per gli escrementi rappresenta poi, in sunto, il kit base cui fare sempre riferimento.

Come calmare un cane al mare?

La spiaggia in estate è un luogo molto particolare, perché ricco di stimoli. Si consiglia dunque di recarsi di primo mattino, in assenza di folla, qualora il cane non sia addestrato a seguire dei comandi basici. Potrebbe infatti agitarsi, per entusiasmo o timore, in presenza di tante persone intorno.

Per i cani addestrati, invece, è sufficiente averli al guinzaglio corto, proponendo loro oggetti o cibo, in alternativa ai tanti stimoli.

Da considerare inoltre l'effetto del mare su un cane che si tuffa per la prima volta. Si consiglia di lasciarlo abituare, osservandolo da vicino, prima in acqua bassa. Un approccio dolce e non forzato. Incoraggiarlo a entrare è positivo mentre è decisamente negativo spingerlo in acqua per il proprio divertimento.

Come funzionano le spiagge per cani?

Le spiagge "private", ovvero date in concessione, possono esporre uno specifico regolamento per quanto riguarda la presenza di cani. I Comuni devono garantire nei loro confini degli spazi ad hoc e, in generale, evidenziare con una chiara segnaletica eventuali divieti in zone pubbliche.

Ad ogni modo la battigia, ovvero lo spazio di spiaggia laddove si infrangono le onde, è sempre calpestabile dai cani, ovviamente al guinzaglio corto.

Quali orari sono i migliori per portare il cane in spiaggia?

  • Dalle 6 alle 10 di mattina
  • Dalle 18 alle 20 di sera

È preferibile portare il cane in spiaggia in estate al mattino presto o nel tardo pomeriggio. Generalmente sono da rispettare le norme che valgono per gli esseri umani (soprattutto bambini e anziani): da evitare le ore più calde.

Sappiate, però, che potete anche unirvi al nostro canale Whatsapp per aggiornamenti e approfondimenti sul mondo degli animali, della salute e del benessere e il profilo Instagram di MypersonalPet, imperdibile per gli amanti degli animali.

CONDIVIDI: